mercoledì 31 maggio 2017

UNDER 13 REGIONALE A BERNAREGGIO
"BASKETBALLCREED" IL 2-3 GIUGNO


Conclusa la stagione a livello di campionato con la sconfitta nel quarto di finale contro Desio, è tempo di rituffarsi in campo per i nostri Under 13 Regionale: Zonca e compagni saranno - infatti - protagonisti del "Basketballcreed" organizzato come di consueto da Paolo Gandini e dallo staff di Bernareggio.

Il torneo si svolgerà proprio alla palestra di via Petrarca nei giorni 2 e 3 giugno: esordio alle ore 11.00 di venerdì contro i padroni di casa di Bernareggio, cui seguirà la seconda giornata contro Ardor Bollate, in programma o venerdì ore 16.15 (in caso di sconfitta) o sabato ore 11.00 (vittoria). Le finali 1^/6^ posto si giocheranno nel pomeriggio di sabato, con la finalissima fissata alle ore 18.00 presso il campo "A".

Importante occasione per i nostri 2004 di riprendere il proprio cammino di preparazione in vista della futura stagione a livello Under 14 Elitè: pallone di dimensione 7 e cambi liberi saranno un positivo antipasto di un'annata che si preannuncia diversa sotto tanti punti di vista rispetto a quella appena affrontata... Forza Blu!


UNDER 15 ECCELLENZA | FINALI NAZIONALI
MONTEVARCHI - BLUOROBICA BERGAMO 43-61


Campionato U/15 Eccellenza | 2^ giornata Finali Nazionali
FIDES Montevarchi vs. BLUOROBICA Bergamo 43-61 (21-31 dopo 20')

Parziali quarti: 9-18, 12-13; 12-13, 10-17

Bluorobica: Aiello 1, Coppola 22, Oberti, Manenti, Belloli, Siciliano 4, Abati Tourè 21, Belotti 3, Amboni 3, Piavani 3, Pironato 2, Abbiati 2. All. Stazzonelli/Trapletti   

Statistiche squadra: 
  • tiri da 2 p.ti 23/48 (47%), tiri da 3 p.ti 2/8 (25%), tiri liberi 9/13 (69%)
  • falli commessi 17 (Belotti 4), falli subiti 16 (Abati Tourè 4)
  • rimbalzi offensivi 16 (Abati Tourè e Coppola 3), rimbalzi difensivi 35 (Abati Tourè 9)
  • palle recuperate 5 (Abati Tourè e Siciliano 2), palle perse 32 (Abati Tourè 7) 
  • assist 10 (Abati Tourè 3) 

Prossimo impegno: mercoledì 31/05/2017 alle ore 18.00 (PalaSavelli di via Santa Vittoria a Porto San Giorgio), 3^ giornata contro Leoncino Mestre

Altri risultati: Leoncino Mestre vs. Eurobasket Roma 55-51

Classifica "Girone B": Leoncino Mestre 4 punti, Eurobasket Roma e Bluorobica Bergamo 2 punti, Fides Montevarchi 0 punti


martedì 30 maggio 2017

SELEZIONE REGIONALE ANNATA 2004
4^ CONVOCAZIONE PER LEONI E MORA


 COMUNICATO UFFICIALE N. 40 DEL 29 MAGGIO 2017
CENTRO TECNICO FEDERALE
SELEZIONI REGIONALI DELLA LOMBARDIA


Il Comitato Regionale Lombardo, in preparazione al Trofeo Bulgheroni 2017 in programma a Bormio dal 13 al 17 giugno 2017 convoca, per gli allenamenti in programma a Boffalora sopra Ticino (MI) (Autostrada Milano-Torino uscita Marcallo Mesero) presso il PalaSport di Via Giulini, 22 lunedì 5 giugno 2017 i seguenti atleti:

ORARIO: 17,00 - 20,00
GALICIA JUNIOR 2004 PALL. OLIMPIA MILANO
CONTESTABILE GIACOMO 2004 PALL. OLIMPIA MILANO
BRAMATI MIRKO 2004 PALL. OLIMPIA MILANO
LEONI ANDREA 2004 BLUOROBICA BERGAMO
MORA MATTIA 2004 BLUOROBICA BERGAMO

MASSONI FRANCESCO 2004 VIRTUS BASKET CASTEGGIO
RESTELLI MARCO 2004 CBC CAMP BASKETSCHOOL
MOSCATELLI TOMMASO 2004 TEAM ABC CANTU’
ELLI STEFANO 2004 TEAM ABC CANTU’
MORETTI NICCOLO’ 2004 ADL AMICI PAL. VARESE
NOBLE BENGIAMIN 2004 ADL AMICI PAL. VARESE
TOFFANIN MATTEO 2004 CSA AGRATE BRIANZA
BARBIERI ANDREA 2004 PALL. AURORA DESIO 94
GALLUCCI MANUELE 2004 FORTI E LIBERI MONZA
BRIOSCHI SIMONE 2004 BASKET SEREGNO
FRAGONARA ALBERTO 2004 ABA LEGNANO

STAFF C.R.L
Presidente F.I.P. C.R.L. MATTIOLI ALBERTO
Dirigente F.I.P. C.R.L. GUFFANTI ENRICO
Referente Tecnico Territoriale GANDINI MARCO
Allenatore ROTA MARCO
Assistente LO STORTO DARIO
Assistente BUGANA MARCO
Fisioterapista BERETTA LUCA
Preparatore Fisico RANCATI FEDERICA

Gli atleti convocati dovranno essere pronti e cambiati 15 minuti prima dell’inizio dell’allenamento direttamente presso l’impianto di gioco.

Le Società di appartenenza degli atleti coinvolti nelle selezioni, potranno chiedere lo spostamento di eventuali gare previste a calendario che si svolgano in concomitanza con l’allenamento in programma.
Trattandosi di convocazione ufficiale della FIP, non è consentita l’assenza ingiustificata.

Nell’eventualità di assenza giustificata (per infortunio o per cause di forza maggiore), è comunque obbligatorio darne comunicazione anticipata al Referente Tecnico Territoriale Sig. Marco Gandini al numero di cellulare 3383868320, o in alternativa all’indirizzo di posta elettronica ufficiale: referente.giovanile@lombardia.fip.it

Il Presidente
Alberto Mattioli
Milano, 29 maggio 2017


Programmazione allenamenti del Centro Tecnico Regionale:
Mercoledì 07/06/2017 Segrate
Venerdì 9 e sabato 10/06/2017 amichevoli a Jesolo (VE)
Lunedì 12/06/2017 Segrate
Martedì 13/06/2017 ritrovo a Bormio per inizio Trofeo Bulgheroni


UNDER 15 ECCELLENZA | FINALI NAZIONALI
BLUOROBICA BG - EUROBASKET RM 59-64


Campionato U/15 Eccellenza | 1^ giornata Finali Nazionali
BLUOROBICA Bergamo vs. EUROBASKET Roma 59-64 (33-38 dopo 20')

Parziali quarti: 19-18, 14-20; 11-10, 15-16

Bluorobica: Chiappa 3, Agliardi ne, Coppola 7, Oberti, Belloli, Siciliano 6, Abati Tourè 19, Belotti 2, Amboni 2, Piavani 8, Pironato 2, Abbiati 10. All. Stazzonelli/Trapletti   

Statistiche squadra: 
  • tiri da 2 p.ti 18/49 (36%), tiri da 3 p.ti 4/17 (23%), tiri liberi 11/12 (91%)
  • falli commessi 17 (Siciliano 5), falli subiti 7 (Abati Tourè 4)
  • rimbalzi offensivi 14 (Abati Tourè 4), rimbalzi difensivi 24 (Abati Tourè 7)
  • palloni recuperati 4 (Siciliano 2), palloni persi 20 (Abati Tourè 4) 
  • assist 2 (Coppola e Siciliano 1) 

Prossimo impegno: martedì 30/05/2017 alle ore 20.00 (Palazzetto di via Tommaseo a Pedaso), 2^ giornata contro Fides Montevarchi

Altri risultati: Fides Montevarchi vs. Leoncino Mestre 64-69

Classifica "Girone B": Eurobasket Roma e Leoncino Mestre 2 punti, Bluorobica Bergamo e Fides Montevarchi 0 punti


lunedì 29 maggio 2017

UNDER 15 ECCELLENZA | FINALI NAZIONALI
OGGI L'ESORDIO CONTRO EUROBASKET ROMA


Dopo la presentazione ufficiale svolta nel tardo pomeriggio di ieri in piazza a Porto San Giorgio, hanno inizio oggi le Finali Nazionali per quanto riguarda la categoria Under 15 Eccellenza, che nel corso di questa settimana assegneranno l'ambito "Trofeo Claudio Papini".

Per Bluorobica esordio fissato alle ore 20.00 di oggi contro Eurobasket Roma, 4^ squadra classificata del Lazio a pari punti con Honey Sport City e Alfa Omega Ostia, quest'ultima incontrata dai nostri nell'Interzona di Perugia (65-41). Per i capitolini - invece - una Fase Interregionale con sconfitta all'esordio contro Cantù, prontamente riscattata dalle vittorie decisive contro Udine e Reggio Emilia, che hanno concesso alla formazione coach Moscovini di accedere tra le migliori 16 d'Italia.

Livescore e streaming di ogni partita sono disponibili sulla pagina FIP Giovanile, per consentire ai nostri tifosi di seguire anche da Bergamo le gesta di Abati Tourè e compagni in terra marchigiana... Forza Blu!


VITA DA EX BLUOROBICA...
DESSÌ E MEZZANOTTE IN NAZIONALE U/19


27 Maggio 2017 - Under 19 maschile
Nazionale Under 19 maschile, i convocati per il raduno di Roseto degli Abruzzi e per le amichevoli in Germania
 
Il Settore Squadre Nazionali, in occasione del Raduno della Nazionale Under 19 Maschile in programma a Roseto degli Abruzzi (TE) dal 31 maggio al 8 giugno e degli incontri amichevoli a Berlino – Kienbaum (GERMANIA) dal 9 al 11 giugno 2017 convoca i seguenti giocatori:

ANTELLI MICHELE (98 181 PM SSP REYER VENEZIA MESTRE SRL)
BALDASSO TOMMASO (98 195 PM PALL. VIRTUS SSD A RL UNIPERSONALE)
BARBON CESARE (98 193 G RUCKER SANVE S.S.D.R.L.)
BUCARELLI LORENZO (98 195 A MENS SANA BASKET 1871 SSD A RL)
CONTI ALBERTO (98 195 G A.S.DIL. IL CANESTRO)
DENEGRI DAVIDE (98 184 PM AS JUNIOR LIBERTAS PALL SSDARL)
DESSI' NICHOLAS (98 197 A BLU BASKET 1971 S.DIL. ARL)
EBELING MICHELE (99 202 A POL. DINAMO SRL)
GIUSTETTO ANDREA (98 205 C PALL. MONCALIERI S MAURO ssdrl)
LEVER ALESSANDRO (98 205 A/C PALL. REGGIANA SRL)
MASCIARELLI DARIO (98 192 A MENS SANA BASKET 1871 SSD A RL)
MASSONE FEDERICO (98 185 G PALL. BIELLA SSDARL)
MEZZANOTTE ANDREA (98 205 A BLU BASKET 1971 S.DIL. ARL)
OKEKE DAVID ALBRIGHT (98 202 A COLLEGE BASKETBALL)
SANTUCCI MATTEO (98 194 G U.S. TIBER BASKET A.S.D.)
VALENTINI ANDREA (98 196 A U.S. TIBER BASKET A.S.D.)

Giocatori a disposizione:
BADOCCHI FRANCESCO (98 195 A SSD ARL SAN CARLO SPORT)
CARUSO GUGLIELMO (99 205 A/C PALL. MONCALIERI S MAURO ssdrl)
LOVISOTTO ISACCO (98 202 A AQUILA BASKET TRENTO 2013 SRL)
OXILIA TOMMASO (98 198 A VIRTUS PALL. BOLOGNA)
PAJOLA ALESSANDRO (98 192 PM VIRTUS PALL. BOLOGNA)
PENNA LORENZO (98 177 PM VIRTUS PALL. BOLOGNA)
SERPILLI MICHELE (99 198 A US VICTORIA LIBERTAS PALL.SSRL)
SIMIONI ALESSANDRO (98 203 C SSP REYER VENEZIA MESTRE SRL)
VISCONTI RICCARDO (98 190 G SSP REYER VENEZIA MESTRE SRL)

STAFF:
RESPONSABILE TECNICO ANDREA CAPOBIANCO
ALLENATORE MASSIMO GALLI
ASSISTENTE ALLENATORE FABRIZIO AMBRASSA
ASSISTENTE ALLENATORE GIUSEPPE DI PAOLO
PREPARATORE FISICO PAOLO GUDERZO
MEDICO GUIDO MARCANGELI
FISIOTERAPISTA FRANCESCO FERRI
FUNZIONARIO DELEGATO PAOLO LEONE


* PROGRAMMA *

31-mag-17 ORE 19:00 RADUNO PRESSO: HOTEL BELLAVISTA Lungomare Trento, 75 Roseto degli Abruzzi (TE) Tel.: 085 8931110 – 8930425Tel.: +39 06 272.9137/9333
01-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

02-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

03-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

04-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

05-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

06-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

07-giu-17 ORE 10:00 – 12:30 ALLENAMENTI

ORE 18:00 – 20:30 ALLENAMENTI

08-giu-17 PARTENZA PER KIENBAUM (GER)
Volo FCO-Berlino Tegel 14:10 - 16:15
ORE 20:00 – 21:30 ALLENAMENTI

09-giu-17 ORE 11:00 – 12:30 ALLENAMENTI
ORE 17:00 AMICHEVOLE GERMANIA-ITALIA
OLIMPIC TRAINING CENTER KIENBAUM

10-giu-17 ORE 14:30 AMICHEVOLE GERMANIA-ITALIA
OLIMPIC TRAINING CENTER KIENBAUM

11-giu-17 PARTENZA PER ROMA
Volo Berlino Tegel-FCO 09:25 - 11:30
FINE RADUNO


domenica 28 maggio 2017

CAMPIONATO UNDER 14 ELITE'
BERGAMO BASKET - BLUOROBICA BERGAMO 46-83


Campionato Under 14 Elitè | 15^ Giornata di Ritorno
Bergamo Basket 2014 vs. Bluorobica Bergamo 46-83 (20-47)

BB14: Garbellini 6, Casanova 5, Bresciani 10, Bonassi, Bonomi, Imeri, Torri 2, Resmini 7, Ravica 2, Franchino 12, Ortelli, Ubiali 2. All. Petito/Dorini

Bluorobica: Rinaldi 6, Lecchi 10, Valli 5, Aiolfi 3, Ghisleni 5, Giubertoni 6, Nespoli 12, Parigi 13, Vanoncini, Boschi 3, Vitali 6, Pizzagalli 14. All. Stazzonelli/Fratus

Arbitri: Messina J. di Almenno S. Bartolomeo (BG) e Berto G. di Bonate Sopra (BG)

Parziali: 9-30, 11-17; 10-18, 16-18

Note Bluorobica: nessuno uscito per raggiunto limite di falli; falli commessi Bluorobica 14, falli subiti 24. Canestri da 3 p.ti 0


Si chiude con un foglio rosa, che significa vittoria, l’avventura dell’annata 2003 nel campionato under 14 élite. Nella palestra di Terno d’Isola va in scena la sfida contro Bergamo Basket 2014.

L’inizio della partita vede i Blu mettere in campo una buona intensità difensiva che limita le iniziative avversarie. In attacco sfruttiamo al meglio il vantaggio fisico per concludere nei pressi del canestro e garantirci possessi extra grazie al controllo di numerosi rimbalzi offensivi: 9 -30 alla prima pausa. 

Nel secondo quarto, complice la pressione avversaria, rientriamo un po’ disattenti. Un pronto time-out riporta i nostri ragazzi sui giusti binari e finiamo in crescendo fino al buzzer beater che ci porta all'intervallo 20-47.

Negli spogliatoi viene chiesto ai ragazzi di non abbassare l’intensità. Richiesta rispettata dai Blu che conducono al meglio i restanti 20 minuti. Tutti i ragazzi si rendono protagonisti ed arriviamo alla sirena finale 46-83.

L’ultima partita ufficiale della stagione lascia sempre una sensazione particolare. Da fine agosto ad oggi è difficile fare un conto di quante ore abbiamo passato in palestra: più di 130 allenamenti, più di 50 partite ufficiali, amichevoli, tornei... ma siamo certi che il lavoro duro sia l’unica strada per crescere e migliorare!

Da parte di Moki e Roberto un ringraziamento di cuore ai ragazzi che, anche nelle difficoltà, si sono sempre presentati in palestra con spirito di sacrificio e voglia d’imparare.

Ovviamente la stagione non è ancora finita. Prima di tuffarsi negli esami di terza media, abbiamo ancora qualche occasione per allenarci con l’obiettivo di continuare a migliorare e crescere!

Forza Blu!


sabato 27 maggio 2017

UNDER 15 ECCELLENZA | FINALI NAZIONALI
"IN BOCCA AL LUPO" DA DIEGO FLACCADORI


Con immenso piacere, siamo a pubblicare un video ricevuto dal nostro Diego Flaccadori (attualmente alle prese con i playoff di Serie A), il quale fa un personale "in bocca al lupo" ai nostri 2002 impegnati da domani alle Finali Nazionali U/15 Eccellenza di Porto San Giorgio.

Grazie a Diego per il pensiero, e come sempre... Forza Blu!


UNDER 15 ECCELLENZA | FINALI NAZIONALI
DOMENICA LA PRESENTAZIONE UFFICIALE


Porto San Giorgio si prepara alle Finali Nazionali maschili di basket Under 15 d’Eccellenza. Dal 29 maggio al 4 giugno, insieme a Pedaso, ospiterà le gare di 16 compagini di prestigio per l’assegnazione del trofeo “Claudio Papini”. Le rappresentative (oltre 350 presenze tra atleti e staff tecnici) si affronteranno tra PalaSavelli e Palasport di Pedaso.

L’evento vivrà il suo prologo domenica 28 maggio a Porto San Giorgio con la sfilata e la presentazione delle 16 squadre (ore 18, in piazza Bambinopoli) alla presenza della autorità locali.

Lunedì 29 maggio inizieranno gli incontri: si svolgeranno alle ore 14, 16, 18 e 20 in entrambe le strutture. Dai quarti di finale la competizione si svolgerà invece integralmente a Porto San Giorgio, con la finalissima per l’assegnazione del Tricolore prevista per domenica 4 giugno al Palasavelli (ore 16 e 18.15).

L’evento, patrocinato dall’Assessorato allo Sport, rappresenta un importantissimo veicolo promozionale per il Fermano e per tutte le Marche. Nella settimana di gare sono attese oltre 1.000 presenze che affolleranno le strutture ricettive del territorio.

La composizione dei quattro gironi: Girone A: Caserta, Stella Azzurra Roma, Virtus Basket Padova, Pall. Bernareggio Girone B: Fides Montevarchi, Leoncino Mestre, BluOrobica Bergamo, Eurobasket Roma Girone C: Cantù, Virtus Bologna, Cuneo Granda Basket, Solid World 3D Treviso Girone D: Mens Sana Siena, Vuelle Pesaro, HSC Basket, Oneteam Basket Forlì.


venerdì 26 maggio 2017

PROGRAMMA SETTIMANALE BLUOROBICA
IMPEGNI DAL 29 MAGGIO AL 4 GIUGNO


Pubblichiamo la 40^ pianificazione settimanale di allenamenti e partite delle squadre Bluorobica Bergamo per la stagione 2016/2017: il programma contiene tutti gli impegni da lunedì 29 maggio a domenica 4 giugno.

Vi invitiamo a cliccare sul titolo di colore arancione posto sopra le varie immagini per accedere al file originale in versione PDF.

Di seguito trovate anche il dettaglio giocatori dal gruppo Under 18 fino all'Under 13.

LUKA DONCIC E ANDRES NOCIONI, OVVERO...
IL BASKET NON E' UN GIOCO DA RAGAZZI


Luka Doncic e Andres Nocioni, ovvero: il basket non è un gioco da ragazzi

La Final 4 ha messo Luka Doncic in una situazione che non conosceva. Non ha giocato bene, si è spaventato.
Nocioni ha giocato l’ultima partita di EuroLega di una grande carriera.
Un ragazzo e un uomo, un percorso che non è solo di basket.


Un giorno mio padre mi chiamò e mi disse: -Morire si deve morire, ma non ti preoccupare, anche quando sarò morto, io verrò a farmi un giro a casa ogni sera e tu mi sentirai passare.- E io ogni sera a casa sento un vento e mi dico, quello è mio padre.”
Il diacono di una chiesa, a un rosario.

Quando un ragazzo ha la faccia di Luka Doncic alle Final 4, qualcosa non va. Lo sguardo perso, la bocca semiaperta e un profilo incerto. Porta la palla dall’altra parte del campo ma non prende decisioni, non impatta sul gioco. Fa il passaggio più facile, taglia, si posiziona sulla linea del tiro da tre, aspetta.

Altre volte ha spazio per il tiro, ma si vede che non si fida. Non ci prova nemmeno. Gli spettatori lo guardano interrogativi, mentre Sergio Llull usa tutti i trucchi che trova in fondo alla sua bisaccia cestistica per tenere in partita il Real contro il Fenerbahce.

Laso dopo un po’ lo toglie. Qualunque cosa è meglio. Forse ha sbagliato a metterlo in quintetto fin dall’inizio. È possibile che il campo, l’evento, lo intimidiscano e lui si sia rifugiato dove sembra trovarsi meglio: sé stesso.

È una cosa strana. Noi vediamo i giocatori come giocatori, fatichiamo a vederli come persone. Pensiamo che il talento basti, e Luka ne ha tanto. Ma non è così. Il ragazzo lascia Lubiana a 12 anni con la promessa di un futuro migliore per sé e la famiglia. Si trasferiscono tutti a Madrid per vedere sbocciare un giocatore unico, quel Santo Graal che gli scout in giro per il mondo cercano continuamente.

Da allora allenamenti, speranze, desideri, promesse di contratti milionari riposano su spalle ancora fragili, che sentono tutto questo come una zavorra da portarsi dietro.

Spesso, i ragazzi come Luka si paragonano a Drazen Petrovic. O Dejan Bodiroga. O Toni Kukoc. Ma qui il caso è molto diverso: tutti e tre i suddetti crebbero in un ambiente completamente diverso, maturarono in una Yugoslavia che non dava a nessuno di loro il peso di contratti milionari, di promesse da avverare con il loro gioco. Drazen era una ragazzotto presuntuoso dallo sconfinato talento, non doveva pensare all’agente, al manager, al marchio che avrebbe fatto le scarpe col suo nome. Dejan e Toni lo stesso, giocatori che crebbero nel loro tempo, in una Yugo e uno sport ancora fuori dall’incrocio di interessi milionari che rischia ora di strangolare i talenti, con il peso di attese mostruose e un precoce approdo alla NBA.

Un padre che ragioni come un padre, anche non il padre di Luka, pensa una sola cosa guardandolo in quella partita: proteggetelo. Portatelo fuori da lì, su una spiaggia, in un campetto di periferia, e lasciategli assaporare la gioia della vita. I confronti con i giocatori del passato non tengono mai conto del fatto che a essere cambiati non sono solo gli uomini, ma anche le condizioni. Oggi sulla pelle dei ragazzi si sviluppa un mercato che li schiaccia con promesse che sono condanne, la loro strada viene decisa a un’età molto precoce e non c’è tempo di crescere, svilupparsi, amare, provare le emozioni e i sentimenti che ti rendono uomo.

Drazen oggi a 17 anni avrebbe avuto un agente a bussargli alla porta, e non Moka Slavnic a gridargli nelle orecchie, non la palestra semibuia di Sebenico e un campetto in cui andare a tirare 500 volte alle 6 del mattino per scavare, con la sua forza di volontà, il talento da un corpo e una mente che non erano superiori, lo sono diventate grazie all’allenamento e alla voglia.

L’adolescenza è il tempo in cui trovare se stessi, non per essere modellati per rispondere a una visione di mercato, che non tiene conto della nostra unicità. Tutto quello che è caduto addosso a Luka in questo anno lo ha messo al centro dei riflettori, ma lo ha anche spaventato, l’ha fatto rintanare in una parte di sé in cui si nasconde il fanciullo che tutti noi siamo. E non bisogna fargliene una colpa. Bisogna invece trovare il modo di sottrarlo dalla luce e dargli ancora la possibilità di affinarsi, di formarsi, di darsi un senso.

Sicuramente l’allenamento sarebbe una buona cura. E ritrovare nel basket il significato della gioia, del divertimento, dell’affermazione di sé in un campo di uguali. È solo fino a un certo punto una questione di carattere, è la questione di un ragazzo che deve trovare la sua strada e non farsela imporre.

Nella finale del terzo posto, con Luka, in campo, uno spaesato Andres Nocioni giocava i suoi ultimi minuti di Eurolega. Andres viene dalla “generacion dorada” dell’Argentina, in cui lui, Ginobili, Oberto, Scola, Delfino, vinsero tutto battendo anche gli Stati Uniti.

Andres venne in Europa più o meno nello stesso periodo di Ginobili, in cerca di una fortuna che il suo talento poteva dare alla vita. Per lui e gli altri di quella generazione, l’affermazione di sé è stata la lotta per la sopravvivenza. D’estate si trovavano in Nazionale a giocare, con la gioia infantile di chi ritrova una casa e il posto da cui viene. In Europa svilupparono i loro talenti a poco a poco, Ginobili per esempio con Gebbia a Reggio Calabria, e divennero giocatori dominanti, anche in NBA.

Quegli ultimi suoi minuti sono stati strazianti. Quando il suono del quarantesimo ha chiuso la partita, Andres è rimasto in campo qualche minuto, è uscito per ultimo del Madrid, mescolato agli ultimi del CSKA. Deve aver sentito qualcosa che usciva da sé per sempre, e che tra poco uscirà del tutto, alla fine dei playoffs spagnoli.

Nocioni è stato un giocatore tecnico e duro; in NBA ricordano ancora il suo fallo contro Wade, e il suo coraggio leonino che non lo ha mai fatto arretrare. Ma quel suo carattere non è nato all’improvviso, dal nulla: è un risultato. E questo sfugge a molti.

Il risultato è importante, ma è il prodotto di un processo umano a cui non si può derogare. Prima viene l’uomo, con il suo carattere, la sua forza, che sono in parte elementi innati, ma in (gran) altra parte elementi che vengono allenati. Soprattutto bisogna non sentirsi soli, avere dei grandi amici, non illudersi che la propria grandezza sportiva ti renda un solitario in grado di risolvere tutto.

Ecco, Luka sembra un ragazzo molto solo, da cui tutti si aspettano qualcosa, un qualcosa che lui non può dare, perché se il suo corpo, cestistico, è stato allenato a dare il massimo, la sua anima, l’anima di un ragazzo, deve ancora crescere, stabilirsi, darsi una forza e un obiettivo. Tutti i padri parlano dei loro figli come se fossero dei genii, come se fossero già grandi, ma la realtà è che questa loro giovinezza è da preservare, da costruire, da rendere la rampa di lancio di un’età adulta che non deve essere sacrificata alla fretta, di mettere in campo una mucca da spremere in contratti commerciali.

E come padre qualcuno dovrebbe prenderlo dal campo, portarlo fuori, farlo amare, conoscere le cose, stare con gli amici. Fare una vacanza con lui, parlargli con quella intimità con cui si passano le cose importanti, che non sono le norme degli allenatori, ma quelle parole, intime, che ti fanno andare avanti nella vita. Perché, Nocioni insegna, la forza non viene solo dal basket, ma da un fuoco interiore che alleni con i valori, con gli amici eterni, i Manu, i Luis, con cui sognerai ancora di giocare tra vent’anni, di gettarti tra le spine per aiutarli a vincere.

Perché il segreto dei grandi è che si è davvero grandi quando si dà tutto e vincono gli altri, non solo quando vinci tu. Perché tu, da solo, non andrai mai da nessuna parte. Ma per farlo ci vuole fuoco dentro. Un fuoco da uomo, vero.