martedì 29 giugno 2010

FINALI NAZIONALI UNDER 15 A BORMIO
FORTITUDO BOLOGNA-COMARK BERGAMO 66-42


Finali Nazionali Under 15 d'eccellenza - 3° giornata
Fortitudo Bologna-Comark Bergamo 66-42


Fortitudo: Secchi, Ventura S.14, Ventura A.2, Mastellari 9, Fiori 11, Consolo 2, Foraboschi 4, Basile 7, Ghiacci 8, Pedroni 9, Gnan, Corbelli. All. Politi
Comark: Franzosi, Flaccadori 2, Scaini 4, Finulli, Lussana, Esposito 2, Farella 3, Ripamonti 7, Donadoni 5, Gerosa 12, Viviani 2, Spatti 5. All. Zambelli

Parziale dei quarti: 17-13; 20-12; 12-7; 17-9

cronaca dal sito del CRL:

Impone la legge della sua difesa di granito la Fortitudo Bologna di Federico Politi. I biancoblù emiliani superano con autorità l’ostacolo Bergamo nello “spareggio” per il secondo posto del girone C, conquistando il posto tra le prime otto d’Italia a scapito di una Comark “tradita” da un’altra prestazione balistica decisamente modesta (2/14 da 3 e soprattutto un modesto 10/33 ai liberi). Compiuta la missione-qualificazione ora i bolognesi proveranno a fermare la marcia della Vis Nova Roma “reginetta” del girone D nel quarto di finale in programma domani a Cepina (ore 18).

Equilibrio in avvio con la Comark che sfrutta la verve di Gerosa (8 punti nel primo quarto) per fare l’andatura (9-11 al 7’); l’attacco orobico gira però troppo spesso a vuoto e la Fortitudo piazza il primo affondo a cavallo tra primo e secondo quarto, con un pungente Fiori a colpire in transizione e dall’arco per il 12-0 in 4’ che vale il 26-13 del 13’. Massimo vantaggio bolognese il più 15 del 17’, poi i ragazzi di Zambelli danno segnali di ripresa nel finale del primo tempo con un dardo di Farelli che sembra poter sbloccare i bluarancio (37-25 al 30’). Nella ripresa la Comark alterna più volte le difese e prova a scuotersi con la tripla iniziale di Gerosa (39-29 al 23’), ma nelle file della Fortitudo inizia a salire in cattedra il leader Basile, che in una giornata offensivamente non esaltante si ritaglia spazi da protagonista in altre caselle dello scout.

Un dardo di Mastellari rilancia la fuga bolognese (44-30 al 27’), ed i soli 8 punti segnati nel terzo quarto penalizzano gli sforzi degli orobici (49-33 al 30’). Partita chiusa in largo anticipo con gli ispirati Simone Ventura e Mastellari che affonda i colpi in sospensione (54-35 al 34’); la Comark chiude alla poco esaltante media di poco più di un punto al minuto con la stellina Spatti (2/5 da 2 e solo 1/9 ai liberi) ben limitato dalla grintosa retroguardia bolognese.

SUPERBASKET SI OCCUPA DI BLUOROBICA
BERGAMO: LA SCUOLA DEI CAMPIONI


Neanche i più ottimisti appassionati della pallacanestro a Bergamo avrebbero mai immaginato che la rivista specializzata numero uno per la pallacanestro in Italia, Superbasket, potesse dedicare quattro pagine di speciale per il settore giovanile della cittadina orobica.

Davvero un risultato straordinario che si va ad aggiungere ai molti ottenuti in questi otto anni di attività per la Comark Bergamo. Passare agli onori della cronaca, grazie soprattutto agli ultimi risultati di Under 19 (terzi) e Under 17 (secondi) nelle ultime Finali Nazionali, ottenendo riconoscimenti importanti, come appunto l'articolo in questione redatto magistralmente da Mirco Melloni, rende chiaro e lampante a tutti, ciò che per i tesserati Bluorobica e per i suoi sostenitori, era già motivo di sfida e di orgoglio già da qualche giorno, mese, anno.

Ringraziamo ovviamente Superbasket dello spazio dedicato, per una Società emergente come la nostra, comunque ancora a conduzione familiare, che pur trovando dentro se stessa, prima che dai titoli sui giornali, la forza per proseguire nella sua mission, apprezza i riconoscimenti disinteressati e importanti come quello che potete vedere nelle foto allegate.


lunedì 28 giugno 2010

ANDREA BARGNANI SCEGLIE ROBERTO MARULLI
AL CAMP DELLA NIKE 1-4 LUGLIO 2010


Andrea Bargnani ha scelto anche Roberto Marulli, classe 91, play della Bluorobica, per lo svolgimento, nel prossimo fine settimana, del Super Camp organizzato dalla Nike, di cui Bargnani è testimonial e a cui prenderanno parte tra gli altri anche Marco Belinelli e Ettore Messina.

Si svolgerà infatti a Jesolo dal primo al quattro luglio il Camp organizzato dalla Nike e voluto fortemente da Andrea Bargnani, con 14 giovani giocatori di talento italiani (nati negli anni 91-92-93) a cui il Mago (e la Nike) hanno chiesto di partecipare.

Articolo di presentazione pubblicato sulla gazzetta.it

Articolo da tuttobasket.net

Questi i convocati: Bernardi Riccardo, Ingrosso Tommaso, Cervi Riccardo, Laganà Marco, Udom Mattia, Germani Enrico, Giovara Edoardo, Botteghi Nicolò, Ricci Antonello, Marulli Roberto, Lombardi Eric, Duranti Bruno.

FINALI NAZIONALI UNDER 15 A BORMIO
COMARK BERGAMO-SMG LATINA 57-76


Finali Nazionale Under 15 d'eccellenza - 2° giornata
Comark Bergamo -SMG Latina 57-76 (37-39)


Comark: Franzosi, Flaccadori 8, Scaini ne, Finulli 4, Lussana ne, Esposito 5, Farella 4, Ripamonti 4, Donadoni 12, Gerosa 10, Viviani ne, Spatti 10. All. Zambelli
Latina: Nuccitelli, Caldarozzi 3, Di Pietro, Di Gennaro 27, Giancarli 19, Giora, Tiscione 3, Carboni 7, De Zardo 11, Saputo 2, Di Casola, Mustacchio 4. All. Lico

Parziale dei quarti: 21-15; 16-24; 10-25; 10-12

Non riesce l'impresa al gruppo Under 15 della Comark nella seconda giornata delle Finali Nazionali a Bormio. Il gruppo allenato da Mauro Zambelli, offre ai presenti 18 minuti di ottimo basket e vola (anche grazie a ottime percentuali da oltre l'arco) ad un poco preventivato più 10, prima della seconda sirena.

Si spegne la luce in casa Comark con Donadoni e Spatti seduti a rifiatare. Latina ne approffitta e innesta le marce alte nella ripresa, sfiancando i Blu con una zona 1-3-1 molto efficace.

Domani gara senza appello contro Fortitudo Bologna, alle ore 16.45 presso il Palazzetto Pentagono.

domenica 27 giugno 2010

FINALI NAZIONALI UNDER 15 A BORMIO
COMARK BERGAMO-KOLBE TORINO 78-71




Finali Nazionali Under 15 - 1° giornata
Comark Bergamo - Kolbe Torino 78-71 (40-37)

Comark: Franzosi P., Flaccadori 10, Scaini 2, Finulli 8, Lussana, Esposito 7, Farella 7, Ripamonti 5, Donadoni 7, Gerosa 21, Viviani, Spatti 11. All. Zambelli
Torino: Vialardi, Liso, Bussolino 2, Pasquero, Russano 11, Marocco, Caratozzolo 26, Larizzate 7, Giraudi 8, Quaranta 11, Vai 6, Colombatto. All. Saggiorato

Arbitri: De Pasquale di Cesena e Toffanin di Ferrara

Parziale dei quarti: 19-15, 21-22, 17-19, 21-15

Note: Uscito per 5 falli Ripamonti (Comark). Tiri liberi Comark 13/26, Torino 13/20. Falli commessi Comark 22, Torino 24. Triple Comark 1/9 (Esposito 1), Torino 4/21 (Caratozzolo 3, Quaranta 1). Timeout Comark 1, Torino 5. Durata della partita 1h e 38min.

Prossimo turno: Lunedì 28 Giugno, Palestra Pentagono, ore 15, seconda giornata contro Latina
Strappa con le unghie e con i denti il primo referto rosa la spedizione Under 15 grazie ad un brillante finale di partita.
Bloccati da un'eccessiva emozione per l'esordio alle Finali Nazionali, i Blu sfornano una partenza deficitaria sul piano dell'intraprendenza e della presenza mentale, concedendo le redini di gioco e punteggio ai campioni piemontesi del Kolbe Torino.
Malgrado l'inferiorità sul piano dell'energia e dell'attenzione difensiva, Donadoni e compagni restano a contatto nella prima metà (anche con qualche lunghezza di vantaggio) grazie alle giocate di potenza di Gerosa e all'eccellente impatto dalla panchina di Esposito.
Ancora brutti i segnali nel terzo quarto quando Torino, alimentata dalla precisione dalla lunga di Caratozzolo, prende tutta l'inerzia della gara e qualche pericoloso punto di margine.
Ci pensa ancora Gerosa a dare una svolta, mettendo la museruola al bomber piemontese: i Blu trovano così coraggio ed entusiasmo per invertire il trend e riprendere il comando in chiusura di terzo quarto.
Sembra tutto facile e finito quando Flaccadori, Donadoni e un ritrovato Spatti siglano il più tredici a quattro minuti dal termine, ma i brividi non sono ancora finiti: la Comark subisce un paio di canestri e va nel pallone, aiutando il break immediato che porta Torino a meno 4 con grande ottimismo per compiere la rimonta.
E' un provvidenziale 2/2 dalla lunetta di Scaini a cacciare di nuovo indietro i biancorossi e a restituire la fiducia necessaria per concretizzare la prima importantissima vittoria nel girone.
Rotto il ghiaccio, domani servirà maggiore spensieratezza e più cuore per mettere i giusti grattacapi alla formazione di Latina, vincente di 9 lunghezze sulla Fortitudo Bologna.
L'appuntamento è alle ore 15 al Pentagono.

sabato 26 giugno 2010

SUMMER CAMP 2010
NOTE ORGANIZZATIVE PER LA PARTENZA


COMUNICAZIONE PER LA PARTENZA

Il gruppo che parteciperà alla 1^ settimana (dal 29/06 al 05/07) partirà Martedì 29 giugno alle ore 9,30 dal Pala Facchetti di Treviglio, Via Del Bosco. Ritrovo ore 9,00 con la massima puntualità.

Il gruppo che parteciperà alla 2 settimana (dal 05/07 al 11/07) partirà Lunedì 5 luglio alle ore 9,30 dal Pala Facchetti di Treviglio, Via Del Bosco. Ritrovo ore 9,00 con la massima puntualità.

Il pranzo al sacco sarà fornito dall'organizzazione della Scuola Basket Treviglio che comunica inoltre che sul pulmann non si potranno portare zainetti e borse contenenti cibo o bevande.

giovedì 24 giugno 2010

FINALI NAZIONALI UNDER 15 A BORMIO
BLU ALLA CONQUISTA DEL PROPRIO DESTINO


Sempre più imminente l'ultimo atto di una stagione lunga e ricca di soddisfazioni per i colori orobici: partirà Sabato alla volta di Bormio la formazione Under 15 impegnata nelle Finali Nazionali di categoria.

Donadoni e compagni, giunti tramite l'agrodolce interzona di Sant'Agostino nelle migliori sedici squadre d'Italia, sono stati inseriti in un girone difficile ma non impossibile:

l'esordio di Domenica (ore 18.45 a Cepina) vedrà i Blu affrontare i campioni Piemontesi del Kolbe Torino. Squadra dal gioco veloce e basato sugli esterni, la compagine piemontese giunge a Bormio dopo avere sconfitto a sorpresa Moncalieri nella finale regionale ed avere colto il secondo posto dietro il Basket San Lazzaro nel concentramento 8, eliminando Messina e Loano. Elementi di spicco Nicolò Caratozzolo e Davide Quaranta, inseriti dal proprio Comitato Regionale nelle selezioni sull'annata 95.

Quattro le lombarde presenti a Bormio, come quattro saranno le emiliane: per ogni girone quindi una emiliana e una lombarda. Alla Comark è toccato l'incrocio con la Fortitudo Bologna. Piacevole rivincita tra le due squadre, già affrontatesi quest'anno nel Torneo Gallo giocato nella sosta Natalizia. A Gallo finì con una vittoria bergamasca dopo due supplementari, ma il risultato passato è poco indicativo: i Blu erano privi di Gerosa e ancora agli albori del processo di crescita intrapreso nel 2010, mentre la Fortitudo vantava l'eccellente assenza di Niccolò Basile, guardia pugliese già protagonista nel campionato Under 17.
Per la Fortitudo, chiusa la stagione regolare con lo status di Emilia3, primo posto nel concentramento 7, battendo Aretusa e San Cesareo per poi cedere nell'ormai inutile chiusura contro l'eliminato Scavolini Pesaro.

Conclude il quadro lo Sport Management Group Latina, anch'esso vecchia conoscenza a livello Under 14 della Comark, eliminata proprio dai laziali arancioneri ai quarti di finale del Torneo Zanatta. Latina ha chiuso al terzo posto alla Final Four laziale, dove non ha potuto giocare la finale per il primo posto a causa delle sconfitte di misura patite nella fase precedente dalla Vis Nova Roma, campionessa laziale e favorita numero uno per la conquista del titolo nazionale. Per Latina qualificazione a Bormio ottenuta dopo un ottimo tre su tre e conseguente primo posto nel concentramento 1: battute Caserta, Desio e Laipacco.

Giunge quindi al palcoscenico più importante il sogno di Donadoni e compagni: servirà che ognuno tragga il meglio da se stesso per poter impensierire le avversarie e dimostrare anche quest'anno di essere diventati in maglia Blu giocatori e persone migliori.

mercoledì 23 giugno 2010

RASSEGNA STAMPA COMARK BERGAMO
DA L'ECO DI BERGAMO DI MERCOLEDI' 23 GIUGNO


Pubblichiamo l'articolo apparso sul quotidiano orobico L'Eco di Bergamo, riguardo alla spedizione provinciale di Bergamo nell'ambito della selezione che ha preso parte al Torneo Bulgheroni a Bormio. Della spedizione infatti hanno fatto parte diversi tesserati Bluorobica.

Per leggere l'articolo basta cliccare sull'immagine.

RASSEGNA STAMPA COMARK BERGAMO
DAL SITO DEL CRL INTERVISTA A RAGNOLINI


dal sito del Comitato Regionale Lombardo

FINALI NAZIONALI UNDER 15 MASCHILI - Sale l'attesa per le finali di Bormio. Ragnolini: "Appuntamento importante sul piano tecnico e sociale".

Sale l’attesa per l’edizione 2010 delle finali nazionali Under 15 che dal 27 giugno al 3 luglio faranno di Bormio la capitale del basket giovanile italiano. Ufficializzati i gironi eliminatori ed il programma delle gare da parte del Settore Giovanile, è ormai tutto pronto in vista della cerimonia d’inaugurazione prevista per la serata di sabato e le gare inaugurali della prima fase che si giocheranno nella giornata di domenica tra l’accogliente palasport Pentagono e la nuova palestra scolastica di Cepina. Anche quest’anno l’atto conclusivo della stagione per il torneo riservato alle annate 1995 e 1996 rappresenterà il fiore all’occhiello dell’attività organizzata dal C.R.L., che dopo le “prove generali” già svolte in occasioni del Trofeo Bulgheroni metterà in campo tutte le sue forze ed un bagaglio di esperienza ormai consolidato negli anni da “padrone di casa” (quella in programma la prossima settimana sarà la settima finale giovanile consecutiva organizzata a Bormio, partendo dall’annata 2004 con le Under 14 femminili).

“Anche quest’anno la Valtellina si ripropone ai vertici della pallacanestro giovanile sfruttando una macchina organizzativa ormai ben rodata che ci consente di proseguire sulla linea della continuità nel riproporre Bormio come luogo ideale per queste finali – conferma il Presidente del C.R.L. Enrico Ragnolini –. Auguro a tutte le partecipanti di mettere in campo tutte le loro qualità tecniche ed agonistiche per concorrere al successo del titolo italiano, ma allo stesso tempo di cogliere anche l’aspetto relazionale e convidivere una grande esperienza di crescita con gli atleti presenti a Bormio. Sicuramente le finali rappresentano un’opportunità di confronto tecnico ma allo stesso tempo anche di socializzare con pari età di estrazione geografica diversa; l’auspicio è che la settimana delle finali sia vissuta da tutti come una grande festa dello sport”.

E in corrispondenza delle finali Under 15 l’esercito degli atleti presenti in Valtellina avrà l’occasione di vedere all’opera da vicino i campioni della Nazionale A, che da mercoledì prossimo sarà al lavoro sui campi delle finali per preparare l’appuntamento con le qualificazioni ai prossimi Europei (l’Italia giocherà un Challenge Round dal 2 al 26 agosto con Montenegro, Lettonia, Finlandia ed Israele). Per i ragazzi delle annate 1995 e 1996 che per la prima volta in carriera giocheranno per un titolo italiano seguire dal vivo gli azzurri di Simone Pianigiani avrà un forte valore simbolico:

“La presenza della Nazionale A sarà un ulteriore motivo di interesse per i ragazzi, confermando la qualità di campi di prim’ordine come quelli di Bormio e Cepina: sullo stesso parquet sul quale si alleneranno gli azzurri si misureranno anche i protagonisti delle nostre finali, sicuramente un bello stimolo per questi ragazzi che potranno vivere a stretto contatto con gli elementi della Nazionale Maggiore. Di fatto si crea una sorta di collegamento tra i due estremi di una carriera: l’Under 15 è la prima categoria Open che assegna un titolo italiano, mentre la selezione azzurra è il punto di arrivo cui ogni giocatore spera di arrivare ai vertici dell’attività agonistica. Per una settimana i ragazzi delle finali potranno sognare vedendo all’opera i campioni della Nazionale…”.

Il presidente Ragnolini dedica infine un augurio particolare alle quattro portacolori lombarde che si sono qualificate per le finali di Bormio:

“Il fatto che il 25 per cento delle squadre in lizza per lo scudettino siano rappresentanti della Lombardia ribadisce la bontà del lavoro che le nostre società svolgono sul territorio e la qualità dei nostri istruttori. Però non ci accontentiamo di questo risultato comunque positivo; il sogno è quello che le nostre squadre possano andare più avanti possibile nel rispetto dei valori generali di queste finali”.

Così i gironi eliminatori ed il programma della prima giornata:
GIRONE A: Reyer Venezia, Basket Rimini Crabs, Pall. Olimpia Milano, Basket San Cesareo
GIRONE B: Basket Save My Life San Lazzaro, Montepaschi Siena, Campus Varese, Moncalieri Bkballschool
GIRONE C: Fortitudo Pallacanestro Bologna, Sport Management Group Latina, Blu Orobica Bergamo, Kolbe Torino
GIRONE D: Vis Nova Basket Roma, Benetton Treviso, Virtus Bologna, Aurora Desio

PROGRAMMA 1° TURNO (domenica 27/6)
CAMPO “A” (Palazzetto Pentagono, Bormio)
GIRONE A: ore 10,30 Reyer Venezia-Crabs Rimini; ore 18,45 AJ Milano-Basket San Cesareo
GIRONE B: ore 15 Basket Save My Life San Lazzaro-Montepaschi Siena; ore 16,45 Campus Varese-Moncalieri.
CAMPO “B” (Palestra scuola Cepina)
GIRONE C: ore 10,30 Fortitudo Bologna-SMG Latina; ore 18,45 Blu Orobica-Kolbe Torino.
GIRONE D: ore 15 Vis Nova Roma-Benetton Treviso; ore 16,45 Aurora Desio-Virtus Bologna.

martedì 22 giugno 2010

RASSEGNA STAMPA COMARK BERGAMO
DALL'ECO DI BERGAMO DI MARTEDI' 22 GIUGNO


Coach Schiavi: «Gruppo da elogiare». La Comark brinda al ko. La finale nazionale U17 è record bergamasco

Il secondo posto conquistato dalla Comark BluOrobica Bergamo nelle finali nazionali Under 17 maschile d'Eccellenza giocate nei giorni scorsi a Vasto, in provincia di Chieti, è il miglior risultato mai ottenuto da una compagine giovanile della nostra provincia in una finale nazionale. È stato infatti migliorato il terzo posto ottenuto dalla stessa BluOrobica poche settimane orsono con gli Under 19 e tre anni fa con gli Under 17.

«È un risultato storico per il settore giovanile orobico e la città di Bergamo - afferma Andrea Schiavi, head coach dei bluarancio -. Un risultato figlio di una programmazione e una gestione di alto profilo, anche se il nostro budget non è nemmeno paragonabile con quelli delle società di serie A1 o LegaDue (Siena, Treviso, Biella, Bologna, Casale Monferrato) con cui ci si siamo misurati. Emozioni forti e grandi risultati da parte di un gruppo che è da elogiare, soprattutto negli elementi che hanno avuto meno spazio per mettersi in mostra».

Nella finale con la corazzata Monte Paschi Mens Sana Siena la squadra di Treviglio ha pagato emozione e stanchezza: «Loro - spiega ancora l'allenatore - sono senza dubbio più forti di noi. Nelle fasi iniziali della finalissima non abbiamo avuto giocate importanti e ci siamo un po' demoralizzati. Sicuramente nelle giornate precedenti abbiamo speso tanto, molto di più dei nostri avversari, team molto profondo, conseguenza di un reclutamento su scala nazionale, non locale come il nostro».

Ricordiamo che nel girone eliminatorio la Comark ha prevalso su Venezia Giulia Muggia (73-68; Tomasini 19, Carnovali 17, Franzoni ed Orlandi 10) e Palestrina (83-75; Carnovali 23, Spatti 18, Franzoni 10) perdendo con la Mens Sana Siena (70-82; Carnovali 27, Franzoni 10, Orlandi 9). Nei quarti di finale è stata battuta Biella (68-67; Carnovali 19, Nava 13, Tomasini 11), mentre in semifinale è stata superata Casale Monferrato (80-78; Carnovali 21, Nava e Tomasini 16); la finalissima ha visto la Mens Sana Siena imporsi 84-53 (Carnovali e Tedoldi 17).

Della compagine allenata da Andrea Schiavi, coadiuvato da Alberto Dominelli e Mauro Zambelli, facevano parte Marco Azzola, Mattia Franzoni, Davide Franzosi, Edoardo Giosuè, Andrea Leone, Andrea Mazzucchelli, Francesco Nava, Matteo Orlandi, Alessandro Spatti, Marco Tedoldi, Simone Tomasini, Sergio Ubbiali e Tommaso Carnovali, inserito nel quintetto ideale, secondo scorer (20.6) e miglior rimbalzista difensivo (8.0) della manifestazione.
Germano Foglieni

lunedì 21 giugno 2010

FINALI NAZIONALI UNDER 17 A VASTO
LETTERA APERTA DI COACH ANDREA SCHIAVI


Riceviamo e pubblichiamo la lettera scritta da Andrea Schiavi, coach del gruppo Under 17 Comark, ai suoi ragazzi alla fine della kermesse di Vasto.

Avevamo un sogno da realizzare. Insieme volevamo scrivere pagine epiche della Pallacanestro a Bergamo e non solo. Volevamo a tutti i costi cercare il meglio per noi, per i nostri cari e per tutti gli amici Blu. La sceneggiatura scritta in questi anni, mesi, giorni è stata perfetta. Il miglior film che potevamo pensare di interpretare sulla nostra storia e sulle nostre vite unite sotto il segno della passione in comune per il Basket. E allora:

1) Grazie per il risultato storico e meritato che abbiamo raggiunto alle Finali di Vasto. Tanta crescita individuale e di squadra. Allenamenti duri e meno duri, partite e tornei da una parte all'altra d'Italia, trasporti e vita insieme all'insegna di amicizia, buon umore e qualche normale "sclerata"... tante belle cose che ci hanno portato in questi giorni ad avere il meglio. La strada per raggiungere l'obiettivo è sicuramente stata più importante dell'obiettivo stesso. Il nostro miglioramento come persone prima e come giocatori-allenatori dopo è il percorso fatto in queste settimane.

2) Grazie perchè a livello personale mi avete fatto (ri)vivere emozioni forti e sensazioni uniche che porterò nello scrigno dei miei ricordi più belli da qui fino a che campo. Sono veramente felice e orgoglioso di essere stato l'allenatore di persone speciali e di un gruppo fantastico. Grazie alla nostra (vostra) "normale follia" siamo riusciti nell'intento di migliorare, ognuno nella sua parte, ognuno rinunciando a qualcosa per darlo agli altri.

3) Grazie soprattutto a tutti quelli che in questi anni, mesi e ultimi giorni hanno messo a disposizione tutto se stessi per cercare di essere migliori come gruppo e come squadra. Voglio ringraziare particolarmente, e lo faccio con estrema gratitudine, chi in questi ultimi giorni, durante le Finali Nazionali ha giocato poco o nulla. In questi mesi avete aiutato il gruppo a progredire, siete migliorati voi stessi e più in generale avete sempre dato tutto, ricevendo poco in cambio. Essere felici versando lacrime di gioia come successo in questi giorni, oltre che farvi onore, vi fa entrare di diritto (per quanto mi riguarda) nel novero dei ricordi più belli e delle persone speciali che certamente non dimeticherò. Grazie ancora.

Ognuno di noi ha dall'inizio dell'anno pensato e immaginato come obiettivo queste Finali Nazionali, cercando e trovando spunti di motivazione e di crescita che puntualmente si sono verificati. Ognuno si è prodigato per raggiungere quello che aveva immaginato e il percorso fatto è la vera vittoria che conta davvero. Non dimenticate che l'obiettivo raggiunto è la strada percorsa, non una finale 1°-2° posto persa seppur malamente.

Solo il quotidiano esercizio protratto nel tempo con efficacia e competenza porta a frutti inseprati come appunto il bel risultato di Vasto.

Fissate nella mente la data del 20 giugno 2010 non come una data di una sconfitta che pesa, ma come il miglior ricordo di un percorso importante pieno zeppo oltre che di passione per la Pallacanestro anche di amici sinceri, compagni di squadra veri e di una sana allegria coinvolgente e motivante.

Grazie ancora e un abbraccio forte agli atleti: Andrea, Teo, Leo, Marco, Roby, Edo, Fra, Tedo, Tia, Tommy, Simo, Sergio, Davide, Ale e a tutto lo staff: Alberto, Ale, Mauro, Paolo, Carlo, Piero e Gianni.


Intervista video a fine partita da parte di fip.it

LA STORIA FOTOGRAFICA DELLA FINALISSIMA
COMARK MEDAGLIA D'ARGENTO UNDER 17



Pubblichiamo con piacere la storia fotografica della gara di finale tra Comark Bergamo e Montepaschi Siena giocata domenica sera a Vasto. Emozioni forti quelle vissute dai Blu nel tour de force delle Finali Nazionali di categoria con otto giorni di soggiorno a Vasto a cementare ancora di più un gruppo davvero strordinario.

Proprio la solidità del gruppo e l'amiciza profonda che ha fin da subito legato queste persone uni agli altri è caratteristica pecuniaria e importante per confermare un risultato oltre che storico anche davvero meritato.

Arrivare secondi in Italia contro ogni legittimo pronostico, rappresenta nei fatti e nel percorso svolto già una vittoria molto importante. Farlo poi con il sorriso sulle labbra, come da sempre questo gruppo ha vissuto le proprie esperienze sportive, è ancora più bello e significativo.

Grazie alla collaborazione con Roberto Marulli, ecco a voi i migliori scatti della finale. Buona visione.



















FINALI NAZIONALI UNDER 17 A VASTO
ECCO I SEI MIGLIORI DELLE FINALI NAZIONALI


La Federazione e il Comitato Organizzatore dopo aver sentito il parere dei quattro allenatori delle quattro squadre finaliste hanno premiato il miglior quintetto ideale delle finali con la presenza dei soli giocatori delle prime squadre classificate. Per i giocatori i premi sono andati a:

Diego Monaldi (Montepaschi Siena)
Giovanni Severini (Montepaschi Siena)
Amedeo Della Valle (Casale Monferrato)
Tommaso Carnovali (Comark Bergamo)
Amedeo Tessitori (Virtus Siena)

La Famiglia Monti (a cui è intitolato il Campionato Under 19 d'eccellenza) ha voluto premiare anche il Miglior Allenatore della kermesse di Vasto e giustamente il premio è andato a: Umberto Vezzosi della Virtus Siena.

RASSEGNA STAMPA COMARK BERGAMO
A VASTO COMARK AL SECONDO POSTO IN ITALIA


Pubblichiamo tutta la rassegna stampa della finalissima Under 17 giocata domenica sera a Vasto tra la Comark Bergamo e Montepaschi Siena.

da fip.it

Si erano già affrontate nella seconda giornata della prima fase nel Girone A: Montepaschi Siena e Comark Bergamo si conoscono e si stimano. Appena cinque giorni fa vincevano i senesi 82-70 una gara incanalata nei binari biancoverdi nei primi due quarti. A Bergamo il secondo tempo, ma lo sforzo non è bastato.
Stavolta in palio c’è lo Scudetto. Il coach bergamasco Andrea Schiavi è stato categorico: “O primi o terzi. Il secondo posto non esiste”. Concentratissimo il mensanino Campanella che dopo la semifinale ha chiesto ai suoi di pensare a Bergamo appena dopo la doccia.
Gli ingredienti per una finale avvincente ci sono tutti: Comark e Montepaschi giocano di squadra, non mollano mai, hanno roster talentuosi e uomini in grado di cambiare il volto del match in qualsiasi momento.
In cronaca: Udom spezza il ghiaccio dalla lunetta dopo un inizio convincente di Bergamo. Monaldi in contropiede firma il 4-0 in un amen. I ragazzi di Schiavi sono imprecisi nelle conclusioni lunghe e sprecano troppo sotto canestro. La Mens Sana ringrazia e vola con la tripla di Sorrentino. Tripla anche per Carnovali, che finalmente sporca il tabellino della Comark (9-3). La partenza bruciante dei biancoverdi toglie il fiato ad una Bergamo contratta e spaurita: timeout lombardo sul 16-5. Non urla Schiavi in panchina. E’ calmo e lucido: sa bene che i suoi sono abituati a riaprire situazioni complicate. Lo hanno fatto per tutto il torneo. Hanno le qualità per farlo anche contro la Montepaschi in finale. Nel frattempo però gli uomini di Magro si allontanano sempre di più e il solito Monaldi firma il massimo vantaggio (+18, 23-5) con il suo 9 centro. Riordinate le idee Bergamo fa 10-0, alzando il morale e dando ai numerosi spettatori accorsi al PalaBCC prospettive nuove riguardo una finale che sembrava a senso unico. La bomba di Carnovali sulla sirena del primo quarto fa 25-18. Sotto canestro Siena domina con 16 rimbalzi conquistati contro i 5 di Bergamo.
Ci vogliono due minuti nel secondo quarto prima di vedere un canestro: lo firma Bianchi per la Montepaschi. A sbagliare di più adesso è Siena, che lascia troppo spesso le plance agli avversari. Nel complesso la seconda frazione è più equilibrata e anche più bella da vedere, nonostante si viaggi a medie realizzative più basse rispetto ai primi dieci minuti. La tripla di Severini (42-27) frustra ancora le velleità di rimonta dei bergamaschi.
Il terzo quarto fila via a favore di Siena, che a metà tempo si issa a +20 (38-58). Nonostante il largo vantaggio la Mps rimane concentrata e non regala nulla. Il miglior uomo di Schiavi, Tommaso Carnovali, raggiunge il quarto fallo personale a due del termine, così come Orlandi. Sulla sponda opposta Magro non ha problemi di rotazione e può dar fondo a tutte le sue risorse. Il 65-42 che chiude il terzo quarto è abbastanza eloquente.
Gli ultimi 10 minuti sono una passerella per Siena e per il suo bomber Monaldi, che con la sua rapidità allarga la forbice Montepaschi fino a +29 (79-50). Alla fine saranno 31 (53-84).
Alla Montepaschi lo scudetto Under 17.

dal sito del CRL

Si ferma sull’ultimo ostacolo la lunga galoppata della Comark Bergamo alle finali Under 17 di Vasto. I ragazzi di Andrea Schiavi alzano bandiera bianca nella finalissima contro la Montepaschi Siena, che trascinati dal talento dell’infallibile Monaldi vola verso l’ennesimo alloro giovanile delle ultime stagioni; ma arrivare comuqnue a giocarsi il titolo italiano contro la supercorazzata biancoverde è comunque motivo di vanto per il piccolo club dilettantistico lombardo che aveva finto la fase regionale Open organizzata dal CRL. Nel “remake” della sfida già disputata nella fase eliminatoria (82-70 per la MPS nella seconda giornata) la Blu Orobica è arrivata con le ultime gocce di benzina nel serbatoio dopo le dispendiosissime sfide dei giorni scorsi contro Biella e Casale Monferrato. “Le energie psicofisiche spese nei quarti ed in semifinale ci hanno prosciugato e non siamo riusciti ad opporci alla superiore carica agonistica di Siena – ammette Schiavi a fine gara – Resta comunque la grande gioia per un risultato storico per una realtà come la nostra che ha soltanto 7 anni di attività alle sue spalle: il secondo posto degli Under 17 dopo il terzo degli Under 19 gratifica gli sforzi della società e ci dà nuove motivazioni per continuare a credere a lavorare sul settore giovanile, auspicando che dopo le annate 1991 e 1993-94 ci siano altri gruppi in grado di poter compiere cicli così esaltanti”. Il tecnico varesino accetta di buon grado la prima sfida tricolore persa della sua carriera nell’analisi complessiva delle finali di Vasto; onestamente troppo elevato il gap fisico nei confronti della MPS per poter reggere l’urto per 40’ (basti pensare all’eloquente 5-16 dei rimbalzi nei primi 10’…). La Comark ha saputo reagire al primo affondo (10-0 rapido sulla spinta di Tommaso Carnovali – votato nel quintetto ideale del torneo – dopo il 5-23 del 7’), ricucendo con l’energia dei suoi esterni fino al 23-27 del 15’. Poi Siena ha alzato il volume in difesa, allungando con autorità già all’intervallo (27-42 al 20’ con tripla allo scadere di Severini) e dilagando nella ripresa dopo il precoce quarto fallo dell’ala della Comark (42-65 al 30’). Chiusa l’avventura degli Under 17, ora l’obiettivo si sposta sulle finali Under 15 della prossima settimana (i maschi a Bormio dal 27 giugno al 3 luglio col poker Campus Varese-Comark Bergamo-Desio-AJ Milano; le femmine a Quartu Sant’Elena dal 28 giugno al 4 luglio con Geas Sesto San Giovanni, Basket Femminile Biassono, Assi Cremona, Pro Patria Busto Arsizio e Comense).

dal sito Histonium.net

Festa tricolore 'bis' per la Montepaschi Siena che si laurea, dopo la conquista dell'ennesimo titolo della massima serie, anche Campione d’Italia Under 17. Luccicante risultato che fa seguito al secondo posto della scorsa stagione alle spalle della Scavolini Pesaro. Netta l'affermazione dei senesi che battono 84-53 la Comark Bergamo. Gara in pugno alla Montepaschi di coach Alessandro Magro sin dalle prime battute di gioco. Ed alla fine è stata grande la gioia, sul parquet dei ragazzi e dello staff societario e tecnico e sugli spalti dei tifosi, per la conquista del tricolore. Al terzo posto un'altra squadra di Siena, la Virtus, che ha avuto la meglio nella finale 3°/4° posto di Casale Monferrato. Buona la cornice di pubblico al PalaBCC in questo atto finale della competizione e grande soddisfazione degli organizzatori dell'appuntamento, in particolare del presidente dell'associazione Vasto Basket Giancarlo Spadaccini. Tra i presenti Lorenzo Bernardi, pallavolista di fama mondiale e papà di Riccardo, giovane talento della Benetton Treviso, anch'essa in gara a Vasto. Le partite del PalaBCC sono state diffuse in diretta streaming sul sito della Federazione Italiana Pallacanestro grazie alle telecamere e agli operatori di Trsp Vasto.

N.B.: nell'articolo ampio servizio fotografico della manifestazione

FINALI NAZIONALI UNDER 17 A VASTO
COMARK BERGAMO-MONTEPASCHI SIENA 53-84


Finali Nazionali Under 17 d'eccellenza - Finale 1°-2° posto
Comark Bergamo-Montepaschi Siena 53-84 (27-42)


Comark: Mazzucchelli, Orlandi 9, Leone, Azzola, Giosuè, Nava 6, Tedoldi 17, Franzoni 4, Carnovali 17, Tomasini, Franzosi, Spatti. All. Schiavi
Siena: Antonini, Mazzi 3, Maggiorelli, Sorrentino 10, Spina 6, Bianchi 15, Monaldi 27, Mugnaioli, Mascagni, Papi 3, Udom 8, Severini 12. All. Magro

Arbitri: Portluri Luciano e Yang Yao Daniel di Verona

Parziale dei quarti: 18-25; 9-17; 15-23; 11-19

Statistiche Comark: tiri da due 10/31; tiri da tre 7/27; tiri liberi 12/27; Rimbalzi difensivi 22 (Tomasini 5) offensivi 8 (Tomasini 2, Franzoni 2) Palle perse 22 (Tomasini 6) recuperate 14 (Tedoldi 5); Assist 4 (Leone 2, Tomasini 2).

Classifica Finale: 1°) Montepaschi Siena - Campioni d'Italia 2010 Under 17; 2°) Comark Bergamo; 3°) Virtus Siena 4°) Junior Casale Monferrato

RASSEGNA STAMPA COMARK BERGAMO
DALL'ECO DI BERGAMO DI DOMENICA 20 GIUGNO


Under 17 A Vasto batte Casale Monferrato e oggi cerca il trionfo contro Siena Comark, impresa storica: finale scudetto

La squadra U17 della Comark BluOrobica Bergamo 80 Junior Casale Monferrato 78

Comark bluorobica: Mazzucchelli, Orlandi 3, Leone 2, Ubbiali, Giosuè, Nava 16, Tedoldi 12, Franzoni 6, Carnovali 21, Tomasini 16, Franzoni, Spatti 4. All. Schiavi. Tiri liberi 16/31.

Nuovo storico risultato della pallacanestro giovanile bergamasca: superando di misura, in una serrata e combattutissima semifinale, il Casale Monferrato, la Comark BluOrobica Bergamo ha guadagnato l'accesso alla finale scudetto della categoria U17 maschile. I bluarancio affronteranno stasera alle 20,30 la Montepaschi Siena, vincitrice del derby con la Virtus (74-64). Ieri partenza in salita (7-7 al 5'; 20-9 al 10'; 25-11 al 12'), poi i bergamaschi risalivano grazie a Carnovali, Nava e Tedoldi (31-18 al 15'; 39-36 al 20'; 52-52 al 27'). Una tripla di Nava valeva il sorpasso (52-55 al 28'), Carnovali e Tomasini siglavano il break (56-60 al 30'; 61-68 al 33'), amministrato bene nel finale. Nella Comark (14/36 da due; 12/25 da tre) brillanti soprattutto Carnovali (4/12; 10/16 ai liberi e 10 rimbalzi), Tomasini (7/15 e 8 rimbalzi), Tedoldi (5/7) e Nava (5/5 da tre).
Ger. Fo.