domenica 28 febbraio 2010

CAMPIONATO SERIE C REGIONALE
PALL. DELL'ADDA-BORGO BASKET BERGAMO 75-76


Campionato Serie C Regionale - 6° giornata di ritorno
Pall. dell'Adda - Borgo Basket Bergamo 75-76 (38-29)


Cassano: Daminelli 10, Raimondi 2, Legramanti, Zoccoli 18, Teoldi 19, Mongini 7, Liddi, Teruzzi, Locatelli, Veber 20. All. Mapelli
Borgo: Bianchi 30, Gotti 4, Medolago 4, Marulli 19, Cancelli, Gritti 2, Lussana, Fagiuoli 1, Padova 13, Giacchetta 3. All. Schiavi

Arbitri: Regonesi di Izano e Sordi di Casalmorano

Note: usciti per cinque falli Daminelli e Zoccoli (Cassano) e Padova (Borgo); Tiri liberi Cassano 16/22, Borgo 18/21; Triple Cassano 6 (Teoldi 4, Zoccoli 1, Daminelli 1) Borgo 4 (Marulli 1, Bianchi 3); Falli commessi Cassano 24, Borgo 21. Tecnico alla panchina Borgo.

Prossimo turno: venerdì 5 marzo alle ore 21.00 presso il PalaNorda di Bergamo, si gioca contro Orzinuovi.

Statistiche Borgo
Finisce come all'andata, in volata, dopo mille emozioni. E' Seba Bianchi (dopo lo 0/2 di Veber ai tiri liberi) che firma l'impresa dalla lunetta con un glaciale due su due (sul punteggio di 75-74 per i locali) con ancora due secondi sul cronometro. Cassano prova il tiro impossibile, ma gli dei del basket non ne vogliono sapere di far girare la stagione per il verso giusto ai padorni di casa, premiando un Excelsior certamente non al meglio, capace però di non mollare per nessun motivo fino al rush finale.

Cassano è sei giornate che non vince. La classifica inizia ad essere pesante e l'assenza di Teruzzi dopo l'infortunio in settimana non aiuta certo ad essere più sereni. Sponda Borgo, il match winner dell'andata (Tommy Carnovali) è fermo qualche giorno ai box per una scavigliata, Gotti ha male ad una mano e quindi in avvio viene risparmiato. I padroni di casa iniziano da subito con un certo mordente. Daminelli trova 6 punti importanti quasi in scioltezza. Veber dopo qualche minuto che non vede la palla nel pitturato, inizia a farsi sentire e le scelte difensive da attuare sul giocatore ex Mornico diventano rompicapi difficilmente risolvibili per la panchina cittadina.

Cassano gioca bene. Costruisce in difesa con Marulli "braccato" a vista dai segugi cassanesi e in attacco spreca poco, raccogliendo alla prima sirena un significativo più tre (17-14).

Nei secondi dieci minuti, più di prima Mongini &c. cercano e trovano giocate in ritmo e di qualità aprendo una forbice pericolosa nel punteggio per l'Exclesior. Cassano vola anche alla doppia cifra di vantaggio e le giocate in avvicinamento di Veber (contro il giovanissimo Giacchetta) e la tripla di Teoldi (la prima di quattro per la giornata in ufficio del giocatore di casa) spianano la strada al bel gioco dei ragazzi di coach Mapelli.

All'intervallo lungo il più 9 per Cassano (38-29) è il giusto risultato per una squadra che lottando su tutti i palloni prova a gettare il cuore oltre l'ostacolo. Dall'altra parte (Borgo) i minutaggi limitati, dando spazio un po' a tutti e una percentuale del tiro da tre con più di un problema, non permettono il solito gioco del corri e tira per il Borgo.

Il terzo periodo è l'inizio del ritorno in grande stile del Borgo. Marulli si conquista spazi, giocate e anche qualche applauso più convinto del solito del pubblico di serata, dimostrando classe e competenza nel giocare da play. Al 25' vantaggio ancora interno 50-46, ma l'Excelsior vede già la targa del Cassano fuggitivo. Al terzo gong dopo la sequela di tiri liberi per i tanti falli fischiati dalla coppia mantovana Regonesi e Sordi, Borgo ancora dietro una incollatura (60-57).

Seba Bianchi conferma con i fatti il suo ottimo momento di forma (6/8 da due, 3/5 da tre, 9/10 ai liberi, 6 rimbalzi) realizzando il primo canestro nel quarto. Zoccoli per Cassano risponde per le rime e firma altri 5 punti che respingono l'assalto ospite. Ale Padova, prima da sotto e poi bene dalla media (4 punti in un amen) regalano ossigeno puro al Borgo che nel convulso finale prima del due su due in lunetta di Bianchi, (dopo il sanguinoso 0/2 del già citato Veber) trova dallo stesso Bianchi una tripla "ignorante" sul meno quattro che fanno tornare le percentuali di vittoria dopo il "Flop" in perfetta parità tra le due squadre.

Finisce tra gli abbracci a metà campo di quelli del Borgo, con la forte delusione di Cassano che aveva assoporato a lungo la sensazione della vittoria, giocando nella sostanza un ottima partita, non premiata dalla fortuna e da episodi, che come all'andata, sono risultati decisivi.

"Innanzitutto devo fare i complimenti a Cassano - commenta Schiavi a fine partita - hanno giocatato una gara di grande sostanza e di applicazione massima. La squadra vista questa sera contro di noi merita certamente di più dei punti raccolti finora in classifica. La gara l'abbiamo vinta noi, ma la meritavano ampiamente loro per come ci hanno aggredito e per come l'hanno gestita dai primi punti vantaggio fino agli ultimi due minuti. Poi noi effettivamente siamo stati bravi a non mollare mai e a non trovare alibi per una sconfitta che stava arrivando. Seba Bianchi (nella ripresa) e Roby Marulli hanno preso per mano la squadra e con qualche giocata davvero brillante (Bianchi 25 punti negli ultimi 20 minuti ndr) ci hanno accompagnato ad una vittoria che ci mantiene in linea di galleggiamento tra le prime della classe. E per quanto mi riguarda non è poco."

venerdì 26 febbraio 2010

RASSEGNA STAMPA COMARK BERGAMO
DALLA REDAZIONE SPORTIVA DI VARESENEWS


Artcolo tratto da Varesenews.it cliccando QUI

Brutta sconfitta casalinga per la Whirlpool Varese under 19, molto fiacca in difesa, ad opera di una ben più brillante Blu Orobica Bergamo nell’ultima giornata di andata della seconda fase del campionato interzona. Il punteggio di 78-96 è eloquente dell’andamento della gara, che ha visto sempre in vantaggio la squadra ospite dopo la parità a quota 18 al 7'.
Varese ha subìto la precisione al tiro da 3 degli orobici che nel solo primo quarto hanno messo a segno 7 triple, con l’ex biancorosso Sebastiano Bianchi (3 bombe e 23 punti), Carnovali e Orlandi sugli scudi nel far saltare la zona di Cavicchi. Varese ha completato la serata negativa con 24 palle perse e una difesa superficiale, con poca intensità e pressione sugli avversari apparsi molto veloci e abili sia nel gioco di squadra sia nel pressing sui portatori di palla.
Se la sconfitta poteva essere preventiva contro la seconda forza del girone, la differenza canestri e l’approccio alla partita hanno lasciato l’amaro in bocca ai tifosi locali e allo staff tecnico che si augura una pronta riscossa nel girone di ritorno a partire dalla partita contro la capolista Treviso di mercoledì 3 marzo alle 21.30.

La partita inizia subito con una serie di triple segnate da Bianchi e Carnovali per Bergamo e da Mian, Terzaghi e Bernardi per Varese. Dopo il 18 pari del 7' però, Varese subisce un parziale di 11-3 con Marulli e Orlandi che danno manforte ai tiratori, così la prima sirena arriva sul 21-29. Nel secondo quarto Bergamo dà respiro ai titolari ma mantiene il vantaggio, arrotondandolo a dieci lunghezze a metà gara (35-45) nonstante la Whirlpool ottenga un buon apporto dal giovanissimo Zattra che in pochi istanti segna 6 punti con 4 rimbalzi nonostante qualche palla persa.
Dopo l’intervallo Varese produce un ultimo sforzo mettendo in evidenza un buon Mian (13 punti quasi in fila) coadiuvato dal rientrante Bernardi, ma Varese si ferma al 51-56 del 27' prima di subire un parziale di 13-3 dai soliti tiratori bergamaschi, mai domi. L’ultimo quarto non produce alcuno scossone e la partita si chiude con la vittoria di Bergamo che arrotonda il risultato con le scorribande di Gotti e di Orlandi. La Blu Orobica ha mandato ben sei giocatori in doppia cifra (abbondante...) con Sebastiano Bianchi miglior realizzatore a quota 23 punti. Varese ha risposto solo con Mian (24 punti), Bernardi (14 punti), Terzaghi (12 punti) e Zattra (10 punti): troppo poco per contrastare una Bergamo in serata di vena.

Whirlpool Varese - Blu Orobica Bergamo 78-96 (21-29; 35-45; 54-69)

Varese: Palazzi 5, Frattini, Iovene 3, Bernardi 14, Bianchi n.e., Angelucci, Chiesa 3, Marku n.e., Terzaghi 12, Lenotti 7, Mian 24, Zattra 10. All. Cavicchi.
Bergamo: Orlandi 16, Gotti 15, Gritti 14, Bianchi 23, Marulli 10, Cancelli, Franzosi, Giacchetta, Gibellini, Carnovali 16, Nava 2. All. Schiavi.
Statistiche Varese. Da 2: 15/41. Da 3: 10/25. Tl: 18/28. Rimbalzi: 38 (14 off.). Assist: 8. Perse: 24. Recup.: 11.

CAMPIONATO UNDER 14 PROVINCIALE
COMARK BERGAMO-BASKET ALME' 80-39


Campionato 14 - 1° giornata di andata
Comark Bergamo – CMB Almé 80-39 (42-18)


Comark: Deligios 17, Morescalchi 4, Piziali 8, Maldonado 2, Briolini, Nani 10, Ubiali 18, Veronesi 4, Fumagalli 7, Bassi 10. All. Bombassei.
Almé: Filipponi, Capelli, Bonacina 5, Fortunato 6, Rigamonti, Tisi 8, Arrigoni 13, Cortinovis 2, Paderno, Bonalumi, Zanetti 5, Suardi. All. Bonacina.

Arbitro: Ruggeri di Bergamo

Parziale dei quarti: 23-7; 19-11; 26-11; 12-10

Note: uscito per cinque falli nessuno; Tiri liberi Comark 3 Almé 3; Triple Comark 7 (Deligios 3, Nani 2, Ubiali 2) Almé nessuna; Falli commessi Comark 14 Almè 10.

Prossimo turno: sabato 27.02 alle ore 19.00 presso la palestra Rio Re di Albino, si gioca contro la Desenzanese.

CAMPIONATO UNDER 15 PROVINCIALE
COMARK BERGAMO-AURORA TRESCORE 123-59


Campionato Under 15 Provinciale - 4° giornata di ritorno
Comark Bergamo - US Aurora Trescore 123-59


Comark: Biffi 4, Ferri 13, Natali 9, Verri 19, Pezzotta 25, Silva 13, Lussana 12, Rabaglio 1, Sonzogni 12, Tonini 6, Ornaghi 8, Baldi. All. Martini
Trescore: Tebaldi, Pesenti 5, Gatti 4, Bena, Cantamessa 3, Cattaneo 6, Cantsamessa A. 2, Valle 3, Maddaluno, Bresciani 23, Agazzi 13. All. Belloli

Parziale dei quarti: 25-26, 35-11, 24-14, 38-16

Arbitro: Merisio di Caravaggio

Note: Uscito per falli Pezzotta (Bluorobica). Triple Bluorobica 6 (3 Pezzotta).

Prossimo turno: giovedì 4 marzo alle ore 20.15 si gioca al Palablu contro Gorle




PROGRAMMA ALLENAMENTI COMARK BERGAMO
DA LUNEDI' 1 A DOMENICA 7 MARZO 2010


Pubblichiamo gli orari di allenamenti e partite delle squadre Bluorobica d'eccellenza per la settimana che va da lunedì 1 a domenica 7 marzo 2010.


Per scaricare il programma degli allenamenti cliccare QUI

Per il dettaglio dei giocatori Under 19 e Under 17 cliccare QUI

Programma trasporti cliccare QUI

giovedì 25 febbraio 2010

RADUNO SELEZIONE LOMBARDIA DEL 1995
IL 28 FEBBRAIO A CERNUSCO SUL NAVIGLIO


Riceviamo dal CRL e pubblichiamo:

Il Comitato Regionale Lombardo, nell’ambito del Progetto di Qualificazione Nazionale e in preparazione al Trofeo delle Regioni, in programma a Lignano Sabbiadoro dall’1 al 6 aprile 2010 e che vedrà coinvolti gli atleti nati nell’anno 1995, convoca per Domenica 28.02.2010 presso il Palestra di Cernusco sul Naviglio (Via Buonarroti - Cernusco) dalle ore 15.00 alle 17.30 i seguenti atleti:

1) BARDELLI Federico A.S. CAMPUS VARESE – Varese
2) BUZZINI Roberto A.DIL. PALL. BERNAREGGIO 99 – Bernareggio
3) DEJACE Michel A.S. CAMPUS VARESE – Varese
4) DI PRENDA Matteo PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl – Milano
5) DONADONI Mattia COMARK BERGAMO – Bergamo
6) ERBA Davide PALLACANESTRO CANTU’ – Cantù
7) FINULLI Federico COMARK BERGAMO – Bergamo
8) MEDA Gabriele U.S. PALL. AURORA DESIO 94 – Desio
9) MERLATI Andrea PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl – Milano
10) RIVA Riccardo PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl – Milano
11) RIPAMONTI Davide COMARK BERGAMO – Bergamo
12) SPATTI Alessandro COMARK BERGAMO – Bergamo
13) SPERONELLO Davide GRUPPO TRIBOLDI BASKET srl – Cremona
14) TONELLA Roberto PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl Milano
15) ZUCCHETTI Giovanni COMARK BERGAMO – Bergamo

Staff C.R.L.:
Dirigente FIP: CRIVELLI Pierangelo
Referente Tecnico Territoriale: ROCCO Enrico
Responsabile Tecnico: SCHIAVI Andrea
Allenatore: CULLURA’ Federico
Assistente: PETRI Lorenzo
Preparatore Fisico Territoriale: MOLINA Andrea
Preparatore Fisico: FAVERIO Deborah
Massiofisioterapista: SUSCI Simone
Progetto Mini Arbitri: QUAIA Stefano
Addetto Stampa: CANINO Leandro

Attività futura
Mese di Marzo 2010:
- domenica 7 marzo
- domenica 14 marzo (quadrangolare a Novara – seguiranno dettagli)
- domenica 21 marzo
- da confermare: sabato 27 e domenica 28 marzo raduno con doppia amichevole (sabato ore 18 domenica ore 11)
- mercoledì 31 marzo partenza per Lignano Sabbiadoro – Allenamento

Mese di Aprile 2010:
- 1-6 aprile Trofeo delle Regioni a Lignano Sabbiadoro

CAMPIONATO UNDER 17 D'ECCELLENZA
WHIRLPOOL VARESE-COMARK BERGAMO 75-92


Campionato Under 17 d'eccellenza - 5° giornata di ritorno
Whirlpool Varese - Comark Bergamo 75-92 (32-49)


Varese: Bianchi 11, Bonin 7, Piatti, Paronuzzi 8, Marchetti 2, Mainetti 2, Delsignore, Corna 12, Puricelli 11, Giacomello, Zattra 22. All. Bianchi
Comark: Mazzucchelli, Ubbiali 2 (1/3), Giosuè 13 (5/8, 1/1), Nava 19 (7/14, 0/3, 5/7, 12 Rimb.), Tedoldi 9 (3/7, 1/1), Franzoni 5, Piantoni 14 (7/9), Carnovali 12 (6/10, 10+1 Assist), Donadoni 2 (1/1), Spatti 16 (8/9). All. Schiavi

Arbitri: Leoni Orsenigo e Rigamonti di Cantù

Parziale dei quarti: 19-28; 13-21; 20-20; 23-23

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri Liberi Varese 11/21 Comark 6/10; Triple Varese 3 (Bianchi 3) Comark 2 (Tedoldi 1, Giosuè 1); Falli commessi Varese 14 Comark 15.

Prossimo turno: domenica 7 marzo alle ore 17.00 si gioca presso il Centro Sportivo di Via Buonarroti contro Cernusco sul Naviglio.

Per la seconda volta in meno di 48 ore la Comark batte a domicilio la Whirlpool, questa volta lo fa a livello di Under 17 d'eccellenza, con una gara concreta e a tratti ben giocata da entrambe le formazioni. Non è finita qui tra l'altro, perchè proprio sabato pomeriggio, questa volta al PalaNorda di Bergamo, la contesa tra le due Società ci sarà anche a livello di Under 15, tra il gruppo di Mauro Zambelli e quello di Andrea Meneghin.

Varese, dopo la bella prova a Desio cinque giorni fa, grazie a un periodo di netta crescita rispetto ad inizio anno si cerca la fiducia e le motivazioni forti per affrontare con il piglio giusto la capolista a Masnago. Bergamo, con Donadoni (95) inserito d'emergenza nei dieci a referto, per i problemi d'organico, cerca con la maggiore fisicità del proprio quintetto di contrastare la veemenza dei padroni di casa.

La gara è piacevole, anche se gli spettatori sono pochi al PalaWhirlpool con Inter e Milan in tv in contro programmazione. Alessandro Spatti (classe 95) appare più tonico che mai e da solo porta i suoi avanti di qualche lunghezza in avvio, calamitando ogni pallone in cerca di proprietario. Sponda Varese si fa notare subito il lungo Davide Zattra (2.02 di potenza fisica abbinata a buona tecnica) cresciuto molto in questo ultimo anno e mezzo sotto le sapienti cure di Meneghin e Bianchi. Sul finire del quarto, Francesco Nava e un Carnovali in versione "Ricky Rubio" con più assist che tiri (solo da due tra l'altro) danno un leggero vantaggio agli ospiti che chiudono il quarto con un bel canestro di Edo Giosuè in tap-in.

Nel secondo periodo le differenze si notano ancora di più. Varese sotto la spinta incessante di Bruno Bianchi, cercando di tenere i ritmi più alti del potenziale per pensare di meno e fare di più, raccoglie poco nel fatturato punti (13), lasciando strada ad una Comark che anche con i cambi (Tedoldi, Piantoni, Mazzucchelli) trova benzina per il proprio score (21). Alla seconda sirena 32 a 49 ma la partita rimane piacevole.

Si rinizia dopo l'intervallo e la squadra della Città Giardino, le prova davvero tutte per diminuire il gap. Bianchi dall'arco fa capire subito che non sarà facile per i Blu. Il solito Zattra conquista terreno nel pitturato, muovendosi bene negli spazi ristretti. Il quintetto più "futurista" che "futuribile" di Bergamo (Carnovali, Franzoni, Spatti, Tedoldi, Nava) tiene comunque botta. E' ancora Spatti più convinto del solito a mantenere in linea quelli della Comark che alla terza sirena sono ancora sopra di 17 (52-69).

Ampie le rotazioni per entrambi i coach con il risultato del campo acquisito da un po', anche se i prealpini per un attimo credono anche alla rimonta arrivando a meno 11. Per Varese si fa notare Paronuzzi nel finale con tre belle giocate in assolo, mentre per i Blu è Giosuè che dopo la bella prova dei primi minuti si mette in proprio in un paio di occasioni ritrovano mira e precisione come un tempo. Finisce con gli abbracci di rito e con i saluti finali, tra due squadre che seppur nelle differenze tecniche e fisiche si sono distinte con positività nell'approccio e nello sviluppo della gara.







mercoledì 24 febbraio 2010

RASSEGNA STAMPA BORGO BASKET
DALL'ECO DI BERGAMO DI MARTEDI' 23 FEBBRAIO



Da Bressciaoggi:

Coccaglio sovrastato sul terreno amico.

COCCAGLIO: Nissoli 4, Baresi 5, Rossi M. 8, Perazzi 20, Riccardi, Nava M. 17, Patti 2, Carrara, Prandelli 11, Verzeletti. All. Colonnello.
BORGO BERGAMO: Bianchi 10, Orlandi, Gotti C. 9, Medolago 18, Marulli 20, Cancelli, Fagiuoli, Padova 6, Carnovali 24, Giacchetta. All. Dominelli.

ARBITRI: Jurina di Cassina De' Pecchi (MI) e Giovannetti di Milano
NOTE: Parziali: 19-20, 35-45, 53-69. Tiri Liberi: Coccaglio 10/13, Bergamo 4/4. Usciti per 5 falli: nessuno.

Il match tra due dei team più giovani del girone vede prevalere la squadra del Borgo Bergamo, basato sul team Under 19 Eccellenza della BluOrobica, con l'aggiunta di 2 soli senior, Padova e Medolago.
Una partita giocata con ritmi alti quella fra Coccaglio e Borgo Bergamo, disputata da squadre sì giovani ma molto dotate dal punto di vista tecnico e capaci di interpretare con grande maturità il tema tattico dell’incontro, piacevole e molto combattuto. Dopo un primo periodo «di studio», il ritmo di gioco subisce un'impennata nel secondo quarto per merito degli ospiti che al 18' si trovano a +15. I bresciani però chiudono bene i primi venti minuti andando negli spogliatoi sull'inerzia di un mini-parziale di 5-0.
PURTROPPO nel terzo periodo Perazzi e compagni non riescono a rifarsi sotto, così coach Colonnello prova anche la carta della zona 1-3-1 per provare a ribaltare le sorti dell'incontro che sembra avviato sui binari di un successo orobico. Sono però Medolago e Carnovali a mettere i colpi del «ko» e a soffocare l'ultimo tentativo di rimonta del Coccaglio.
Impressionante la prova di Carnovali, classe '93, che chiude il match con 8/11 da tre punti, punta dell'iceberg bergamasco che chiude con 4 giocatori in doppia cifra ed un complessivo 15/29 nel tiro dall'arco.

martedì 23 febbraio 2010

CAMPIONATO UNDER 19 PROVINCIALE
COMARK BERGAMO-BONATE SOTTO 102-60


Campionato Under 19 Provinciale - 4° giornata di ritorno
Comark Bergamo - Bonate Sotto 102-60 (55-29)


Comark: Mazzucchelli 18, Ubbiali 21, Azzola 8, Tedoldi 29, Paintoni 11, Moretti 15. All. Dominelli
Bonate: Biasia 2, Grieco 9, Porro, Barze, Pedruzzi, Besana 13, Menni 4, Gambrisio 6, Viscardi 12, Frana 14. All. Facchetti

Arbitro: Ferrari di Bergamo

Parziale dei quarti: 24-13; 31-16; 26-16; 21-15

Note: nessuno uscito per cinque falli; Triple Comark 9 (Tedoldi 2, Mazzucchelli 4, Ubbiali 3) Bonate 5 (Frana 2, Besana 1, Viscardi 2); Falli commessi Comark 9 Bonate 18.

Prossimo turno: mercoledì 3.03 alle ore 19.00 si gioca in Via Don Iseni contro Almè

lunedì 22 febbraio 2010

CAMPIONATO UNDER 19 D'ECCELLENZA
WHIRLPOOL VARESE-COMARK BERGAMO 78-96


Campionato Under 19 d'eccellenza - 7° giornata di andata
Whirlpool Varese - Comark Bergamo 78-96 (35-45)


Varese: Palazzi 3, Frattini, Iovene 2, Bernardi 15, Bianchi, Angelucci, Chiesa 5, Marku, Terzaghi 12, Lenotti 5, Mian 24, Zattra 10. All. Cavicchi
Comark: Orlandi 16 (2/2, 4/6), Gotti 15 (7/12, 8 Rimb, 6 Rec.), Gritti 14 (5/6, 1/3, 1/1), Bianchi 23 (7/9, 3/5, 0/2), Marulli 10 (3/6, 1/6, 1/1 ai liberi 11 assist), Nava 2 (1/2), Cancelli, Franzoni (0/2 ai liberi), Giacchetta (0/1), Gibellini (0/1), Carnovali 16 (0/1, 5/12, 1/2). All. Schiavi

Arbitri: Ranaudo di Milano e Treccani di Rho

Parziale dei quarti: 21-29; 14-16; 19-24; 24-27

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri liberi Varese 18/29 Comark 4/11; Triple Varese 11 (Mian 5, Bernardi 5, Terzaghi 1) Comark 14 (Orlandi 4, Carnovali 5, Bianchi 3, Gritti 1, Marulli 1); Falli commessi Varese 14 Comark 22; Fallo antisportivo a Mian (Varese).

Prossimo turno: martedì 2.03 alle ore 20.30 si gioca la prima giornata di ritorno al Taliercio di Mestre contro Reyer Venezia.

E' una Comark spietata e cinica al punto giusto quella capace di espugnare con sicurezza e autorità uno dei palazzetti più importanti nella storia della Pallacanestro in Italia. Ottima la prova dei Blu vincenti al Palawhirlpool di Masnago confermando nella sostanza, alla fine del girone di andata, la piazza d'onore dietro alla Benetton Treviso e davanti ad un folto gruppetto di squadre inseguitrici.

Parterre da guest star quello presente a vedere la partita tra la seconda e la terza classificata (dopo le finali regionali di Legnano) della prima fase Lombarda. Oltre a Francesco Vescovi, General Manager della Società di Via Sanvito Silvestro, presenti in tribuna Max Ferraiuolo (Team Manager) e Joe Worren Isaac indimenticabile ex allenatore della Pallacanestro Varese tra il 1986 e il 1989 ottenendo (grazie anche ai due citati poco più su) un invidiabile stile di gioco.

In una delle prime serate di quaresima emozioni forti sia per Sebastiano Bianchi (classe 1992) di ritorno sul parquet "amico" di Masnago dopo quattro anni di giovanili giocate con la maglia di Varese e in estate passato alla Bluorobica attraverso la "chiamata" della Serie A Dilettanti di Treviglio, sia anche per gli ex 91 di coach Schiavi, allenati con creatività, qualche annetto fa sul colle poco distante del Campus Varese.

E' proprio l'ex di turno Seba Bianchi (come direbbero nel compianto 90° minuto di una volta) ad aprire la mercature. Terzo tempo in solitaria fino al ferro e tripla in transizione alla Carnovali. Di certo l'adrenalina e gli occhi di una giusta convinzione a Bianchi non mancano e giocare da ex, di solito, oltre che difficile è anche rischioso. Varese capisce che è arrivato il momento di iniziare a fare sul serio e Mian coadiuvato da un intraprendente Bernardi fanno gli onori di casa dall'arco. Carnovali sentitosi pungolato dalla sfida con il pari ruolo azzurro Mian (un anno più vecchio) realizza i primi punti dall'arco (che strano!), confermando che la serata si preannuncia difficile anche per il refertista, costretto a tanto lavoro straordinario per stare dietro a tutti.

Ancora Mian dall'arco. Ancora una doppia tripletta Bianchi, Carnovali su imbeccata di Marulli (alla fine con 11 assist nello scout). Bergamo tiene il piede pigiato al massimo sull'accelleratore e sfugge più volte alla retroguardia di casa. Alla prima sirena ritmi alti e 21 a 29.

Nei secondi 10 minuti, come normale, il ritmo cala un po'. Anche le realizzazioni tardano ad arrivare (14-16), ma la gara si mantiene aperta, combattuta e piacevole. Varese si avvicina al ferro più di una volta, guadagnando tanti tiri liberi importanti. Comark invece i tiri liberi preferisce farli sempre da oltre l'arco dei tre punti. Quando contro la zona dispari ordinata da coach Cavicchi si parte per battere la prima linea difensiva iniziando le rotazioni, i Blu sono bravi a trovare spesso quello libero e Gritti (il migliore nel quarto) fattura 10 dei 16 punti degli ospiti.

Dopo la pausa lunga si ritorna a giocate di buon livello, come nei primi 10 minuti. I Blu vogliono chiudere subito la pratica e piazzano un break di 8 a 0 propiziato soprattutto dalle "zingarate" del solito Bianchi. Mian si prende tante responsabilità, rischiando spesso di steccare in assolo. L'esterno friulano però dimostra classe cristallina trovando, non di rado, il fondo del secchiello. Suoi per Varese 12 dei 19 punti di squadra nel terzo periodo. La sirena del quarto da qualche certezza in più agli ospiti che trovano in transizione tiri aperti che non possono proprio essere falliti. E così è 54-69.

L'ultimo assalto per Varese lo tenta prima Bernardi (sfruttando con competenza tecnica gli spazi lasciati liberi dai raddoppi su Mian) e poi i tanti tiri liberi concessi dalla coppia di arbitri milanesi per irregolarità nella tenuta degli uno contro uno. Sono però Claudio Gotti nel pitturato ben imbeccato dai propri compagni (6 punti sfruttando le sponde) e il "piccolo" Matteo Orlandi siglando in rapida successioni tre tiri mortiferi dal solito angolo, a negare la rimonta, vidimando il sesto successo su sette incontri (a Treviso persa una bella occasione) che fanno rimanere i Blu proprio in scia dei Campioni d'Italia della Benetton a fine girone di andata.










servizio fotografico coachgarbo

CAMPIONATO UNDER 15 D'ECCELLENZA
MALASPINA-COMARK BERGAMO 68-85


Campionato Under 15 Eccellenza - 4° giornata di ritorno
Malaspina Sporting Club - Comark Bergamo 68-85 (42-40)


Malaspina: Manidi, Zucchelli 6, Brivio, Braghiroli 2, Longoni 14, De Nardi 9, Zanello 7, Del Monaco 1, Perrino 14, Fiore, Mapelli 15. All. Petri
Comark: Franzosi P. 2, Flaccadori 7, Scaini, Esposito 4, Zucchetti 4, Ripamonti 11, Donadoni 16, Gerosa 5, Viviani 4, Spatti 32. All. Zambelli

Arbitri: Arrigoni di Abbadia L. e Mura di Bosisio Parini

Parziale dei quarti: 17-24, 25-16, 19-25, 7-20

Note: Usciti per 5 falli Zucchelli, Braghiroli (Malaspina) e Ripamonti (Comark). Fallo tecnico a Zanello (Malaspina). Fallo antisportivo a Spatti (Comark). Tiri liberi Malaspina 11/24, Comark 16/23. Falli commessi Malaspina 17, Comark 19. Triple Malaspina 3 (Perrino 3), Comark 3 (Donadoni 1, Flaccadori 1, Ripamonti 1). Timeout Malaspina 3, Comark 2. Durata della partita 1h e 29min.

Prossimo turno: Sabato 27 Febbraio, ore 17.30, PalaNorda - Via Cesare Battisti, 1 , si gioca contro Whirlpool Varese


Prestazione agrodolce per i Blu nell'atto finale della tourneè di sei trasferte consecutive.

Arriva un altro referto rosa importante nella corsa all'Interzona per Donadoni e compagni (out Farella e Finulli per temporanei problemi fisici), usciti dalla trasferta sul classico campo caldo in terra milanese rinforzati e consapevoli che certi passaggi a vuoto si scontrano coi sogni in grande per il finale di stagione.
Inconcepibile infatti dopo le pesanti sconfitte patite nel girone d'andata (-39 a Varese e -26 interno con Milano) la sufficienza con cui i Blu aprono la partita a Peschiera Borromeo: solo il grande impatto di Diego Flaccadori (classe 96) permette infatti di chiudere il primo quarto con qualche punto di margine, dopo dieci minuti in cui ogni giocatore bergamasco si dimostra incapace (o poco presente mentalmente) nel contenere penetrazioni e rimbalzi offensivi dei biancoverdi locali (Mapelli su tutti).

Sulla stessa lunghezza d'onda anche l'apertura di secondo quarto in cui i Blu, malgrado la netta superiorità tecnica sull'asse Donadoni-Spatti, non riescono a spingere oltre il più 9 del quindicesimo minuto.
E' a quel punto che, come preventivato in fase di prepartita, cominciano i guai per i ragazzi di Bergamo: Malaspina passa a difendere 131, alza ulteriormente l'aggressività difensiva e fa infiammare il pubblico di casa.
L'apatia dei Blu si schianta contro la feroce verve dei milanesi: il vantaggio è bruciato in un amen e Malaspina addirittura mette la freccia e sorpassa (36-34 al diciottesimo).
Solo a quel punto la band orobica decide che è il momento di iniziare a giocare: in una situazione ambientale così difficile, la ritrovata volontà produce però più errori di frenesia e panico che buone cose e malgrado il tap-in sulla sirena di un risvegliato Spatti, i ragazzi di Petri conducono di due all'intervallo lungo.

La pausa fortunatamente rinvigorisce idee e cuori in casa Bluorobica e finalmente si vede qualcosa di soddisfacente: è subito 11-1 per i Blu nei primi minuti del terzo quarto con Spatti a colpire nel pitturato e Ripamonti a trovare in mezzo a troppe forzature i punti dell'allungo.
Malaspina ricorda di avere visto poco prima i motivi per cui crederci ancora e reagisce prontamente con due triple di Perrino e tanta sostanza da capitan Longoni: al ventinovesimo è ancora solo una la lunghezza che divide le due squadre (61-62 per la Comark).

Può però sorridere la dirigenza Blu perchè Spatti (eufemisticamente deleterio in fase difensiva nel primo tempo) sfodera un insolito furore negli occhi e si carica sulle spalle i compagni (bravi a servirlo con continuità): sono 9 punti in fila dell'all around di Costa Volpino e un assist fuori-dentro per il compagno di reparto Zucchetti (ad altezze impossibili per questo campionato) a riindirizzare il match sui binari giusti. Per Alessandro una delle migliori prestazioni di sempre in maglia Blu suggellata da numeri importanti (32 punti, 16 rimbalzi e 6 stoppate).
La furbizia di Flaccadori e l'ottima regia di Donadoni (sfiancato dalle marcature molto strette dei milanesi) mandano poi i titoli di coda, con i Blu bravi a prendere il largo grazie anche al ricorso alla difesa a zona 2-3.

Tutto sommato, pur in un'importante vittoria esterna, segnali da cancellare al più presto per Donadoni e compagni: solo una sana voglia di superare i propri i limiti con cuore, gioia e disponibilità all'ascolto possono portare il gruppo a superare definitivamente le difficoltà patite nel girone d'andata.
Le partite con Cremona e Milano si avvicinano di giorno in giorno: saranno un bel test per la voglia di rivincita dei ragazzi bergamaschi, apparsa bella e chiara nelle giornate precedenti e che si spera abbia solo preso una inoppurtuna giornata di pausa.





CAMPIONATO UNDER 13 OPEN (1997)
COMARK BERGAMO-BASKET RONCADELLE 84-66


Campionato Under 13 Open - 3° giornata di ritorno
Comark Bergamo - Basket Roncadelle 84-66 (38-36)

Comark: Moresclachi 10, Foresti, Savoldelli 17, Piziali, Giavazzi, Maldonado 2, Nani 9, Ubiali 8, Veronesi 6, Fumagalli 24, Bassi 8. All. Bombassei
Roncadelle: Invelardi, Bianchi 18, Manenti, Canolli 3, Bettenzana, Guindani 2, Riccardi 7, Pinzini 14, Garosio, Manziana 14, Scalvini 8. All. Cullurà.

Arbitro: Bramati di Torre dei Roveri.

Parziale dei quarti: 23-14; 15-22; 34-19; 12-11

Note: uscito per cinque falli Guindani (Roncadelle); Tiri liberi Comark 8 Roncadelle 6; Triple Roncadelle 1 (Manziana); Falli commessi Comark 9, Roncadelle 15.

Prossimo turno: domenica 28.02 alle ore 16.00 presso il palazzetto via Caravaggio di Lissone (MI), si gioca contro APL

Giornata primaverile, anche nella palestra Pesenti per l’incontro Under 13 Open, Comark – Roncadelle. I blu si sentono sicuri e ritengono di non dover correre per poter vincere la partita contro i bresciani. Ospiti in gas che “entrano” in partita e ci rimangono fino all’intervallo. I parziali dei primi due quarti sono: 23-14 Comark e 15-22 Roncadelle.

E’ nel secondo periodo che Roncadelle ricuce lo svantaggio con Bianchi con interessanti movenze e Manziana, sugli scudi (14 punti per entrambi alla fine). All’intervallo 38 a 36 per la Comark.

E’ nel terzo quarto che i Blu cambiano decisamente marcia. Sono sufficienti tre minuti di aggressività difensiva e corsa in contropiede ed in un “batti baleno” si finisce sopra di 20 di punti (parziale 34-19).

Nell’ultimo quarto la voglia di rientrare dei bresciani vien ben limitata dai Blu che con ampie rotazioni riescono a tenere il campo più che dignitosamente.

CAMPIONATO UNDER 14 OPEN (1996-97)
TRIBOLDI CREMONA-COMARK BERGAMO 72-89


Campionato Under 14 Open – 17 giornata di ritorno
Triboldi Cremona - Comark Bergamo 72-89 (29-46)


Cremona: Riccardi 2, Loda 2, Basola 25, Ferrari 8, Ferretti, Budassi, Bodini 10, Donzelli 7, Borozenets, Visconti 9, Assini 5, Frigerio 4. All. Mazzali
Comark: Biffi, Franzosi 14, Flaccadori 7, Savoldelli, Lussana 6, Silva 8, Ferri 16, Pezzotta, Tonini 14, Ornaghi 2, Viviani 22. All Braga

Arbitro: Bonazza di Crema

Parziali dei quarti: 19-21, 10-25, 24-26, 19-17

Note: uscito per falli nessuno. Triple: Cremona 3, Comark 2 (Ferri, Viviani). Falli commessi: Cremona 15, Comark 20.

Prossimo turno: lunedì 1 Marzo a San Giorgio su Legnano alle ore 20.00, si gioca contro la Sangiorgese.

Ottima vittoria dei nostri Under 14 che si impongono sul difficile campo della Palestra Spettacolo di Cremona. La formazione di Mazzali arriva da partite certamente vinte senza troppo convincere causa le numerose assenze. Contro i bergamaschi mancano "solamente" Canova e Jacopetti, ma fin dall’inizio sembra che gli ospiti vadano ad un altra velocità.

I raddoppi dei locali si tramutano in facili contropiedi di Ferri e compagni, la superiorità fisica cremonese si sente relativamente. La mediocre difesa sulle penetrazioni di Basola e Ferrari a fine primo quarto rendono vano il primo allungo bergamasco.

Il secondo quarto è quello decisivo. Viviani e Ferri sono in giornata di grazie e Silva dalla panchina si fa sentire sia in attacco che in difesa su Donzelli. Il parziale di 25 a 10 non ammette repliche e permette di gestire senza troppi problemi il match negli ultimi due quarti.

Importanti i canestri di Franzosi tutte le volte che i padroni di casa abbozzano una rimonta. Prestazione eccelsa di squadra, con i Blu che interpretano la partita nel giusto modo, eseguendo in attacco, trovando ottime soluzioni in contropiede e applicandosi perfettamente in difesa in svariate situazioni.

Partita importantissima per la corsa alle finali regionali, consapevoli che sullo stesso campo Cantù e Desio nel girone di andata hanno perso punti importanti!

domenica 21 febbraio 2010

CAMPIONATO SERIE C REGIONALE
BASKET COCCAGLIO-BORGO BASKET 67-87


Campionato Serie C Regionale – 5° giornata di ritorno
Basket Coccaglio – Borgo Basket Bergamo 67-87 (35-45)


Coccaglio: Nissoli 4, Baresi 5, Rossi 8, Perazzi 20, Riccardi, Nava 17, Patti 2, Ferrara, Prandelli 11, Verzelli. All. Colonnello
Borgo: Bianchi 10, Gotti 9, Medolago 18, Marulli 20, Cancelli, Orlandi, Fagiuoli, Padova 6, Carnovali 24, Giacchetta. All. Dominelli

Arbitri: Jurina di Cassina de pecchi e Giovanetti di Milano

Parziale dei quarti: 19-20; 16-25; 18-24; 14-18

Prossimo turno: sabato 27.02 alle ore 21.00 in Viale Europa a Cassano d’Adda si gioca contro Pallacanestro dell’Adda.

Statistiche Borgo

Doveva essere la partite delle conferme è le attese non sono state deluse da un gruppo di giocatori che seppur giovani stanno compiendo passi di miglioramento mentale e tecnico di valore assoluto.

La prima conferma è quella che il gruppo dopo aver perso le prime tre gare del girone di ritorno ha ritrovato smalto e unità d'intenti invidiabili visto anche il doppio impegno tra Under 19 d'eccellenza e Serie C regionale.
La seconda certezza riguarda i due senatori Medolago e Padova sempre più al centro del percorso di miglioramento e di maturazione della squadra. Avere a che fare con persone in gamba, prima che con bravi giocatori aggiunge qualità.
La terza conferma riguarda la distribuzione delle responsabilità in un grupppo che vive di luce propria pur con sfumature differenti ad ogni occasione. I cinque giocatori in doppia cifra questa sera, aggiunti ai quattro della volta precedente con Pizzighettone danno il senso della misura del concetto esposto. Tutti molto importanti, ma nessuno indispensabile.
Nel nessuno indispensabile (ed è la quarta conferma) ci mettiamo pure coach Schiavi che per motivi di lavoro non ha potuto essere presente alla partita a Coccaglio ben sostituito nell'occasione dal fido vice Alberto Dominelli. Confermare che la qualità della squadra e del gruppo esiste a prescindere dalla presenza o meno del proprio capo allenatore è una conferma in più di piena e consapevole maturità.

Cronaca: Primo periodo di studio, dove nessuna della due squadre riesce a guadagnare lo scettro del comando. Nel secondo tempo da dieci, il Borgo inizia a spingere sull'accelleratore e Coccaglio trova solo in parte le energie per controbbattere. Sono 15 i punti di vantaggio per gli ospiti a due minuti dall'intervallo, ma un 5 a 0 per i padroni di casa fa chiudere alla seconda sirena sul più 10 Borgo.

Dopo l'intervallo lungo Borgo sempre al comando. Le buone percentuali del tiro dal perimetro fanno tenere le distanze e l'Excelsior ne approffitta anche per scappare sul più sedici della terza sirena (53-69). Coach Colonnello prova la carta della zona 1-3-1. Dopo qualche persa di troppo nella manovra ospite, che alimenta la piccola rimonta di Coccaglio, sono Cluadio Medolago con due penetrazioni di forza, guadagnando tiri liberi importanti e Tommaso Carnovali a prendere per mano la squadra realizzando in rapida successione due triple pesantissime che uccidono sul più bello Perazzi &c. Alla fine 8/11 nelle triple per il giovane di Melzo (classe 93), ma è tutta la squadra che mantenendo alte le percentuali di tiro dal perimetro (chiudendo con oltre il 50%; totale 15/29) fa risultare tutto più semplice fino al gong finale.

"Sono molto contento della prova della squadra - ci dice Roberto Cesani Presidente Excelsior - che dimostra che stiamo facendo il nostro dovere migliorando e divertendoci con qualità importanti. Sto proprio vedendo giorno per giorno, partita dopo partita cementarsi e crescere quel progetto tecnico-organizzativo che avevamo solo immaginato a giugno della scorsa stagione con gli amici Paolo e Carlo della Bluorobica. Adesso si prosegua pure sotto questa stella e da qua alla fine cerchiamo di toglierci le maggiori soddisfazioni possibili."

venerdì 19 febbraio 2010

PROGRAMMA ALLENAMENTI COMARK BERGAMO
DA LUNEDI' 22 A DOMENICA 28 FEBBRAIO


Pubblichiamo gli orari di allenamenti e partite delle squadre Bluorobica d'eccellenza per la settimana che va da lunedì 22 a domenica 28 febbraio 2010.

Per scaricare il programma degli allenamenti cliccare QUI

Per il dettaglio dei giocatori Under 19 e Under 17 cliccare QUI

Programma trasporti QUI

giovedì 18 febbraio 2010

CAMPIONATO UNDER 17 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-ARGENTIA GORGONZOLA 88-52


Campionato Under 17 d'eccellenza - 5° giornata di ritorno
Comark Bergamo - Argentia Gorgonzola 88-52 (39-30)


Comark: Mazzucchelli 2, Orlandi 10, Ubbiali 2, Azzola, Giosueè 1, Nava 12, Tedoldi 10, Franzoni 12, Piantoni 2, Carnovali 24, Franzosi 5, Spatti 8. All. Dominelli
Gorgonzola: Bertuletti 12, Pesavento 6, Merlo 1, Brambillasca 4, Stradella 2, Vitali, Stella 8, Crispini, Bonomi 6, Stucchi, Magnani 7, Messina 6. All. Gaia

Arbitri: Ambrosi e Castagna di Medole

Parziale dei quarti: 23-17; 16-13; 26-15; 23-7

Note: nessuno uscito per cinque falli; Triple Comark 9 (Carnovali 5, Orlandi 2, Nava 1, Frnazosi 1) Gorgonzola 4; Falli commessi Comark 12 Gorgonzola 11.

Prossimo turno: mercoledì 24.02 ore 21.00 presso il PalaIgnis di Varese, si gioca contro la Whirlpool

Vittoria come da pronostico per la formazione Under 17 della Comark nell'ambito della quinta giornata del girone di ritorno. Dopo due periodi di studio tra le due formazioni, i Blu (con l'accoppiata Dominelli-Zambelli a dirigere dalla panchina) sospinti da una buona prestazione di squadra, fanno il break necessario per guadagnare i punti e per poter controllare in scioltezza il match fino al termine della gara.

mercoledì 17 febbraio 2010

CAMPIONATO UNDER 19 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-BASKET TRIESTE 84-75


Campionato Under 19 d'eccellenza - 5° giornata di andata
Comark Bergamo - Basket Trieste 84-75 (49-41)


Comark: Orlandi, Fagiuoli, Planezio, Gotti 16, Gritti, Bianchi 25, Marulli 15, Cancelli 2, Giacchetta 2, Gibellini 5, Carnovali 19. All. Schiavi
Trieste: Scutiero 7, Teghini 8, Fortuna, Coronica 1, Bonetta 10, Gordini 2, Fossati 2, Catenacci 22, De Petris, Medizza 2, Dagri, Crevatin 13. All. Comuzzo

Arbitri: Begnis di Crema e Belloni di Rivolta d'Adda

Parziale dei quarti: 22-22; 27-19; 17-15; 18-19

Note: nessuno uscito per cinque falli; Tiri liberi Comark 19/26 Trieste 9/13; Triple Comark 7 (Carnovali 4, Marulli 2, Gotti 1) Trieste 12 (Catenacci 5, Bonetta 3, Crevatin 3, Scutiero 1); Falli commessi Comark 16 Trieste 25; Fallo tecnico a Teghini (Trieste al 39').

Prossimo turno: lunedì 22.02 alle ore 20.00 si gioca l'ultima partita del girone di andata Under 19 contro Whirlpool Varese.

Una caparbia Comark mantiene l'imbattibilità casalinga contro Trieste nell'ambito della penultima giornata di andata del girone interregionale Under 19. I Blu sospinti con determinazione dal quartetto di giocatori a fine gara in doppia cifra, (Marulli, Gotti, Bianchi e Carnovali) gioca una partita decisamente positiva, mantenendo lo scettro del comando per tutto l'arco della gara.

Trieste, dopo aver ben impressionato in questa prima parte di girone interregionale, mantiene le aspettative e pur non potendo competere a livello fisico con i Blu, gioca di tecnica pura, facendo vedere ottime cose. Le dodici triple realizzate (tra l'altro avere a che fare con i canestri del Palablu non è proprio cosa semplice!) sono il segno più tangibile di giocatori con le mani molto morbide e ben educati nella tecnica fina.

Equilibrio nel primo periodo. Bergamo parte già a zona per paura dei micidiali uno contro uno ospiti, oltrettutto non potendo neppure abbinare a uomo i giocatori più alti, rispetto al quintetto dei friulani. Seba Bianchi fattura sei punti di esperienza nei primi minuti. Marulli lo imita con due triplette dal palleggio e un paio di arresti dalla media che bruciano la retina. Trieste dal canto suo inizia una serie di triple mortifere (4 nel primo, 3 nel secondo, 3 nel terzo e 2 nel quarto) che mantengono gli ospiti in perfetta parità alla prima sirena (22-22).

Ancora molto bene Seba Bianchi all'inizio del secondo periodo (altri 6). Gotti in transizione conclude da sotto una bella manovra di squadra dei Blu. La giocata d'autore fa scattare il primo allarme per il coach ospite costretto a fermare tutto con un time-out. Catenacci (il migliore per Trieste) non ci sta e piazza da solo cinque punti d'oro. L'ingresso di Tommy Carnovali per la Comark ridà di nuovo energia all'attacco orobico che con la specialità della casa per l'esterno di Melzo (tre triple) piazza un break importante per chiudere all'intervallo sopra di otto (49-41).

Dopo la pausa per il the caldo, si segna decisamente meno, anche se la partita rimane comunque piacevole e intensa. Zona 3-2 per i Blu che riescono solo in parte a spezzare il ritmo a Trieste, che prosegue nella sua personale sequela di triple a bersaglio. Una bella combinazione Carnovali-Planezio su un dai e vai d'altri tempi, fa tornare il sereno in casa Bluorobica. Al terzo gong Blu ancora avanti senza grandi difficoltà (66-56), ma la contesa non ha ancora un padrone definitivo.

Il duello nell'ultimo periodo si inasprisce. Il volume della difesa sale su entrambi i lati del campo e non si segna più tanto facilmente. Ancora Bonetta (da tre) fa tornare sotto nel punteggio i friulani. L'altra tripla del solito Catenacci a tre minuti dalla fine sul punteggio ancora in bilico, da fervore e adrenalina all'atto conclusivo del match. E' Claudio Gotti che dopo una prova sostanziosa e piena zeppa di note positive nello scout, realizza la tripla "game, set and match" che manda i titoli di coda alla bella gara giocata.