sabato 30 maggio 2009

FINALI REGIONALI UNDER 13 OPEN (1996-97)
COMARK BERGAMO-AURORA DESIO 68-72


Finali Regionali Under 13 Open - gara di semifinale
Comark Bergamo – Aurora Desio 68-72 (39-27)


Comark: Perico, Pezzotta 6, Carminati Molina, Monticelli 12, Biffi 1, Silva 3, Ferri 18, Onorati, Verri, Tonini 14, Ornaghi 6. All. Martini
Desio: Massa 7, Molteni, Colombo 5, Bavera, Cavallini, Annalondia 2, Pellizzoni 17, Longoni 3, Vitale 7, Rapisarda 2, Martin 9, Brambilla 17. All. Iliano

Parziali dei quarti: 21-16, 18-11, 15-18, 14-27

Arbitri: Molteni e Spinelli di Cantù

Note: Falli Bluorobia 26, Desio 21. Triple Bluorobica 5, Desio 4.

Viene beffata la compagine Bluorobica Under 13 nel finale di una partita sempre condotta, in cui Tonini e compagni hanno avuto sempre l’inerzia a favore. Bene i primi due quarti, con i Blu su di giri che trovano una certa facilità nella manovra offensiva, sia dentro che fuori dai tre punti.

Dopo i due canestri inziali nel terzo quarto di Flaccadori sembra tutto facile, invece la difficoltà a gestire alcuni carichi di falli porta Desio a rifarsi sotto, sfruttando lo strapotere fisico sotto le plance. Nell’ultimo quarto con una calma da giocatori adulti ed esperti i piccoli Blu sembrano avviati ad un finale glorioso. Invece i ragazzi di Iliano, bravissimi a rimanere agganciati nel punteggio e davvero abili a stringere le maglie difensive nel finale, trovano dal cilindro due triple consecutive che spezzano la partita in due quando i secondi diventano sempre di meno e la palla diventa improvvisamente pesante per la Comark.

Prima Vitale poi Colombo trovano due canestri dai 6,25 di impatto brutale sulla gara. I Blu purtroppo naufragano dopo aver condotto per 39 minuti e mezzo la gara. Desio col grande merito di averci creduto fino alla fine, raggiunge la finale contro la favorita Armani Jeans di coach Bizzozzero.


giovedì 28 maggio 2009

DALLA PREALPINA DI LUNEDI' 25 MAGGIO 2009


Parte in salita la missione-Salsomaggiore per le due "superstiti" lombarde Desio e Comark Bergamo. Il ruolo di "rincalzo" nella classifica finale del girone D dell’Interzona interregionale ha fatto scivolare Aurora e Blu Orobica nel "ranking" di partenza per quanto riguarda la composizione dei gironi eliminatori delle Final
16 tricolori che partiranno lunedì prossimo in Emilia.

Il compito più duro pare essere quello toccato "in sorte" a Fiorito e compagni, inseriti nel girone D con la quotata MPS Siena - pure sulla carta più "vulnerabile" rispetto agli altri anni visto qualche stop nel contesto della terza fase e col dubbio Cournooh, impegnato nelle finali di B1 con la Virtus Siena - e la
Trenkwalder Reggio Emilia che per l’occasione potrebbe "riattivare" il gioiellino Niccolò Melli, reduce dal brutto infortunio ad un ginocchio nel dicembre 2008 costato carissimo alla prima squadra emiliana a quei tempi avversaria della Cimberio ai vertici della LegAdue.

Per ottenere l’accesso alla seconda fase - qualificate le prime tre di ogni girone con la prima ammessa direttamente ai quarti - i ragazzi di Rocco dovranno partire col botto nel match inaugurale contro la Virtus Roma del talentuoso play Casale.

La Comark di Andrea Schiavi farà invece parte del gruppo B con la Stella Azzurra Roma "testa di serie" dopo il successo nel girone A più la "quadrata" Banca Sella Biella ed i Crabs Rimini di Lorenzo Gandolfi guidati dal "molleggiato" play-guardia
di origine cubana Moreno.

Compito sulla carta difficile per i bluarancio, impegnati all’esordio proprio contro i capitolini, in un girone dove - almeno in partenza - saranno proprio Planezio e soci la potenziale "quarta forza"...

UNDER 15 OPEN FASE INTERZONA Trittico lombardo in campo da domenica

Ultimi preparativi in chiave-Interzona anche per le tre "portacolori" lombarde che da domenica prossima a martedì 2 giugno si giocheranno l’accesso alle finali nazionali Under 15 previste dal 28 giugno al 4 luglio nella "storica" sede di Bormio.

Uscita beffardamente di scena la terza forza "nostrana" Gorgonzola nello spareggio preliminare contro la Virtus Cave, a difendere i colori biancoverdi della "Rosa Camuna" sarà il trittico formato da Armani Junior Milano, Aurora Desio e Comark Bergamo. Il compito sulla carta più agevole sarà quello dei campioni regionali di Paolo Avantaggiato, che domenica debutteranno a Scopello (Vercelli) contro l’abbordabile Athletic Genova; cammino apparentemente in discesa per Amato e compagni alla luce del livello "prospettico" delle avversarie di turno.

Occasione da cogliere anche per Desio, di scena nell’entroterra veneziano in un girone comunque non impossibile: alla portata l’ostacolo inaugurale Moncalieri, l’avversaria più temibile parrebbe essere il Sistema Basket Pordenonme "regina" della fase regionale friulana. Difficile invece il compito della Comark nel girone di Merano, dove i favori del pronostico sono riservati a Kolbe Torino e San Lazzaro.

INTERZONA 1 (Terracina): Eldo Caserta, Virtus Siena, New Basket Lecce, Banca Nuova Trapani
INTERZONA 2 (Fossò): Sistema Basket Pordenone, Aurora Desio, Moncalieri, Fortitudo Bologna
PROGRAMMA: domenica ore 18 Sistema Basket Pordenone-Fortitudo Bologna; ore 20 Aurora Desio-Moncalieri
INTERZONA 3 (Scopello): Armani Junior Milano, Athletic Genova, Reyer Venezia, Pallacanestro 2000 Prato
PROGRAMMA: domenica ore 18 Armani Junior Milano-Athletic Genova; ore 20 Reyer Venezia-Prato
INTERZONA 4 (Termoli): Virtus Bologna, Basket Casapulla, Val di Ceppo Basket, La Foresta Rieti
INTERZONA 5 (Varazze): Benetton Treviso, Torino Basket Club, Falconstar Monfalcone, vincente International Basket-Stamura Ancona
INTERZONA 6 (Porto Potenza Picena): Virtus Roma, Basket Pomarance, Aurora Brindisi, Virtus Cave
INTERZONA 7 (Potenza): Sport Management Group Latina, Scavolini Pesaro, Basket Club Ragusa, vincente Scafati-Corato
INTERZONA 8 (Merano): Kolbe Torino, Jato Basket Save My Life San Lazzaro, Comark Bergamo, Venezia Giulia
PROGRAMMA: domenica ore 18 Kolbe Torino-Comark Bergamo; ore 20 San Lazzaro-Venezia Giulia

Lindt e Comark a braccetto. La Bluceleste ferma Cantù

A una giornata dalla fine, Cantù lascia due punti sul campo della Bluceleste e regala all'Armani il vantaggio negli scontri diretti. I canturini sono matematicamente quarti, mentre il terzetto davanti avrà ancora un turno per giocarsi i primi tre posti della graduatoria finale. Intanto Varese, che recupera anche la sfida esterna sul campo difficile della Social Osa (De Martino 17), fa un doppio passo in avanti e si avvicina sempre più al primato. In via Copernico sono i giallorossi a partire meglio (15-12 al 10'), carichi ancora dalla vittoria con l'Armani Junior, grazie alle incursioni del veloce De Martino.

Cambia l'inerzia della partita già nel secondo periodo con Varese che risale e sorpassa chiudendo avanti sul 32-37 all'intervallo. Da lì in poi i vantaggi del Campus (Dejace 27, Macchi 16) aumentano in modo progressivo ed il parziale dell'ultima frazione di 24-9 la dice lunga sullo stato di forma della compagine varesina.

Nel penultimo turno di campionato la squadra griffata Lindt senza Piccoli e Gualco soffre in avvio l'esasperato agonismo dei padroni di casa, che ce la mettono davvero tutta. Ma dal secondo quarto in avanti, pur con ampie rotazioni, gli ospiti fanno valere la loro maggiore prestanza fisica (45 rimbalzi totali), nonché la superiorità tecnica dei varesini. Il divario si allarga inesorabilmente e la partita si chiude senza troppi sussulti. Da rimarcare la prova superlativa di Grieco, coadiuvato da capitan Bardelli e da Dejace. Sabato prossimo ultimo impegno per il Campus che in trasferta a Pavia dovrà confermarsi per conquistare il primo posto in classifica che vorrà dire trovare Cantù.

RISULTATI: Bluceleste-Progetto Giovani Cantù 65-60; Pavia-Malaspina 64-60; Rimadesio-Armani Junior Milano 77-83; Social Osa-Bernareggio stasera 18,15; Isola Terno-Lindt Varese 55-72; rec Social Osa-Lindt Varese 51-82
CLASSIFICA: Lindt Varese, Comark 42; Armani Jeans, Cantù 40; Rimadesio 34; Social Osa 32; Bluceleste 20; Malaspina 18; Bernareggio 16; Bancole 14; Pavia 12; Morbegno 10; Cremona, Terno D'Isola 8.


UNDER 13 OPEN Comark elimina la Elmec. Milano, Desio e Cantù strappano il biglietto

(i.s.) - Girone 1 batte Girone 2, tre a uno. Resta fuori Varese, si qualificano Milano, Desio e Cantù. Quest'ultima travolge Sarezzo (Petrovich 13, Feroldi 13) nella gara-uno, grazie a una partenza razzente con il motorino Castelli (28 punti) che detta i ritmi ai compagni (34-15; 61-31; 94-46). In doppia cifra per il team di Bazzani anche Molteni M.10, Fontana 17 e Frigerio 10. Bravi i canturini a ripetersi anche in gara-due, senza patemi.

Soddisfazione per i piccoli varesini di Giulio Besio, che tra le mura amiche firmano l'impresa con la Comark. E una sfida di sorpassi: inizio a favore di Bergamo (Flaccadori 14, Ferri 14, Verri 9, Ornaghi 15), con Varese che resta in scia (16-18 al 10') fino a portarsi avanti sul 29-24 nel secondo periodo. Parziale di 9-0 dei blu (29-33) con i varesini che restano incollati ancora, e passano, di nuovo, in vantaggio alla pausa lunga, (36-35). E' il team di Martini a provare ancora la fuga nel terzo quarto fino al 45-54, ma Varese (Corsaro 25, Cappelli 9) rientra, riprendendo inerzia con la bomba di Cattalani (8) sulla sirena dell’ultima pausa. Ultimo quarto punto a punto fino alla fine, con il team di Besio che firma il 18-11 che vale il +3 finale. Al PalaBlu cambia tutto: la partenza arride ai padroni di casa (19-13) che mettono le briglie al bomber Corsaro (12). Nel secondo periodo è il solo Cattalani (9) a tenere a galla Varese (38-28), con gli orobici (Flaccadori 19, Ferri 16, Monticelli 14, Tonini 13) che, in avvio di ripresa, aprono il fuoco dall'arco e mettono in ghiaccio la partita (29-9 il parziale).

Alla secondaria del Palalido si è chiuso anche il doppio confronto tra Milano e Cremona con un +44 totale. In gara-uno, dopo un avvio contratto i biancorossi (40-43 al 20'), ritrovano ritmo nel terzo quarto quando prendono decisamente in mano la partita (71-60 al 30') e allungano nell'ultimo periodo fino al +28 finale. Il risultato di gara-due in casa della squadra di coach Bizzozero è ancora più netto: Milano vola sul 27-14 al 10' per poi gestire il vantaggio (44-30 al 20'). Desio (Brambilla 17, Colombo 15) dopo 40-37 del 20' e il +5 iniziale di Vismara in avvio di ripresa, riprende in mano le redini del match e porta a casa il 2-0 nello spareggio.

Gara-1: Cremona Ufficio-Armani Junior Milano 72-100; Elmec Robur et Fides Varese-Comark Bergamo 70-67; Vismara Milano-Rimadesio 52-74; Ci.Erre Ufficio Cantù-Sarezzo 111-59
Gara-2: Armani Junior Milano-Cremona 74-58; Comark Bergamo-Elmec Robur et Fides Varese 90-57; Rimadesio-Vismara Milano 83-71; Sarezzo-Ci.Erre Ufficio Cantù 55-78

PROGRAMMA ALLENAMENTI 1-7 GIUGNO 2009


Come sempre pubblichiamo gli orari di allenamenti e partite per le squadre Bluorobica d'eccellenza per la settimana che va da lunedì 1 a domenica 7 giugno 2009.

Per questa settimana i trasporti saranno a carico della famiglie

Programma mese di maggio

CAMPIONATO UNDER 14 OPEN (1995-96)
LUNA CANTU'-COMARK BERGAMO 80-87

Campionato Under 14 Open - 13° giornata di ritorno
Pallacanestro Cantù - Comark Bergamo 80-87 (41-51)


Cantù: Pistillo, Arosio 3, Clerici 11, Ruzzon, Brambilla 9, Schiatti, Brienza 11, Castelletti 8, Orsenigo 7, Vaghi 19, Marinoni, Erba 12. All. Cancian.
Comark: Stucchi, Casappa, Scaini 2, Finulli 8, Esposito 2, Della Volta, Ripamonti 2, Arnoldi 2, Donadoni 36, Gerosa 19, Spatti 16. All. Zambelli

Arbitro: Nobili di Carate Brianza (Voto 10 - Ottime valutazioni dei contatti; qualche imprecisione sulle infrazioni di passi; encomiabile sopportazione dell'ira delle mamme locali :-D)

Parziale dei quarti: 20-20, 21-31, 20-19, 19-17

Note: Usciti per cinque falli Castelletti ed Erba (Cantù). Tiri Liberi Cantù 12/23, Comark 18/33. Triple Cantù 4 (Erba 2, Arosio 1, Brambilla 1), Comark 5 (Donadoni 4, Finulli 1). Falli commessi Cantù 25, Comark 16. Durata della partita 1h 35 min.

Prossimo turno: sabato 06.06, Agrate, Final Four per il titolo regionale Under 14 Open: 1° vs. 4° Varese/Comark-Cantù; 2° vs. 3° Comark/Varese - Milano


Si chiude in bellezza la stagione regolare per il gruppo Under 14, brillante nel cogliere un'altra vittoria di prestigio nella suggestiva cornice del Pianella di Cucciago.
La Comark termina così il proprio campionato con 3 sconfitte (-9 il passivo complessivo delle 3 gare perse), portandosi temporaneamente al primo posto solitario in attesa che anche Varese (3 sconfitte, ma 2-0 negli scontri diretti) giochi la propria ultima giornata a Pavia. Nella peggiore e più probabile delle ipotesi, Blu al secondo posto per la classifica avulsa, Milano staccata di una lunghezza (4 sconfitte) e definitivamente al terzo posto, Cantù più indietro con 6 sconfitte e sicuramente quarta.

Partenza da turisti per i Blu, troppo tranquilli nell'approccio iniziale e inadatti a contenere la verve di Cantù, carica al punto giusto dopo avere bruciato un vantaggio di 20 punti nella giornata precedente a Lecco.
Vaghi manda spesso i difensori bergamaschi al cielo con un abile uso del passo e tiro, Clerici parte in quinta, Ripamonti esce subito di scena con 3 falli e i Blu segnano solo dalla linea della carità per i primi 5 minuti con Cantù a volare a più dieci.
Dopo il rituale timeout di ricognizione, è il furore agonistico di Spatti a ribaltare la situazione: l'all around di Costa Volpino inizia a dominare sotto i cristalli, carica di 2 falli il pari ruolo Erba e sfoggia la giusta concretezza nelle conclusioni sotto contatto.
Portati a regime i motori grazie anche a qualche tonico raddoppio, i Blu impattano sul 20-20 proprio allo scadere del primo quarto con due tiri liberi di capitan Donadoni.

Nel secondo quarto sale ulteriormente di colpi la comitiva orobica.
Ottimo l'impatto di Esposito che mette in campo la propria peculiare energia strappando diversi rimbalzi, supportato da uno sfrontato Arnoldi e da un ottimo Gerosa che, espiati i propri guai giudiziari (scolastici :-D), torna con successo a calcare i campi di gioco.
L'attacco di squadra mette da parte la lentezza nel far circolare la palla e sforna azioni veramente pregevoli.
A concretizzare ci pensa spesso un Donadoni alla Marzorati: due le triple nel finale di primo tempo con cui il playmaker di Stezzano manda i Blu a più dieci e il proprio temporaneo bottino a quota venti.

Cantù, sia per l'ottimo stato di salute, sia per la solita difesa soft dei Blu (come dimostrano i soli 16 falli commessi in 40 minuti), si dimostra pienamente in partita, rosicchiando qualche punto in apertura di terzo quarto: ci pensa ancora lo scatenato Donadoni a cacciare indietro i locali, facendo impazzire le marcature canturine con canestri di ogni genere.

Sembra tutto in discesa per la Comark che nel corso del quarto quarto dà dimostrazione di forza arrivando addirittura a più quindici grazie ad un crescente Finulli e alle scorribande di Gerosa.
Ancora una volta però i bergamaschi danno testimonianza del proprio spirito naif, spegnendo completamente in difesa e permettendo pian piano ai locali di tornare in partita.
Naif sicuramente nel male, ma anche nel bene: Cantù tocca il meno cinque negli ultimi due minuti di gara, ma i Blu continuano a giocare con spensieratezza, improvvisando un attacco non proprio ortodosso ai raddoppi canturini, con Gerosa divertito nello spezzare le marcature multiple con dribbling secchi alla Messi.
Più sette finale e tanti applausi per le due squadre, entrambe protagoniste di una partitia di alto livello.

Chiusa quindi la stagione regolare con tante soddisfazioni e il record di 23-3, appuntamento per tutti alle Final Four di Agrate (6-7 giugno), dove Donadoni e compagni, dopo i successi provinciali, proveranno a continuare anche in ambito regionale la propria striscia vincente negl incontri ad eliminazione diretta.

FASE INTERZONALE UNDER 17 D'ECCELLENZA
FORTITUDO BOLOGNA-COMARK BERGAMO 73-62


Fase Interzonale Under 17 d'eccellenza - 3° giornata
Fortitudo Bologna - Comark Bergamo 73-62 (39-36)


Bologna: Montano 14, De Pascale 2, Fantinelli 9, Riguzzi 8, Bastone 14, Gruppioni 5, Zanellati 2, Botteghi 4, Di Giorgio 7, Azzaro 4, Martignano, Chillo 2. All. Biggi
Comark: Fagiuoli 9, Orlandi, Leone 7, Frigeni, Comerio 3, Nava, Teri, Cancelli 12, Giacchetta 4, Carnovali 15, Tomasini 8, Moretti 4. All. Schiavi

Arbitri: Ardone e Iacomucci di Pesaro

Parziale dei quarti: 21-14; 18-22; 14-16; 18-10

Note: uscito per cinque falli Fantinelli (Bologna). Tiri Liberi Bologna 11/15 Comark 14/23 Triple Bologna 4 Comark 2 (Carnovali 1, Fagiuoli 1). Falli commessi Bologna 25 Comark 15.

Altri risultato (spareggio qualificazione) Basket Latina-Sistema Pordenone 85-84 dts

Classifica Finale Interzona: 1) Fortitudo Bologna (6) 2) Basket Latina (4) 3) Sistema Pordenone (2) 4) Comark Bergamo (0).

Finisce con la terza sconfitta consecutiva il cammino del gruppo Under 17 nella fase interzonale di Fano, valevole per l'accesso alla Finali Nazionali di Barletta. Anche nell'ultima giornata la forza fisica e tecnica di avversari con più qualità ha la meglio sulla Comark che seppur carica al punto giusto, ancora una volta fatica a centrare il canestro avversario.

La gara è solo di cornice dopo lo spareggio tra Latina e Pordenone, finito dopo over time, con i laziali qualfificati grazie alla maggiore forza di volontà espressa durante tutto l'arco del concetramento.

Bologna è già prima e non c'ha neppure tanta volgia di lottare. I Blu pur con le rotazioni giuste per dare spazio anche a chi ha giocato meno nelle precenti due gare è di piglio giusto e per diversi minuti la gara è in sostanziale equlibrio.

Solo alla fine la maggiore qualità degli emiliani viene fuori e Bluorobica alza bandiera bianca in un clima comunque di grande fair play.

Finisce così l'avventura nel campionato Under 17 per il gruppo 92-93 e dopo tre anni a fila, Bluorobica non sarà presente con la propria squadra alle finali di categoria.

"Il rammarico è grande non per come abbiamo giocato, cioè male, non facendo mai e sottolineo mai, canestro da fuori - commenta Schiavi di ritorno da Fano - ma per come le difficoltà abbiano inciso troppo pesantemente nella progressiva "morte lenta" della squadra. Sono sempre stato uno che ha sempre cercato e trovato risorse importanti dalla forza del gruppo. Questa volta mi sono perso anch'io nell'aspettare qualcosa che non sarebbe mai arrivato... ma forse, oltre al caldo e alla vecchiaia che avanza, c'è sempre da imparare qualcosa ogni volta."

"E' chiaro - continua il coach Bluorobica - che non si può certo tracciare un giudizio negativo sulla stagione nonostante queste ultime tre brutte partite. Da settembre a oggi il gruppo è cresciuto molto e la fase regionale ci ha visti protagonisti di un miglioramento repentino proiettandoci come Lombardia 2. Penso di esternare il parere un po' di tutti dicendo che nessuno di noi ad inizio stagione avrebbe pronosticato una fase regionale di questo tenore."

"Non andiamo alle finali di Barletta, ma il gruppo è giovane e con molti elementi cardine di classe 93. Se l'uscita di scena anticipata di quest'anno è paragonabile all'eliminazione di quattro anni fa Under 16 a Riva del Garda con il gruppo 90-91, così spero di ritrovare tutti ancora più uniti e cazzuti per la prossima stagione. Dalle più cocenti sconfitte di solito nascono le più belle vittorie."


Giusto per non farsi mancare niente, di ritorno da Fano abbiamo pure bucato. Cambio gomma in mezzo al diluvio universale... Grazie a papà Giacchetta!

martedì 26 maggio 2009

FASE INTERZONALE UNDER 17 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-BASKET PORDENONE 64-81

Fase Interzona Under 17 d'eccellenza - 2° giornata
Comark Bergamo - Sistema Basket Pordenone 64-81 (31-33)


Comark: Fagiuoli 10 (4/7, 2/6 ai liberi), Orlandi 13 (2/5, 3/7, 3/4), Leone 6 (1/8, 4/6 ai liberi), Frigeni, Comerio, Nava 8 (1/6, 1/4, 3/6), Teri, Cancelli 2 (1/2), Giacchetta 3 (1/2), Carnovali 7 (2/4, 1/8, 0/4), Tomasini 19 (3/6, 1/8, 6/6), Moretti. All. Schiavi
Pordenone: Bagnarol, Ciman 8, Varuzza 11, Bovolmva 6, Mater 4, Berton 8, Brun 14, Vitolo 2, Galli 26, Ughi 2, Belliniva. All. Silvari

Arbitri: D'Angelo e Ardoni di Pesaro

Note: usciti per cinque falli Cancelli (Comark) e Mater (Pordenone). Tiri Liberi Comark 19/34 Pordenone 15/18 Triple Comark 5 (Orlandi 2, Carnovali 1, Tomasini 1, Nava 1) Pordenone 6. Falli commessi Comark 16 Pordenone 28. Fallo Tecnico a Cancelli (Comark).

Prossimo turno: ultima partita mercoledì 27 maggio alle ore 12.00 Comark Bergamo-Fortitudo Bologna. (Fortitudo già ammessa alle finali. Finale secondo-terzo posto tra Latina e Pordenone.

Niente da fare per i Blu. Solo Pordenone tiene vive le speranze per l'accesso alle finali di Barletta battendo con una gara concreta e di sostanza Bluorobica alla seconda brutta prova nella due giorni di Fano.

Nella terza giornata in programma nella mattinata di mercoledì quindi sarà la gara tra Latina e la stessa Pordenone a decidere la seconda squadra che può approdare alle finali di Barletta, dopo la già citata Fortitudo Bologna.

FASE INTERZONALE UNDER 17 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-SPORT LATINA 64-72

Interzona Under 17 d’eccellenza – 1° giornata
Comark Bergamo – Sport Management Latina 64-72 (28-32)


Comark: Fagiuoli 7, Orlandi 16, Leone 7, Frigeni, Comerio 2, Nava, Teri, Cancelli 4, Giacchetta, Carnovali 6, Tomasini 19, Moretti 3. All. Schiavi
Latina: Baraschi 6, Silvestica 4, Toscano 19, D’Amico 11, Pasire, Garbellini, Napolitano 17, De Angelis 11, Mercini 2, Fontana 2, Carmena 2, Croatto. All. Gallo

Arbitri: Ardone e D’Angelo di Pesaro (Voto 10)

Parziale dei quarti: 19-13; 9-19; 14-16; 22-24

Note: uscito per cinque falli Napolitano (Latina). Tiri Liberi Comark 16/27 Latina 10/22 Triple Comark 4 (Moretti 1, Tomasini 1, Orlandi 2) Latina 3. Falli commessi Comark 16 Latina 24. Fallo tecnico alla panchina di Latina (3° quarto) Fallo antisportivo a Cancelli (4° quarto).

Prossimo turno: seconda gara del girone interzonale ore 19.00 a Fano Comark Bergamo-Sistema Basket Pordenone (perdente nella prima partita contro Fortitudo Bologna di 15) ore 17.00 Fortitudo Bologna-Latina

La Comark perde la prima delicata sfida nella fase interzonale di Fano contro Latina complicando oltre modo il cammino verso la qualificazione verso le Finali Nazionali di Barletta.
L’avvio dei Blu è di quelli con un po’ di paura. Le giocate tardano ad arrivare e solo dopo tre errori da sotto con tiri facili, Fagiuoli riesce a iscrivere i primi due punti a referto. Latina non appare irresistibile, anche se come al solito il maggiore vigore agonistico degli avversari tiene i Blu in un angolo.
Solo verso la fine del quarto, tre rimbalzi decisi dei Blu aprono della autostrade per Tomasini (12 punti segnati in un quarto) che conclude da sotto andando fino al ferro e piazzando l’unico break favorevole a quelli della Comark (19-13).

Nel secondo periodo Latina prende fiducia con alcune giocate di qualità dei propri esterni. Molto però lo fa il migliore atteggiamento dei laziali che non mollano di un centimetro a rimbalzo dove i Blu soffrono parecchio. La zona 2-3 di Latina complica ancora maggiormente le cose sponda Comark. La circolazione di palla non è fluida e soprattutto le solite triple di marca orobica tardano ad arrivare. Ci pensa Moretti dall’angolo dopo 17 minuti a realizzare il primo tiro pesante dopo i primi 22 scagliati dall’arco. All’intervallo Comark sotto di quattro 28-32.

Anche dopo l’intervallo Latina prosegue nella zona, anche se alternata a una box and one su Carnovali che con il suo 0/17 dall’arco fa ricredere il coach laziale a lasciare spazio all’esterno di Melzo che non ne azzecca una. Il parziale è in equilibrio (14-16). Orlandi tieni da solo in piedi la baracca con 7 punti dei 14 punti totali di squadra, ma il clima di sfiducia serpeggia nei Blu (42-48).

Si parte nell’ultimo quarto con un quintetto più aggressivo del solito, ma i risultati sono anche qui alterni. A sei dalla fine rientrano Carnovali e Tomasini che in un amen grazie a due triple in fila di Orlandi e Tomasini raggiungono con un parziale di 8 a 0 i laziali (52-52).

Pare che la situazione si sia sbloccata. La palla del sorpasso pare in mano ai Blu che invece non solo perdono in maniera rocambolesca il recupero, ma subiscono anche il primo errore dei due grigi che chiamano un fallo antisportivo a Cancelli. Due su due dalla lunetta e tripla sull’azione successiva. Tutto da rifare per i Blu (sotto di 5) ma che soprattutto non riescono mai a dare l’impressione di reagire ad una situazione che seppur difficile non appare impossibile.

Il finale è una sequela vincente di tiri liberi laziali e dall’altra parte sono ancora parecchie le azioni confuse dei Blu che chiudono con un preoccupante meno 8, pesante anche nel computo delle ipotetiche differenze canestri.

E’ chiaro che non si potranno fare conti sulle differenze se oggi con Pordenone non si vince. La vittoria è d’obbligo per la qualificazione, ma ancora prima lo è per la mole di cose belle fatte durante la stagione cancellate (come già successo nel passato) da uno tzunami inaspettato. Ma questa volta il tempo per rifarsi ci sarebbe.

lunedì 25 maggio 2009

CAMPIONATO UNDER 14 OPEN (1995-96)
PEZZINI MORBEGNO-COMARK BERGAMO 57-73


Campionato Under 14 Open - 12° giornata di ritorno
Pezzini Morbegno - Comark Bergamo 57-73 (29-37)


Morbegno: Molteni 2, Rossi 2, Zecca 3, Manni 22, Fognini 4, Della Cagnoletta, Antonini 2, Fabani, Barlascini 5, Rapella 17, Colla, Libera. All. Passerini
Comark: Stucchi, Casappa 2, Flaccadori 3, Scaini 2, Finulli 18, Esposito 12, Della Volta, Ripamonti 12, Arnoldi 4, Donadoni 10, Pezzotta, Spatti 10. All. Zambelli

Arbitro: Cazzaniga di Morbegno

Parziale dei quarti: 16-23, 13-14, 12-15, 16-21

Note: Nessuno uscito per cinque falli. Falli commessi Morbegno 16, Comark 15. Triple Morbegno 1 (Zecca 1), Comark 1 (Donadoni 1). Timeout Morbegno 1, Comark 0. Durata della partita 1h e 27min

Prossimo turno: mercoledì 27.05 ore 11.00, PalaSport Pianella - Via Per Cantù 2 - Cucciago (CO), si gioca contro Progetto Giovani Cantù

Arriva anche il ventunesimo referto rosa per Donadoni e compagni, usciti vincenti dalla lunga trasferta a Morbegno.
Con questi due punti in classifica, a una giornata dal termine, Blu sempre appaiati al Campus Varese con 3 sconfitte. Milano (vincente dopo tempo supplementare sul campo di Desio) in scia con 4 sconfitte, Cantù (sconfitta sul campo della Bluceleste) definitivamente al quarto posto con 5 sconfitte.
Tutto da decidere per quanto riguarda i primi tre posti, con Bergamo in vantaggio negli scontri diretti sull'AJ e in svantaggio nei confronti di Varese.
In caso di arrivo a tre, la classifica avulsa premierebbe Milano, con Varese seconda e la Comark al terzo posto: situazione comunque altamente improbabile dato che l'ultima giornata prevede per Varese una comoda escursione a Pavia, mentre Bergamo e Milano sono impegnati sugli ostici campi rispettivamente di Cantù e Malaspina.

Nel clima torrido giunto fino a Morbegno, pur senza esibire un dominio clamoroso, Comark in controllo per tutto l'arco della gara.
Dopo il buon primo quarto con tutto il quintetto a referto (da segnalare un Finulli ancora in gas), anche nella seconda frazione la Comark non fa sconti, mantenendo il vantaggio acquisito grazie all'ottimo apporto di tutti e dodici i giocatori.

E' nella terza frazione che Morbegno torna sotto fino a meno 4, sull'onda di un incontenibile Manni, mai debitamente controllato dalla retroguardia Blu.
La chiave della gara esce dalla panchina orobica: un maiuscolo Flaccadori aggiunge quindici minuti filati alle proprie statistiche, dimostrando ai compagni con regia, assist e grande difesa quale piglio sarà necessario avere nelle prossime decisive gare.
I Blu volano in fuga e ritrovano l'energia giusta, simboleggiata dalla voglia di Esposito di appendersi alla retina pur di provare a strappare qualche rimbalzo.

Finale tranquillo e gelato post-partita per tutti.
Ora testa alla trasferta di Cantù dove la vittoria garantirebbe un secondo posto consono all'eccellente stagione regolare disputata.

TORNEO DI COMO UNDER 19 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-ARMANI JUNIOR MILANO 77-65

Torneo di Como Under 19 - Finale 3°-4° posto
Comark Bergamo-Armani Junior Milano 77-65 (37-29)


Comark: Planezio 14, Gotti 8, Gritti 14, Deligios 9, Ubbiali 2, Marulli 15, Darwish 9, Motta 4, Piantoni, Carrara 3. All. Maltecca
Milano: Maffezzoli 1, Ravasi, Colnago 3, Cacace 5, Arioli 6, Gariboldi 3, Villa 16, Foffa 4, Bossola 4, Arrigoni 24. All Leoni.

Arbitri: Busnelli di Labbiate e Musmeli di Como

Parziale dei quarti: 17-20; 19-9; 22-17; 19-19

Note: Gotti uscito per 5 falli, fallo tecnico a Villa, Triple Comark 4, Armani 4.

Vincente gara tiro da tre punti: Mattia Gritti con 16/20

domenica 24 maggio 2009

TORNEO DI COMO UNDER 19 D'ECCELLENZA
CICOM COMO-COMARK BERGAMO 61-83


Torneo di Como Under 19 - 3° giornata girone
Cicom Como - Comark Bergamo 61-83


Como: Greggio 8, Terry, Bellieni 2, Sironi 18, Borghi 11, Zugno, Bacuzzi 20, Buzzetti 2. All. Bocchiarelli
Comark: Planezio 15, Gotti 15, Gritti 13, Deligios 9, Ubbiali 4, Marulli 10, Motta 4, Gibellini 3, Piantoni 2, Carrara 8. All. Schiavi

Arbitri: Maccagni di ERba e Febbraio di Como

Parziale dei qaurti: 13-22; 19-15; 16-25; 8-21

Note: nessuno uscito per cinque falli. Tiri Liberi Comark 6/8 Como 3/8 Tiri liberi Como 3/8 Bluorobica 6/8

Prossimo turno: domenica 24.05 alle 16.00 finale 3°-4° posto con Armani Junior Milano

Ultimi risultati ultima giornata: Le Becce Erba-Soul Basket 59-53; Luna Cantù-Empire Casalpusterlengo 86-68.
Programma domenica 24.05: ore 12.00 Whirlpool Varese-Pall. Como (finale 7°-8°); ore 14.00 Empire-Soul Basket (finale 5°-6°); ore 15.45 gara del tirno da tre; ore 16.00 Comark Bergamo-Armani Junior Milano (finale 3°-4° posto); ore 19.00 Luna Cantù-Le Bocce Erba (finale 1°-2° posto).


venerdì 22 maggio 2009

PROGRAMMA ALLENAMENTI 25-31 MAGGIO 2009


Pubblichiamo on-line il programma di allenamenti e partite per le squadre Bluorobica d'eccellenza per la settimana che va da lunedì 25 a domenica 31 maggio 2009.



Programma dei trasprti.

CAMPIONATO UNDER 13 OPEN (1996-97)
COMARK BERGAMO-ABC ROBUR VARESE 90-57


Campionato Under 13 Open - Spareggio Gironi Open gara 2
Comark Bergamo - Robur et Fides Varese 90-57 (38-28)


Comark: Perico 4, Pezzotta 2, Flaccadori 19, Onorati 1, Carminati Molina 2, Monticelli 14, Biffi 2, Silva 8, Ferri 16, Verri 6, Tonini 13, Ornaghi 5. All. Martini
Varese: Dongiovanni 4, Bianchi 5, Cattalani 9, Corsaro 12, Spertini 7, Ermoli 3, Consonni 2, Müllejans 7, Fino , Bacchiegga 4. All. Besio

Arbitro: Turco di Caravaggio

Parziali dei quarti: 19-13, 19-15, 29-9, 28-16

Note: Spertini (Robur) uscito per cinque falli. Falli commessi Comark 19, ABC Robur 16 Triple: Comark 5 ABC Robur 2

Buona la seconda, cosi come si dice nei ciak cinematografici. I Blu vincono gara 2 e ribaltando la differenza canestri aggiudicandosi la possibilità di partecipare alle Finali Regionali a quattro nel prossimo fine settimana.

Partita molto equilibrata e decisamente accesa nella prima frazione con l’ottimo Corsaro che prova ancora a fare pentole e coperchi come nella gara di Varese. Ferri e poi Flaccadori gli concedono poco spazio, è quindi il solito Cattalani a provare a fare la partita, realizzando nel secondo quarto una tripla indiavolata delle sue che tiene le due squadre sulla linea dell’equilibrio.

E’ una serata decisamente diversa nel tiro da fuori per i Blu, il segnale è lanciato dai primi due canestri dai 6,25 di Ornaghi e di Ferri. Il clima di fiducia positiva nella squadra ridà quel coraggio che forse era mancato in gara 1 mentre Varese, dopo Vescovi perso anche Cappelli, ha le rotazioni più limitate e dopo un buon primo tempo deve alzare bandiera bianca, a metà del terzo quarto.

I Blu, con Tonini e Ornaghi carichi di falli trovano molta sostanza da Silva e Monticelli. Grande soddisfazione per il raggiungimento delle Finali Regionali e onore al merito alla Robur che ha impensierito parecchio Tonini e compagni, cedendo solo dopo 7 quarti di gioco, tra andata e ritorno, dimostrando alcune individualità importanti e un buon impianto di gioco.







mercoledì 20 maggio 2009

CAMPIONATO UNDER 13 OPEN (1996-97)
ABC ROBUR VARESE-COMARK BERGAMO 70-67


Campionato Under 13 Open - Spareggio Gironi Open
Robur et Fides Varese – Comark Bergamo 70-67 (36-35)


Varese: Dongiovanni 7, De Palma ne, Bianchi 8, Cappelli 9, Cattalani 8, Corsaro 25, Spertini 6, Ermolli, Consonni ne, Müllejans 2, Fino ne, Bacchiega 5. All. Besio
Comark: Perico ne, Pezzotta, Flaccadori 14, Finardi, Carminati Molina, Monticelli 2, Biffi 1, Silva 4, Ferri 14, Verri 9, Tonini 8, Ornaghi 15. All. Martini

Arbitro: Gallina di Varese

Parziali dei quarti: 16-18, 20-17, 12-19, 18-11

Note: nessuno uscito per cinque falli. Falli commessi ABC Robur 22, Comark 28. Triple ABC Robur 5, Comark 1

Prossimo turno: giovedì 21.05 alle ore 20.00 Palablu di Treviglio gara di ritorno con ABC Robur Varese (si parte dal meno 3).

Perde gara 1 dei play off la compagine Under 13 nella prima delle due sfide (andata ritorno e differenza canestri) in programma con la Robur Varese, che mette in palio un biglietto per le finali regionali Open.

Buono l’approccio iniziale di Tonini e compagni che nonostante il clima infuocato trovano la giusta inerzia soprattutto col duo Tonini-Orngahi. Robur rientra in partita con una tripla di Bianchi, ma è Corsaro la vera spina nel fianco per i Blu, autore di 10 dei 18 punti della prima frazione.

Il meccanismo degli orobici s’inceppa un po’ nella seconda frazione, causa la difficoltà nel contendere i rimbalzi agli avversari e per la fase frenetica che assume la gara. Il carico di falli su alcuni nostri giocatori poi non aiuta certo alcune rotazioni delicate e così i ragazzi di Besio mettono la freccia e vanno all’intervallo sul più uno.

Nel terzo quarto pur dovendo dosare i minuti in campo a chi è carico di falli, Martini e Braga trovano lo spunto difensivo più importante della partita, riuscendo a staccare anche di nove lunghezze la squadra di casa che però non si arrende e con Gattalani trova due triple fondamentali per Varese, una proprio allo scadere del quarto.

Nell’ultimo periodo i Blu fanno fatica a trovare spazi per giocare 1v1, vista l’attenta copertura dell’area verniciata dei padroni di casa, facendosi rimontare.

Tutto è ancora in parità a due minuti dalla fine anzi un filotto di Andrea Ferri fa pensare che ora l’inerzia sia tornata a favore dei nostri. E’ ancora una volta bravo Corsaro a trovare spazi nei suoi 1v1 di potenza.

La partita finisce con tre punti di vantaggio a favore della Robur et Fides. Ma per l'accesso alle Finali Regionali ci saranno ancora 40 minuti di battaglia sul campo di Treviglio, giovedì sera alle ore 20.00... Forza Blu!

martedì 19 maggio 2009

LA FIP DI BERGAMO CONVOCA ATLETI BLU
ALLENAMENTO 24 MAGGIO ORE 15-17


Il C.N.A. di Bergamo in preparazione al Trofeo Bulgheroni, che si svolgerà a Bormio, dal 16 al 21 Giugno 2009, sta predisponendo la selezione per comporre il gruppo che rappresenterà la Provincia di BERGAMO.

Nel prosieguo della fase di preparazione la Selezione Provinciale si ritroverà per un allenamento il giorno: DOMENICA 24/05/2009 – DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 17.00
Presso il Palasport di Bergamo – Via C. Battisti - Bergamo.

Per tale allenamento convoca i seguenti atleti:

1 ANDREOLETTI MANUEL VIRTUS GORLE
2 BALDI FEDERICO EXCELSIOR BERGAMO
3 BIFFI EDOARDO BLU OROBICA BERGAMO
4 FERRARI ANDREA SERIANA NEMBRO
5 FERRI ANDREA BLU OROBICA BERGAMO
6 FLACCADORI DIEGO BLU OROBICA BERGAMO
7 GIUFFRIDA NICHOLAS BONATE SOTTO
8 LUSSANA FABIO EXCELSIOR BERGAMO
9 NATALI SIMONE BASKET BARIANO
10 ORNAGHI JONATHAN BLU OROBICA BERGAMO
11 PANDINI GIORGIO VIRTUS GORLE
12 RABAGLIO MATTEO BASKET OSIO SOTTO
13 SANTINELLI MATTEO VIRTUS GORLE
14 SAVOLDELLI NICOLA EXCELSIOR BERGAMO
15 SILVA BRUNO BLU OROBICA BERGAMO
16 TENGATTINI ALBERTO SEBINO BASKET
17 TONINI FRANCESCO BLU OROBICA BERGAMO
18 VERRI PAOLO BLU OROBICA BERGAMO

RESPONSABILE ORGANIZZAZIONE: SAVOLDELLI CLAUDIO
REFERENTE TERRITORIALE CNA: MARTINI RAFFAELE
CAPO ALLENATORE: LONGANO FABRIZIO
ASSISTENTE ALLENATORE: BRAGA RAFFAELE - GRILLO LUCA
ALLENATORI CNA BERGAMO: BUGADA ALESSANDRO - BOMBASSEI ALBERTO
MEDICO: FRACASSETTI DR. ANGELO
PREPARATORE ATLETICO: LUCCHINI ELISABETTA

CAMPIONATO UNDER 14 OPEN (1995-96)
AURORA DESIO-COMARK BERGAMO 73-79


Campionato Under 14 Open - 11° giornata di ritorno
Aurora Desio - Comark Bergamo 73-79 (29-39)


Desio: Villa 3, Carcereri De Prati 10, Tornari 6, Faggionato, Villa 3, Lanzani, Verlato 8, Menorello 9, Meda 10, Ambrosetti 7, Colombo Gabriele 9, Colombo Giorgio 8 All. Antonucci
Comark: Casappa, Scaini, Finulli 21, Esposito 4, Della Volta, Marcolongo, Ripamonti 18, Arnoldi, Donadoni 9, Gerosa 19, Pezzotta, Spatti 8. All. Zambelli

Arbitro: Di Pilato di Paderno (Voto 10 - Metro omogeneo malgrado lo stile differente di gioco delle due squadre. Manca solo un occhio alle infrazioni di passi)

Parziale dei quarti: 17-19, 12-20, 22-21, 22-19

Note: Usciti per cinque falli Villa, Carcereri, Meda, Colombo Gi. (Desio), Finulli (Comark) . Tiri liberi Desio 17/19 (!), Comark 23/42 (!!). Falli commessi Desio 35, Comark 20 . Triple Desio 2 (Tornari 2), Comark 2 (Finulli 1, Gerosa 1). Timeout Desio 4, Comark 3. Durata della partita 1h e 43min

Prossimo turno: domenica 24.05, ore 16.00, si gioca a Morbegno

Si chiude nel migliore dei modi la tre giorni di fuoco per il gruppo 95: il giorno successivo alla conquista del titolo provinciale Under 15, la spedizione Open sbanca Desio e si guadagna in un colpo solo l'accesso alle Finali Regionali e la qualificazione diretta al campionato d'Eccellenza per il gruppo Under 15 del prossimo anno.
Ora mancano due giornate al termine della stagione regolare e, decise matematicamente le quattro squadre ammesse alle Finali, i Blu avranno l'obiettivo di ottenere il miglior piazzamento possibile: per ora Donadoni e compagni sono al secondo posto in virtù delle tre sconfitte, pari a quelle della capolista Campus Varese che vanta però il 2-0 negli scontri diretti. Al terzo posto l'Armani Jeans Milano a 4 sconfitte come la quarta forza Cantù.
Classifica quanto mai provvisoria dato che per tutte e quattro le finaliste sono previsti scontri ostici: Social Osa-Varese, Desio-Milano, Cantù-Bergamo.

A Desio è battaglia feroce sin dalla palla a due, con i padroni di casa obbligati a vincere per continuare a sognare di rientrare nel lotto delle prime quattro: partenza veemente per Meda e compagni che mettono subito la testa avanti grazie ai buoni spunti di Verlato e alla straordinaria energia di Gabriele Colombo che fa soccombere l'inedito reparto lunghi Spatti-Scaini. Malgrado la prevedibile sfuriata iniziale, Bergamo rimane a poche lunghezze di distacco grazie all'intraprendenza di Donadoni (su cui si susseguono marcature veramente sfiancanti) e alla corsa di un mai domo Ripamonti.
La Comark riesce progressivamente ad entrare nel clima della partita e si permette pure di sorpassare i padroni di casa sulla prima sirena con un canestro impossibile di Finulli, autore nel complesso di una partita veramente buona.

Nel secondo quarto la chiave della partita, questa volta fortunatamente in senso positivo: con Donadoni a riposare in panchina, sono Spatti e uno straordinario "Chuck" Gerosa ad occuparsi con grande coraggio della regia delle offensive Blu. Ripamonti ci aggiunge la solita quantità e la Comark vola anche a più 14, prima di subire un piccolo ritorno di Desio alimentato dalla grande intensità di Giorgio Colombo. 29-39 al rientro negli spogliatoi.

Si rientra in campo e, come previsto, Desio mette in campo il cuore. Soporifera invece la ripartenza orobica, che viene subito sovrastata dall' applicazione a rimbalzo e in difesa dell'Aurora. Dura per fortuna poco il sonno orobico, con Finulli a suonare la sveglia con un canestro di prepotenza e una tripla chirurgica. Gerosa continua a macinare gioco e punti, essendo anche l'unico con una certa precisione nel tiro dalla lunetta. Le realizzazioni offensive riesumano l'intensità difensiva, dove l'impatto di Spatti sale decisamente col passare dei minuti e dove si rivede un prezioso Esposito, opaco nella prima frazione di gioco.
Alla terza sirena, malgrado il grande sforzo, Desio ha recuperato solo un punto.

Nella quarta frazione Bergamo non si fa sorprendere. Spatti esibisce qualche ottimo movimento in fase di conclusione (anche se qualche volta difetta proprio all'ultimo di precisione), Ripamonti continua di riffa o di raffa a far bottino e tutta la squadra dimostra la determinazione giusta per portare a casa un risultato importante e prestigioso.
Ad un minuto dalla fine il vantaggio è ancora di dieci lunghezze, ma cominciano i brividi: sul fallo sistematico dell'Aurora i Blu, stremati dalla terza partita in tre giorni, inanellano una serie impressionante di errori dalla lunetta che riaccende le speranze dei locali.
Errori pacchiani difensivi dei bergamaschi, le scorribande di Carcereri de Prati e la seconda tripla di Tornari portano Desio a meno cinque col cronometro che non vuole saperne di terminare la propria corsa.
Per fortuna i Blu indovinano un paio di difese nel momento di maggiore panico e trovano nell'incoscienza di "Chuck" Gerosa i liberi della staffa.

Per i Blu grande gioia per una vittoria prestigiosa coincidente con la matematica conquista delle Finali Regionali.
Desio invece interrompe definitivamente la propria grande rincorsa al quarto posto, pagando duramente un girone d'andata sfortunato (prima di ieri, Desio battuta solo a Varese e di soli 5 punti nel girone di ritorno).

FRANCESCO TONINI CAPITANO UNDER 13 OPEN
"SIAMO PICCOLI DI STATURA MA GRANDI DI CUORE"


Nell'ambito delle interviste fatte ai cinque capitani delle squadre Bluorobica, pubblichiamo l'ultima, quella fatta a Francesco Tonini capitano del gruppo Under 13 Open.

A pochi giorni dall'aver raggiunto un importante obiettivo stagionale come ha vissuto la tua squadra questo importante momento sportivo?

Quando parlo coi miei compagni sembrano molto emozionati. Alcuni vogliono vincere a tutti i costi, altri invece hanno paura. Io non mi sento timoroso e anche se un poco emozionato sono carico per questa avventura di fine stagione.

Cosa ti aspetti da questo finale di stagione e che prospettive può avere la tua squadra?

Se ci impegniamo abbiamo delle belle possibilità. E' chiaro che dovremo impegnarci veramente tanto. Le altre squadre sono certamente forti e più fisiche di noi, però sia con Armani jeans che Desio e con Cantù abbiamo dei precedenti positivi in questa stagione, quindi, venderemo cara la pelle.

Cosa significa per te essere il capitano di una squadra Bluorobica?

Devo essere molto carismatico e tirare su la squadra nei momenti di bisogno. Questa è una forte responsabilità, ma sono fiero di essere stato scelto a farlo ed è bellissimo poter rappresentare la squadra nelle vittorie di questa stagione.

Una qualità positiva e una negativa del tua squadra?

Di positivo c’è che siamo preparati benissimo tecnicamente. I nostri allenatori ci hanno spiegato come fare ad essere una squadra migliore utilizzando al meglio le nostre individualità e noi cerchiamo ogni volta di mettere in pratica i dettami dei due Raffa. Di negativo è che siamo tutti o quasi dei “nani”.

La nostra è una “squadra” davvero, ci piace giocare assieme e più di una volta abbiamo mostrato grande carattere riuscendo a fare buone partite che sulla carta sembravano impossibili. Siamo piccoli ma abbiamo un grande cuore!!

Un saluto a tutti.

Il capitano Under 13 Open
Francesco Tonini

MATTIA DONADONI CAPITANO UNDER 14 OPEN
"ALLA PARI CON I MIGLIORI IN LOMBARDIA"


A colloquio con Mattia Donadoni, capitano della squadra Under 14 Open (ragazzi nati nel 1995 e 96) che ci parla brevemente della sua squadra.

A pochi giorni dall'aver raggiunto un importante obiettivo stagionale come ha vissuto la tua squadra questo importante momento sportivo?

Con la vittoria a Desio abbiamo raggiunto il nostro obiettivo minimo, cioè l'accesso alle final four regionali. La squadra è più che mai convinta e motivata di rigiocare contro le migliori squadre regionali (Campus, Milano e Cantù ndr). Essere stati a lungo in testa al campionato ci ha "gasati" e stiamo vivendo questo periodo con grande entusiasmo.

Cosa ti aspetti da questo finale di stagione e che prospettive può avere la tua squadra?

Sicuramente un grande finale per concretizzare la mole ragguardevole di attività (allenamenti, partite, tornei) fatta fino ad oggi. Le prospettive della squadra sono buone, fino ad ora abbiamo dimostrato di potercela giocare contro tutti. Abbiamo perso qualche partita, ma sul campo ci sappiamo fare e cercheremo di stare al passo con gli altri gruppi Bluorobica. A tutt'oggi ci manca ancora "l'attimo fuggente" per i momenti topici, anche se durante l'anno abbiamo comunque dimostrato di essere alla pari con le migliori in Lombardia. Essere tra le migliori in una regione importante come la nostra è di certo un bel viatico per il futuro.

Cosa significa per te essere il capitano di una squadra Bluorobica?

Essere capitano della squadra di punta di Bergamo a livello Under 14 mi inorgoglisce molto. Sapere che la Società, l'allenatore e i miei compagni di squadra hanno fiducia in me mi porta a cercare di fare sempre meglio ed avere un comportamento oltre che corretto anche più responsabile. Inoltre non ultimo, mi permette di dirigere la squadra quando il mio allenatore viene espulso :-)

Una qualità positiva e una negativa del tua squadra?

Una caratteristica negativa è il fatto che a volte tendiamo a non giocare di squadra (soprattutto nei momenti di difficoltà) anche perchè non sempre è possibile allenarsi insieme. Una cosa positiva è invece la nostra grinta e la determinazione a non mollare mai in quanto siamo un gruppo molto unito che nel corso di questi ultimi due anni ha stretto lagami di amicizia forti e che aiutano nel momento di difficoltà.


Forza ragazzi non fermiamoci proprio adesso!!!!!!!!!

Il Capitano
Mattia Donadoni

lunedì 18 maggio 2009

DALLA PREALPINA DI LUNEDI' 18 MAGGIO 2009


UNDER 19 OPEN Brianzoli ed orobici a braccetto verso Salsomaggiore

(G.S.) - Festa per due al termine del cammino della fase Interzona interregionale che permette al movimento lombardo di conquistare una sia pur ristretta rappresentanza alle finali nazionali Under 19 di Salsomaggiore. A staccare il biglietto per la fase finale della stagione in programma dall'1 al 7 maggio sono Desio e Comark Bergamo, rispettivamente terza e quarta forza del girone D - rivelatosi più abbordabile per le "nostre" realtà rispetto al gruppo C con avversarie di Emilia, Toscana e Piemonte - dopo i risultati dell'ultima giornata di stagione regolare.
Bella conferma ad alto livello per la Nippon Bonsai di Enrico Rocco, che coglie l'ennesimo traguardo del suo brillantissimo ciclo giovanile - pur avendo dovuto praticamente rinunciare al play titolare Tavernelli per tutto il corso della stagione - battendo nettamente la Servolana Trieste e regalandosi una "passerella" finale davanti al pubblico festante dell'Aldo Moro. Successo comunque non scontato per i bluarancio, con i giuliani che pur senza la "stellina" Spanghero hanno dato filo da torcere a lungo ai padroni di casa, ancora privi di Tavernelli e Fortini e con Fiorito a mezzo servizio per problemi ad un ginocchio: avvio lento sul fronte difensivo (17-25 all'8') cui Desio ha saputo far fronte con una fiammata sull'asse Brown-Torgano (40-31 al 16'). Ma la zona proposta dagli ospiti dopo l'intervallo ha pagato inizialmente dividendi elevati (47-47 al 23' ed ancora 60-57 al 27'); la resistenza della Servolana è durata fino al 66-64 del 32', poi la Nippon Bonsai ha saputo rompere definitivamente gli argini con un imperioso 25-5 finale costruito grazie alle incursioni di un irresistibile Torgano ed al gran lavoro "interno" del duo Calastri-Stenco. Così i brianzoli hanno conquistato il "pass" per Salsomaggiore senza dover attendere i risultati degli altri campi, contrariamente a quanto ha dovuto fare la Comark che dopo aver timbrato il cartellino contro la Reyer Venezia è stata costretta a rimanere in trepida attesa del risultato di Udine, "liberando" la gioia per la qualificazione alle Final 16 in virtù dello stop di Pordenone sul campo della Snaidero in grado di garantire la quarta piazza ai ragazzi di Schiavi grazie al 2-0 negli scontri diretti col Sistema Basket.
Praticamente mai in discussione il successo della Blu Orobica contro una Reyer che ha tenuto a riposo le "stelline" Ceron e Vian in vista dello spareggio Under 17 contro Milano: subito al comando i bluarancio (25-13 al 10') che continuano a macinare punti con continuità anche nella seconda frazione (49-36 al 20') ed archiviano la pratica sull'asse Marulli-Gotti (73-52 al 30') chiudendo a fine gara con ben 7 giocatori in doppia cifra. Poi la lunga attesa del risultato di Udine con gli aggiornamenti "in tempo reale" che hanno fatto esplodere la gioia della formazione orobica (terza finale nazionale consecutiva per l'asse del 1990-91): così le due portacolori lombarde si aggiungono a Stella Azzurra Roma, Virtus Roma, Teramo Baket, Mens Sana Siena, Crabs Rimini, U.S. Palestrina, Scavolini Pesaro, Virtus Bologna, Virtus Siena, Pall. Biella, Don Bosco Livorno, Pall. Reggiana, Benetton Treviso e Snaidero Udine tra le 16 formazioni che nella prima settimana di giugno si giocheranno lo "scudettino" Under 19 in quel di Salsomaggiore.
Già certa da qualche settimana invece la chiusura anticipata del cammino stagionale per Milano e Cantù, costrette a farsi da parte di fronte alle "corazzate" del girone C: sconfitta annunciata per l'Armani Junior sul campo della Virtus Bologna nella partita che ha sancito l'ultima apparizione di Enrico Montefusco sulla panchina delle giovanili dell'Olimpia (ufficializzato il divorzio dopo 8 anni di onorata militanza alla guida del vivaio biancorosso; al suo attivo il memorabile scudetto Under 21 vinto nel 2005/2006 a Livorno contro la Montegranaro di Vitali e Canavesi che resta l'unico successo dell'era-Corbelli). Chiusura col sorriso sulle labbra invece per la Luna, che supera nettamente Moncalieri (35-25 al 20' ma anche 72-36 nella fase iniziale del quarto periodo) e taglia il traguardo al sesto posto davanti all'AJ, che pure partiva col ruolo da "testa di serie" nella griglia di partenza del girone C dopo aver conquistato il titolo regionale lombardo.

GIRONE C - RISULTATI: Virtus Bologna-AJ Milano 89-52; Virtus Siena-Biella 73-72; Trenkwalder Reggio Emilia-Biella 102-88; Luna Cantù-Moncalieri 81-61.
CLASSIFICA: Virtus punti 26; Biella, Siena 18; Livorno, Reggiana 14; Cantù, Moncalieri 8; Milano 6.
GIRONE D - RISULTATI: Benetton Treviso-Conegliano 92-69; Snaidero Udine-Pordenone 73-69; Rimadesio-Servolana 91-69; Comark Bergamo-Reyer Venezia 89-64.
CLASSIFICA: Benetton 28; Udine 24; Desio 16; Comark, Pordenone 14; Conegliano 8; Reyer, Trieste 4.


Definito il tabellone delle "magnifiche 32"
SPAREGGI: Sant'Antimo-Foligno 61-56; Virtus Bologna-La Spezia 85-42; SMG Latina-Banca Tercas Teramo 84-71; Armani Junior Milano-Reyer Venezia 64-79; Action Now Monopoli-Campobasso 86-35; Biella-Don Bosco Livorno 73-78; Fortitudo Ragusa-Virtus Catanzaro 79-75; Virtus Siena-Eurobasket Roma 68-71; Cus Messina-Virtus Matera 102-63; Crabs Rimini-Stamura Ancona 66-56.
Armani Junior Milano-Reyer Venezia 64-79
MILANO: Dragoni 2, Catania n.e., Aime 5, Ferrario n.e., Scomparin 19, Di Gianvittorio 8, Almansi 6, Cacace 10, Meledje 4, Spirolazzi 8, Tanimowo 2, Re ne. All. Bizzozero.
REYER: Parisatti 1, Ceron 15, Boldini, Porfido 15, Donadon 12, Busato, Bonomo, Pasini 1, Furlan 9, Tasca 10, Vian 16. All. Zanatta
Così il tabellone completo degli otto gironi Interzona in programma dal 25 al 27 maggio prossimo (le prime due di ogni girone ammesse alle finali nazionali di Barletta):
INTERZONA 1 (Fano): Fortitudo Bologna, Sistema Basket Pordenone, Comark Bergamo, SMG Latina
INTERZONA 2 (Consandolo): Torino BC, Val di Ceppo, Petrarca Padova, Cbu Udine
INTERZONA 3 (Rapallo): Virtus Roma, Benetton Treviso, Dinamo Sassari, Crabs Rimini
INTERZONA 4 (Fondi): Trapani, Scavolini Pesaro, Pistoia Basket 2000, Sant’Antimo
INTERZONA 5 (Foligno): Montepaschi Siena, Whirlpool Varese, Vivi Basket Napoli, Cus Messina
INTERZONA 6 (Bottegone): ABC Varese, Basket Pool 2000 Loano, Junior Casale Monferrato, Action Now Monopoli
INTERZONA 7 (Termoli): Stella Azzurra Roma, Virtus Bologna, Reyer Venezia, Don Bosco Livorno
INTERZONA 8 (Monte di Procida): Reggio Emilia, Corato, Ragusa, Eurobasket Roma

UNDER 15 OPEN Beffa in volata per il team di Gaia, missione compiuta per la Blu Orobica

Bilancio in "chiaroscuro" per le due compagini lombarde impegnate nel weekend negli spareggi preliminari per l’accesso alle "Final 32" in chiave interzona Under 15 Open. Soltanto la Comark Bergamo di Andrea Schiavi prosegue il cammino verso i concentramenti eliminatori che dal 31 maggio al 2 giugno "laureeranno" le 16 protagoniste delle finali nazionali di Bormio (28 giugno-4 luglio); verdetto amaro invece per Gorgonzola, costretto a fermare la corsa verso le finali sull’ostacolo Virtus Cave al termine di uno spareggio dai mille capovolgimenti di fronte. I ragazzi di Luciano Gaia, già penalizzati "in corsa" dalla pesantissima perdita del leader Brambillasca (out per tutto il girone di ritorno per il serio infortunio riportato nel corso del Trofeo delle Regioni di inizio gennaio), hanno pagato il "cavillo" regolamentare che anzichè opporli a Trentino 1 (ostacolo sulla carta più che alla portata dell’Argentia) li ha "abbinati" alla quarta forza del Veneto nella sfida pre-Interzona di Verona. Così i brianzoli, leader solitari della stagione regolare fino alla penultima giornata quando lo stop esterno di Cantù li ha fatti "scivolare" al terzo posto, hanno incrociato le armi contro un’avversaria decisamente temibile, che soprattutto nel primo tempo ha messo in crisi Magnani e soci (35-50 al 20’). Dopo l’intervallo immediata reazione d’orgoglio per Gorgonzola, che allungando la difesa a tutto campo ha piazzato un "parzialone" di 22-0 arrivando anche a più 14 nella fase iniziale del quarto periodo dopo il 69-62 del 30’; ma evidentemente l’Argentia ha pagato la fatica, subendo il forcing padovano fino al pareggio del 40’ (81-81) e cedendo nella "guerra di nervi" dell’overtime con un esito finale decisamente "beffardo" di una stagione che avrebbe meritato ben altra vetrina finale. Missione compiuta invece per la Comark nella sfida tutto sommato abbordabile contro i campioni sardi del Selargius. I ragazzi di Schiavi hanno comunque dovuto faticare per oltre un tempo (35-36 al 20’, poi meno 8 in avvio della terza frazione) prima di venire a capo della resistenza degli avversari; col passare dei minuti però la Blu Orobica ha fatto valere intensità e rotazioni profonde, piazzando un immediato 14-0 dopo il massimo svantaggio e "virando" sul 60-50 già all’ultima pausa. Determinanti le folate del duo Leone-Ubbiali per trascinare i bluarancio al concentramento di Merano, da segnalare però il lavoro oscuro quanto prezioso di Piantoni (12 rimbalzi, 11 recuperi e 4 stoppate) che ha innescato più volte il contropiede dei ragazzi di Schiavi, attesi comunque da un compito decisamente improbo nel girone altoatesino (quotazioni elevate sia per Kolbe Torino che per San Lazzaro).

Obiettivo Merano per i ragazzi di Schiavi
Comark Bergamo-Selargius 81-64
COMARK: Leone 23, Giosuè 5, Spatti 2, Franzosi 6, Motta 9, Galimberti 3, Mazzucchelli 7, Ubbiali 23, Agazzi, Finulli 3, Donadoni, Piantoni. All. Schiavi
INTERZONA 1 (Terracina): Eldo Caserta, Virtus Siena, New Basket Lecce, vincente Trapani-Timberwolves Potenza.
INTERZONA 2 (Fossò): Sistema Basket Pordenone, Aurora Desio, vincente Moncalieri-Granarolo Genova, vincente Fortitudo Bologna-Teramo
INTERZONA 3 (Scopello): Armani Junior Milano, Athletic Genova, Reyer Venezia, Pallacanestro 2000 Prato
INTERZONA 4 (Termoli): Virtus Bologna, Basket Casapulla, Val di Ceppo Basket, vincente La Foresta Rieti-Viola Reggio Calabria
INTERZONA 5 (Varazze): Benetton Treviso, Torino Basket Club, Falconstar Monfalcone, vincente International Basket-Stamura Ancona
INTERZONA 6 (Porto Potenza Picena): Virtus Roma, Basket Pomarance, Aurora Brindisi, Virtus Cave
INTERZONA 7 (Potenza): Sport Management Group Latina, Scavolini Pesaro, Basket Club Ragusa, vincente Scafati-Corato
INTERZONA 8 (Merano): Kolbe Torino, Jato Basket Save My Life San Lazzaro, Comark Bergamo, vincente Patavium Padova-Venezia Giulia.

UNDER 14 OPEN Volata per i piazzamenti

La sorpresa della settimana porta la firma della Social Osa (Perego 11, Fanelli 10, Piraccini 8) che ferma la corsa dell'Armani Junior. E lo fa nel suo bunker di via Copernico dove mercoledì approderà anche Varese, vittoriosa sul campo di Bergamo. Tornando al derby milanese, l'avvio è di marca Armani Junior coi giallorossi di Marco Alzati che timorosi nelle prime battute si fanno superare (8-13 al 10'). Si apre il secondo periodo con gli ospiti che mantengono lo stesso divario fino al 21-28 di metà gara. Dopodiché si cambia musica con la Social Osa che alza l'intensità in difesa e risponde bene ai raddoppi dell'Aj, con Carriere che piazza 6 punti in fila permettendo l'allungo degli "Alzati boys" fino al sorpasso (44-39 al 30'). Ultimo giro di lancette con Riva (14 punti) e Bocola (18) che impattano sul 47-47 al 34', ma la Social Osa riesce a fare un contro-break riportandosi sul 52 a 49. Una bomba dello scatenato De Martino (22 punti) subito dopo, galvanizza la squadra di casa che si porta fino a 61-53. Non meno emozioni arrivano dal campo di Bergamo (Donadoni 11, Gerosa 11, Spatti 10) dove dopo un primo quarto equilibrato, è nel secondo periodo che inizia lo show balistico di Dejace (22 con 4 triple, 13 rimbalzi e 6 stoppate) che permette a Varese di allungare (32-54 al 20'). Dopo l'intervallo è la squadra di Zambelli a rifarsi sotto sulla spinta di Finulli (14) e Ripamonti (13) fino al 57-63. Nel finale le difese la fanno da padrone. Le due squadre sono stremate e si segna col contagocce. L'inerzia è però oramai passata nelle mani degli orobici, che punto dopo punto riescono ad impattare sul 65-65 a 3' dal termine. Ma il canestro orobico viene chiuso a doppia mandata, ed in attacco è capitan Bardelli a segnare il suo unico canestro della partita, la tripla che vale le vittoria ed il momentaneo primato in classifica.
11° turno di ritorno: Pavia-Morbegno 71-61; Malaspina-Blu Celeste 74-71 Bernareggio-Armani Junior Milano 69-70; rec. Social Osa-Armani Junior 62-57; rec. Comark Bergamo-Lindt Varese 65-68; Pavia-Quattrobi Bernareggio merc. alle 21
CLASSIFICA: Armani Jeans, Lindt Varese*, Comark* 40; Cantù* 38; Rimadesio* 34; Social Osa* 32; Bluceleste 20; Malaspina 16; Bernareggio*, Bancole* 14; Pavia*, Morbegno, Cremona 10; Terno D'Isola 6.

UNDER 13 OPEN Pronto il tabellone playoff

"Quando il gioco si fa duro, sono i duri a entrare in campo" e anche per il campionato Under 13 Open si è arrivati alle fase finali. Con i due gironi che spareggiano, in quelli che saranno per tutti due match senza ritorno. Gli accoppiamenti sono i classici 1-4, 2-3. Vale a dire che la prime classificate di ogni girone, in questo caso Armani Junior (Girone 1) e Comark Bergamo (Girone 2) trovano rispettivamente le quarte dell'altro gruppo, cioè Cremona (Girone 2) e la Robur et Fides (Girone 1). Per i piccoli varesini di Giulio Besio gli orobici sembrano, sulla carta, un ostacolo difficile da superare: basti pensare che il team allenato da Raffaele Martini ha avuto soltanto una battuta d'arresto in tutto il campionato ed è stato nel 7° turno di ritorno quando Vismara è riuscita a passare al PalaBlu. Anche la Cremona di Marco Mazzali ha le carte in regola e soprattutto nulla da perdere contro la favoritissima Armani nella gara-uno di questo spareggio che si giocherà domani, in Largo degli Sportivi sul campo cremonese. Cantù, terza forza del girone 1, attenderà mercoledì per ospitare Sarezzo (seconda nel gruppo 2), cercando di sfruttare da subito il fattore campo del Pianella per mettere in difficoltà gli avversari. L'unica a scendere in campo è stata la Rimadesio che in trasferta sul campo di Vismara per gara-uno è stata protagonista della classica partita dai due volti: nel primo tempo con il talentuoso Maneffa (10 ma subito gravato di 3 falli), supportato da Casciano (15) è stata Vismara a tenere le redini dell'incontro fino al 27-22 al 20'. Dopo l'intervallo scende un'altra Desio in campo, più aggressiva, compatta in difesa, veloce a ripartire e in un attimo Pellizzone (21 punti) e soci allungano, realizzando ben 52 nei soli secondi 20' di gioco. Il programma: Gara-1 Cremona Ufficio-Armani Junior Milano domani alle 20; Elmec Robur et Fides Varese-Comark Bergamo domani alle 20; Vismara Milano-Rimadesio 52-74; Ci.Erre Ufficio Cantù-Sarezzo merc. alle 20,30 Gara-2 Armani Junior Milano-Cremona Ufficio sabato alle 17,30; Comark Bergamo-Elmec Robur et Fides Varese giovedì; Rimadesio-Vismara Milano sabato 20; Sarezzo-Ci.Erre Ufficio Cantù domenica alle 11.30

GIOVANILI 2009/2010 Prime indicazioni per la stagione ventura

Ulteriormente delineato il quadro delle giovanili Open 2009/2010 via via che il campo emette verdetti definitivi in relazione alla stagione in pieno svolgimento. Secondo i dettami della delibera CRL risalente allo scorso febbraio è già possibile dare indicazioni certe relativamente alle categorie Under 19 e Under 17. Per l'ex campionato Juniores saranno nove le formazioni ammesse d'ufficio senza passare dalla fase Intertoto: oltre alle quattro partecipanti all'Interzona (Milano, Cantù, Bergamo e Desio) accederanno alla fase Open regionale (il cui termine ultimo sarà anticipato al 15 dicembre) anche Casalpusterlengo e Bernareggio, ossia le due finaliste della fase di consolazione regionale, più le due varesine ABC e Whirlpool che hanno ottenuto il diritto grazie al piazzamento tra le prime quattro dell'Under 17. A completare il lotto ci sarà il Legnano Basket fresco campione dell’Under 17 Open B, che potrà comunque esercitare la facoltà di scelta tra l'ammissione all'Under 19 o all'Under 17 Open del prossimo anno; in totale 9 (o 8) squadre cui andranno aggiunte le vincenti dell'Intertoto, cui saranno ammesse d'ufficio le "superstiti" della consolazione 2008/2009 (escluse Figino e Lumezzane, ultime classificate dei gironi Est ed Ovest) più le squadre piazzate dal quinto all'ottavo posto dell'Under 17 e le finaliste Open B Under 19 ed Under 17. A livello Under 17 sono già 9 su 14 i posti assegnati secondo i dettami del CRL: dalla classifica finale del campionato appena concluso otterranno il diritto coloro che hanno occupato le prime quattro posizioni (Robur, Blu Orobica, Pall.Varese e Milano) più Desio e Gorgonzola in qualità di "piazzate" dell'Under 15 Open. Ad esse andranno aggiunte la vincente delle finali Open B Under 15 (in corsa Meta 2000 San Donato, Gazzada, Cus Brescia ed Erba) e la stessa Legnano, qualora non esercitasse il diritto di accesso con gli Under 19, oltre alla Luna Cantù in quanto società di serie A1 e dunque ammessa d'ufficio. Anche in questo caso gli altri 5 posti andranno "riempiti" tramite la disputa della fase Intertoto: ammesse le formazioni classificate dal quinto al dodicesimo posto delle stagioni regolari Under 17 ed Under 15 più le piazzate delle finali regionali Open B delle suddette categorie. Ancora tutto da fare invece il tabellone dell'Under 15, cui saranno ammesse d'ufficio le prime quattro della stagione regolare dell'Under 14 Open (ossia Milano, Campus, Cantù e Comark) più le vincenti dei due spareggi quinta-ottava e sesta-settima (partita secca sul campo della squadra meglio classificata).

Così l’elenco già acquisito delle aventi diritto
UNDER 19: AJ Milano, Luna Cantù, Comark Bergamo, Rimadesio, Empire Casalpusterlengo, Bernareggio, ABC Varese, Whirlpool Varese, Legnano
INTERTOTO: Erba, Lonato, Cernusco, Vigevano, FL Monza, Soul Basket, Lissone, Pizzighettone, Casalpusterlengo.
UNDER 17: ABC Varese, Comark Bergamo, Whirlpool Varese, AJ Milano, Gorgonzola, Rimadesio, vincente regionale U15 OpenB, Legnano (in caso di rinuncia U19), Luna Cantù.
INTERTOTO: Elmec Varese, Cernusco, Pavia, Lissone, Salò, Lonato, Tradate, Iseo, Monza, Cremona, Pizzighettone, Casalpusterlengo, Erba più le classificate dal secondo al quarto posto U15 Open B.

Ultimi preparativi per il Memorial Tullio Lauro
(i.s.) - Si avvicina l’appuntamento con il memorial “Tullio Lauro”, torneo riservato a squadre di categoria Under 17 organizzato dal Team 86 Villasanta e dedicato alla figura del giornalista sportivo, grande appassionato di pallacanestro e persona che ha lasciato una traccia indelebile nell’ambiente della società brianzola. Il torneo giunge quest’anno alla quarta edizione e vedrà in lizza le squadre rappresentanti l’Armani Jeans Milano, la Pallacanestro Cantù, la Pallacanestro Varese, l’Apl Lissone e la Comark Bergamo, oltre che, naturalmente, i padroni di casa della Caffè Cuoril Villasanta. Per i ragazzi in blu anche un bel banco di prova, dopo l’ottima stagione disputata nel campionato provinciale e culminata con le partite di accesso alle finali di categoria. La formula del torneo prevede due gironi da tre squadre ciascuno: nel gruppo A ci sono l'Armani Jeans, Villasanta e Cantù, nel gruppo B Varese, Lissone, Bluorobica. Le vincitrici di ciascun raggruppamento si sfideranno nella finale valida per il titolo, in programma martedì 2 giugno (ore 19; a seguire la cerimonia di premiazione). Questo il programma: 30/05 alle 15,30 Minibasket pulcini; alle 18 Armani Jeans-Caffè Cuoril Villasanta; alle 20 Pallacanestro Varese-Apl Lissone Il 31/05: alle 15.30 Minibasket aquilotti 99; alle 18 Caffè Cuoril Villasanta-Pallacanestro Cantù; alle 20 APL Lissone-Comark Bergamo L'1/06: alle 15.30 Minibasket aquilotti 98; alle 18 Pallacanestro Varese-Comark Bergamo; alle 20 Armani Jeans-Pallacanestro Cantù Il 2/06: alle 14 Finale 5°/6°; alle 15,45 eliminatoria gara tiro da 3 punti; alle 16,30 Finale 3°/4°; alle 18,15 Finale gara tiro da 3 punti; alle 19 Finale 1°/2°.

LA LOMBARDIA DEL 1996 CHIAMA TONINI
ALLENAMENTO A CUSANO IL 22 MAGGIO 2009


Il Comitato Regionale Lombardo, nell’ambito del Progetto di Qualificazione Nazionale e in preparazione al Trofeo Bulgheroni, in programma a Bormio dal 16 al 21 giugno 2009 e che vedrà coinvolti gli atleti nati nell’anno 1996, convoca per venerdì 22.05.2009 presso la Palestra di Cusano Milanino, Via Donizetti, dalle ore 17.00 alle 19.00 i seguenti atleti:

1) BERETTA Eugenio PALLACANESTRO CANTU’ – Cantù (CO)
2) BOSELLI Carlo BASKET LODI – Lodi
3) BRISTOT Jacopo MILANOTRE BASKET – Basiglio (MI)
4) CASTELLI Federico PALLACANESTRO CANTU’ – Cantù (CO)
5) CORSARO Gioele ABC ROBUR ET FIDES VARESE – Varese
6) FERRARI Federico ASD BEST BASKET – Brescia
7) FERRARI Filippo AD JU.VI. CREMONA BASKET – Cremona
8) FONTANA Davide PALLACANESTRO CANTU’ – Cantù (CO)
9) FRANZOSI Pietro ASD BEST BASKET – Brescia
10) NAVARINI Alberto ARMANI JUNIOR OLIMPIA MILANO – Milano
11) PANDINI Giorgio VIRTUS GORLE – Gorle (BG)
12) PETROVICH Matteo BASKET SAREZZO – Sarezzo (BS)
13) SOLIANI Francesco PALL. QUISTELLO – Quistello (MN)
14) TONINI Francesco COMARK BERGAMO – Bergamo
15) UKAEGBU Chirs TEAM ABC CANTU’ – Cantù (CO)
16) VERCESI Davide ARMANI JUNIOR OLIMPIA MILANO – Milano
17) VETRUGNO Davide BASKET SAREZZO – Sarezzo (BS)
18) VIVIANI Alessio BASKET SAREZZO – Sarezzo (BS)
19) SIBERNA Giacomo ASA CINISELLO B.MO - Cinisello (MI)

Giocatori a disposizione (riserve a casa):
1) FLACCADORI Diego COMARK BERGAMO – Bergamo
2) NOUROU Hamzah PALLACANESTRO CANTU’ – Cantù (CO)
3) PICCARELLI Andrea ARMANI JUNIOR OLIMPIA MILANO – Milano
4) SALA Lorenzo C. PARROCCHIALE OSNAGO – Osnago (LC)

Staff C.R.L.:
Dirigente FIP: CRIVELLI Pierangelo
Referente Tecnico Territoriale: ROCCO Enrico
Responsabile Tecnico: SCHIAVI Andrea
Allenatore: CIOCCA Cesare
Assistente Allenatore: GEROSA Giorgio
Preparatore Fisico: MOLINA Andrea
Massiofisioterapista: LO RUSSO Nicola
Responsabile Mini-Arbitri: QUAIA Stefano
Video: TOFFANO Lorenzo
Addetto Stampa: CANINO Leandro

FINALE PROVINCIALE UNDER 15 (1994-95)
COMARK BERGAMO-LUSSANA BASKET 67-62


Campionato Under 15 Provinciale - Finale 1°-2° posto
Comark Bergamo - Lussana Basket 67-62 (28-33)


Comark: Conti 4, Stucchi, Casappa, Scaini 8, Nava 4, Esposito 8, Della Volta, Marcolongo, Ripamonti 23, Arnoldi, Gerosa 20, Pezzotta. All. Dominelli
Lussana: Lorenzi 8, Gualazzini 18, Suardi 3, Dubbini 4, Sasso, Pagnoncelli 10, Marcolegio 1, Ghilardi, Sartori 18, Gomis. All. Bombassei

Parziale dei quarti: 20-12; 8-21; 17-12; 22-17

Note: uscito per cinque falli Esosito (Comark). Triple Lussana 4 Comark 3 (Ripamonti 2, Nava 1). Miglior giocatore delle finali Ottavio "Chuck" Gerosa

Classifica Finale: 1° Comark Bergamo 2° Lussana Basket 3° Scuola Basket Treviglio 4° Costa Volpino

Prossimo turno: fase interprovinciale che si svolgerà a Capriolo (BS) nei giorni 29-30-31 maggio tra Bergamo 1, Brescia 2, Cremona 1, Milano 4. Orari delle gare venerdì 29.05 alle ore 19.00 con Brescia 2.



SPAREGGIO INTERREGIONALE UNDER 15
COMARK BERGAMO-BASKET SU PLANU 81-64


Spareggio Interregionale Under 15 d'eccellenza - gara secca
Comark Bergamo - Basket Su Planu 81-64 (35-36)


Comark: Mazzucchelli 7, Galimberti 3, Leone 23, Giosuè 5, Ubbiali 23, Finulli 3, Agazzi, Motta 9, Piantoni, Donadoni, Franzosi 6, Spatti 2. All. Schiavi
Su Planu: Caprai 18, Cocco, Cabitza, Paras 20, Murgia 2, Faddi 2, Konemann S. 7, Puddu 2, Konemans M. 4, Fiorani 4, Puglieddu 2, Murru 2. All. Pelgreffi

Arbitri: Restuccia e Brin di Bologna

Parziale dei quarti: 20-17; 15-19; 25-14; 21-14

Note: uscito per cinque falli Fiorani (Su Planu). Fallo tecnico alla panchina Su Planu. Tiri Liberi Comark 14/23 Su Planu 13/23 Triple Comark 5 (Leone 1, Ubbiali 2, Mazzucchelli 1, Galimberti 1) Su Planu 3. Falli commessi Comark 24 Su Planu 18.

Prossimo turno: interzona a Merano 31 maggio 1-2 giugno con San Lazzaro (seconda dell'Emilia) Venezia Giulia (terza del Friuli) e Kolbe Torino (prima Piemonte).

I Campioni Regionali della Sardegna vendono cara la pelle nello spareggio interregionale Under 15 d'eccellenza giocato a Ozzano, tenendo sotto scacco i Blu per quasi trenta minuti. Dopo tre minuti del terzo periodo Basket Su Planu (un comune limitrofe a Cagliari) conduce, tra lo stupore generale, per 43 a 35 e sembra davvero poter comandare l'incontro.

Proprio in quel momento di massima difficoltà, dopo un primo tempo anonimo sotto ogni punto di vista per la Comark, il gruppo Bluorobica ritrovando certezze perdute e manovre accurate, conquista l'inerzia necessaria per passare al comando. Aggirando con efficacia la zona 3-2 proposta dalla panchina sarda che di fatto ha mandato in tilt a lungo l'attacco dei lombardi, il gruppo orobico guadagna la testa dell'incontro e con una ritrovata fiducia si appresta all'ultimo sforzo.

Superata l'enpasse del break sardo ad inizio terzo quarto, e con il tecnico della panchina sarda (55-50 per i Blu) a dare altro manforte alla causa Blu beccandosi un tecnico dai due grigi, il 60 a 50 del terzo gong fa tirare un sospiro di sollievo a molti dei nostri.

Anche l'ultimo quarto è di marca Blu (21-14) con l'inizio delle rotazioni necessarie anche per il caldo "da equatore" della palestra di Ozzano. Per la Comark escono Ubbiali e Leone top score dell'incontro con 23 punti a testa, 6/16 da due, 1/3 da tre 8/10 ai liberi per il bresciano mentre per 7/11, 2/4, 3/5 ai liberi per il "freestyle" di Stezzano.

Finisce tra gli applausi di tutti i presenti. Genitori dei ragazzi sardi per la buona prova offerta fino a 10 minuti dalla fine dei loro ragazzi e anche quelli della Comark che avranno modo di rifarsi sotto l'aspetto del gioco offerto già fin dalla fase interzonale di Merano.

domenica 17 maggio 2009

TORNEO DI COMO UNDER 19 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-LUNA CANTU' 53-66


Torneo di Como Under 19 d'eccellenza - 2° giornata
Comark Bergamo - Luna Cantù 53-66 (31-21)


Comark: Fagioli, Planezio 12, Gotti 10, Gritti 2, Delogios 5, Marulli 8, Darwish 7,
Giacchetta, Tommasini 9. All. Maltecca
Cantu': Broggi 1, Gorni, Abass 19, Bloise 14, Costacurta, Pedala' 13, Silva, Pigoli, Maspero 9, Gandola1, Petrosino 9, Ballerini. All. Brienza

Arbitri: Clerici di Cadorago e Rigamonti di Cantù

Parziali dei quarti: 13-12; 18-9; 10-25; 12-18

Note: Usciti per cinque falli: Pedala' e Maspero (Cantù), fallo antisportivo a Deligios (Comark) Triple Comark 2 Cantù 7, time out Comark 3, Cantu' 2.

Prossimo turno: sabato 23 maggio alle ore 15.30 si gioca contro Pall. Como (ultima partita del girone)

sabato 16 maggio 2009

TORNEO DI COMO UNDER 19 D'ECCELLENZA
COMARK BERGAMO-EMPIRE CASALP. 99-73


Torneo di Como Under 19 - 1° giornata di andata
Comark Bergamo - Empire Casalpusterlengo 99-73 (43-34)


Comark: Fagiuoli 9, Planezio 17, Gotti 9, Gritti 13, Orlandi 3, Marulli 16, Darwish 16, Tomasini 13, Carrara 3. All. Schiavi
Empire: Eccher 4, Bolduri 6, Palazzina 8, Bellin 4, Ceccanti 6, Villa 20, Scramoncin 12, Aiello 12, Confalonieri. All. Malavasi

Arbitri: Ceruti di Como e Arcua di Cantù

Parziale dei quarti: 23-21; 20-13; 39-14; 17-25

Note: uscito per cinque falli Carrara (Comark). Tiri Liberi Comark 10/19 Empire 9/14 Triple Comark 10 (Marulli 3, Orlandi 1, Gritti 1, Darwish 1, Planezio 1, Gotti 1, Carrara 1, Tomasini 1) Empire 4. Falli commessi Comark 16 Empire 16.

Prossimo turno: domenica 17 maggio alle ore 14.30 si gioca contro Pall. Cantù

CAMPIONATO UNDER 15 PROVINCIALE
COMARK BERGAMO-COSTA VOLPINO 78-74


Campionato Under 15 Provinciale - Semifinale
Comark Bergamo - Pallacanestro Costa Volpino 78-74 (34-39)


Comark: Conti, Casappa 3, Stucchi, Scaini 15, Nava 8, Esposito 13, Della Volta 2, Marcolongo, Ripamonti 14, Arnoldi 4, Gerosa 19, Pezzotta. All. Zambelli
Costa: Del Vecchio, Ibrahimi, Giudici 21, Finocchiaro 5, Nezosi 6, Baiguini M., Martinelli 15, Beggiato 16, Caroli 7, Macario, Manfrini 2, Baiguini A. 2. All. Pautasso-Spatti

Arbitro: Elitropi di Brembate e Ruggeri di Bergamo

Parziale dei quarti: 28-19, 6-20, 26-14, 18-21

Note: Uscito per cinque falli Gerosa (Comark). Tiri liberi Comark 15/35, Costa 12/23. Falli commessi Comark 21, Costa 22. Triple Comark 5 (Nava 2, Gerosa 1, Scaini 1, Esposito 1), Costa 8 (Martinelli 3, Nezosi 2, Giudici 1, Finocchiaro 1, Beggiato 1). Timeout Comark 3, Costa 4. Durata della partita 1h e 34min

Prossimo turno: domenica 17.05, ore 10.30, Palazzetto di Scanzorosciate, Via Ambrosoli 1A, finale contro Lussana Basket

PRIMO PIANO TV PUBBLICA IL SERVIZIO DELLA GARA DELLA COMARK A TRADATE UNDER 15


Primo Piano TV ha pubblicato on-line il servizio sulla partita disputata dalla nostra formazione Under 15 d'eccellenza, nella trasferta di fine stagione a Tradate contro la Sportlandia.

Le migliori azioni della partita, oltre una "gustosa" intervista a Mauro Zambelli il contenuto del filmato che potete visualizzare cliccando QUI

venerdì 15 maggio 2009

PAOLO ANDREINI: PARLA IL PRESIDENTE
"NON PONIAMOCI LIMITI VERSO L'ALTO..."


Importante intervista a Paolo Andreini, Presidente di Bluorobica, che ci racconta come stanno andando le cose dal punto di vista del numero Uno.

Allora Presidente una stagione sportiva arrivata alla porte dell'ultima fase. Si aspettava qualcosa del genere in termini di risultati ad inizio stagione?

Scaramanticamente non mi aspetto mai niente ad inizio stagione, anche perché ogni anno facciamo scelte coraggiose e magari controtendenza, ma poi qualcosa arriva sempre e di solito è qualcosa di importante. Ma è anche vero che dopo tanti anni, appurate le potenzialità dei nostri gruppi e le certezze sulle capacità di chi li gestisce, non è così difficile ipotizzare che qualche gruppo arrivi fino in fondo.

Sicuramente è molto motivante vedere che tutta la società lavora per degli obbiettivi e che tutte le componenti contribuiscono in qualche modo ai risultati; è una garanzia per il futuro e rende ognuno consapevole che anche il miglioramento di un particolare trascurabile può avvicinarci ad un grande risultato.

Anche il nostro sponsor Comark è molto attento al miglioramento costante perché questa è anche una delle sue principali caratteristiche così come quella di porsi limiti per il piacere di superarli.

Che cosa oltre il risultato prettamente agonistico ha contraddistinto in maniera positiva i vari gruppi Bluorobica secondo lei?

La cosa che più mi ha colpito quest’anno in particolare è stata la forza di volontà e la determinazione di molti ragazzi che hanno saputo colmare le proprie lacune attraverso grandi sacrifici ed un incredibile abnegazione per il gruppo. Nessuno ha mollato di un centimetro e oggi abbiamo atleti ancora più uomini di un anno fa.

Non è facile vivere in Bluorobica perché la competitività è elevatissima ma è altresì provata la disponibilità dei tecnici a dedicarsi a chi crede nel miglioramento e a chi ha fatto del lavoro duro e costante il proprio marchio di fabbrica.

Che aspettative si è fatto per questo ultimo scorcio di stagione?

Mi aspetto di continuare con questo entusiasmo; poi qualunque risultato andrà bene. Però tutti dobbiamo essere consapevoli che se un risultato è raggiungibile dobbiamo fare tutto il possibile per ottenerlo. Diciamo che non pongo limiti verso l’alto e che mi auguro che il livello minimo combaci con il massimo impegno di tutti.

Che cosa si prevede per il prossimo futuro in Bluorobica?

Continueremo con la nostra politica di reclutamento e valorizzazione di talenti aggiungendo un tassello in altro alla nostra organizzazione agonistica. Ormai è evidente la necessità di continuare ad allenare i giovani atleti oltre il termine dell’attività giovanile, soprattutto per quelli fisicamente più importanti e magari agonisticamente meno pronti.

Ci stiamo muovendo in questa direzione e stiamo allargando la rosa delle collaborazioni a livello senior, mentre verso il basso stiamo ulteriormente aumentando il livello qualitativo; dovremo anche riuscire ad esportare il nostro modello tecnico per pianificare i futuri ricambi generazionali

In un momento di crisi economica generalizzata è difficile essere un Presidente di una Società come Bluorobica?

Fare il presidente di Bluorobica non è tanto difficile per gli aspetti economici, che sono comunque impegnativi, ma per le grandi aspettative riposte sulla società da tutti e per la necessità di mantenere costantemente un’etica di comportamento di livello. Dopo aver visto tanti progetti naufragare, Bluorobica cresce costantemente da 6 anni e ha guadagnato in stima e credibilità moltissimo. Inoltre Bluorobica è una società poco “emotiva”; poco propensa a farsi condizionare da singoli episodi e quindi in grado portare avanti le scelte fino in fondo. Contiamo di mantenere questa impostazione che in futuro ci premierà.

Le fattive collaborazioni con Blu Basket, Exceslior e SBT stanno portando i frutti sperati e quali gli sviluppi a breve termine?

La Treviglio degli anni 80/90 aveva consentito a Torre Boldone e Cassano di fare la B2, Fara e Verdello la C1 e molte altre squadre la C2, in anni in cui le categorie erano di meno. Tutte queste squadre, a partire dalla prima squadra di Treviglio, erano costruite per la maggior parte con atleti e tecnici provenienti dal settore giovanile. Bluorobica potrebbe entro pochi anni ripercorrere questa strada ed essere un traino importante per tutto il movimento con in più il vantaggio di essere trasversale ai campanilismi grazie al lavoro finora svolto con tutti.